Tiziano Putelli
Com'è e com'era.
LUGANO
26.08.20 - 20:090

Al Piano della Stampa si salvano di nuovo i pesci col bypass

Trote messe in difficoltà dalle forti piogge d'inizio giugno. L'intervento decisivo di Cantone e Consorzio.

I detriti accumulatisi avevano compromesso il passaggio di diverse specie. L'ingegnere Tiziano Putelli: «Intervento a favore della biodiversità».

LUGANO - Nuovo bypass salva pesci nella zona del Piano della Stampa, a Lugano, dopo i danni causati dal maltempo all'inizio dello scorso mese di giugno. L'intervento è stato coordinato da Tiziano Putelli, ingegnere dell'Ufficio caccia e pesca del Dipartimento del territorio, e dal Consorzio Valle del Cassarate e golfo di Lugano.

Una domenica bestiale – Il problema ha avuto origine, in particolare, dopo una domenica di piogge intense. «Le acque in piena del Cassarate – spiega Putelli – hanno invaso questo canale laterale riempiendolo di blocchi, ciottoli, ghiaia e legname, compromettendone di fatto la sua funzionalità di passaggio per i pesci. In previsione del prossimo periodo riproduttivo della trota lacustre, e tenuto conto dell'importanza della riproduzione naturale per la conservazione di questa specie di pregio, siamo passati all'azione». 

Viva la biodiversità – E così nella giornata di martedì la ditta Pollice Trasporti di Rivera ha asportato il materiale che ostruiva il canale laterale e ha ripristinato la strutturazione del suo letto per creare le condizioni ideali di movimento dei pesci. «Grazie a questo intervento – riprende Putelli – le trote lacustri che raggiungeranno nel periodo riproduttivo la zona del Piano Stampa nei prossimi mesi di settembre, ottobre e novembre, oltre a trovare condizioni ideali nel tratto rivitalizzato qualche anno fa, avranno libero accesso anche alle tratte naturali più a monte. Un intervento, dunque, a favore della biodiversità e della conservazione delle specie».

Come è nata l'idea – Le origini del bypass in questione risalgono a oltre dieci anni fa. «Nei pressi del canile, subito a valle della confluenza del Cassarate con il torrente Franscinone, c’è una camera di trattenuta del materiale alluvionale trasportato dalle acque delle piene per ragioni di sicurezza idraulica della tratta cittadina del Cassarate. Questo manufatto costituiva per contro un ostacolo alla libera migrazione dei pesci. In particolare, le aree più naturali che si trovavano a monte di questa camera non erano accessibili ai pesci in rimonta dal tratto sottostante e dal lago. Il tratto cittadino non offre condizioni ideali per la deposizione delle uova. Infatti alcune specie di pregio del lago, una su tutte la trota lacustre, nel periodo riproduttivo risalgono i principali affluenti alla ricerca delle condizioni che non trovano nei laghi; ossia substrati puliti e acque ben ossigenate».

L'anno della svolta – E così nel 2007, dopo l'eliminazione di due ostacoli puntuali che si trovavano in prossimità della foce del Cassarate (2002) e all'entrata del piano stampa in zona ponte di valle (2003), venne progettato e realizzato un passaggio per pesci all'altezza di questa camera di trattenuta del materiale. «L'intervento realizzato consisteva in un canale laterale a pendenza limitata e con delle condizioni idonee alla migrazione dei pesci. Oggi, come detto, questa condizione è stata ripristinata». 

Tiziano Putelli
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 3 mesi fa su tio
lavoro ben fatto, grazie!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
5 ore
Brucia l'auto del medico: condannato
Un 58enne se l'era presa per un'operazione «andata male». Ed è finito davanti al giudice
LUGANO
6 ore
È la sola al mondo ad avere quella malattia: lo scopre dopo 7 anni
L’incredibile percorso di Silvia Arioli, classe 1982: «Ho trovato la verità solo perché sono caparbia e “del mestiere”».
LUGANO
8 ore
Delitto alla pensione La Santa: l'accusa è assassinio
Il 34enne austriaco dovrà rispondere davanti al giudice dei fatti avvenuti lo scorso 17 dicembre a Viganello.
PAMBIO-NORANCO
9 ore
Sparisce un'urna tra le lapidi
Cimitero profanato. La denuncia è stata confermata da Marco Regazzoni, comandante della Polizia Ceresio Sud.
CANTONE
10 ore
Sfruttamento della prostituzione: arresti confermati
Due soggetti, già finiti in manette, avrebbero gestito un giro di "lucciole" presso diversi appartamenti.
CANTONE
10 ore
Pazienti oncologici col coronavirus monitorati a distanza
Si tratta di un progetto pilota dello IOSI, premiato al congresso della Società svizzera di ricerca sul cancro
CANTONE
10 ore
Salario minimo: sarà «fisso, garantito e prevedibile»
Il Governo adotta il nuovo regolamento. Viene anzitutto specificata la nozione di “stagista”
CANTONE
11 ore
Rientrano in gioco anche i cinque procuratori "bocciati"
La Commissione Giustizia e diritti ha proposto al Parlamento 27 nomi ritenuti idonei alla carica di procuratore pubblico
CANTONE
14 ore
«Messi in circolazione 2'000 chili di canapa e hashish»
Avviata nel 2017, l'indagine è stata condotta dalla Polizia cantonale in collaborazione con agenti spagnoli e italiani.
CANTONE
15 ore
Altri quattro decessi in Ticino, 128 i nuovi positivi
Da inizio pandemia sono 542 le vittime del coronavirus nel nostro cantone.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile