TiPress - foto d'archivio
CANTONE
21.08.20 - 06:000
Aggiornamento : 13:22

Covid, cresce l'insofferenza per i dati: «Non prendiamocela con i media»

Secondo Martino Rossi l'informazione fornita dal Cantone «è ridicola»

Per l'economista i dati andrebbero approfonditi: «Ma i media non possono inventare informazioni che non vengono trasmesse dalle autorità»

LUGANO - Un po’ come il caffé al mattino, per molti sono diventati parte del quotidiano. C’è chi li attende quasi con impazienza, per tastare il polso di una situazione, quella dell’epidemia di Covid, che da mesi grava su ciascuno di noi. Inevitabile argomento di conversazione per i più, i dati sul numero di positivi, vittime e quant’altro graviti attorno al famigerato virus sono diventati routine anche per i media che, sin dall’inizio, hanno cercato di fornire un’informazione puntuale e quanto più varia e approfondita possibile. 

Ciò nonostante, si moltiplicano da parte dei lettori e sui social i messaggi d'insofferenza verso questi bollettini informativi. Spesso i portali d'informazione vengono accusati, anche, di fornire dati "manipolati", non "contestualizzati".

Ma è davvero così carente l’informazione passata dai media ticinesi in questi mesi? Lo abbiamo chiesto all’economista Martino Rossi, che nei mesi scorsi aveva fornito un punto di vista alternativo sulla pandemia rielaborando i dati ufficiali cantonali applicando il metodo della "media mobile".

«Gli organi d'informazione sbagliano se pubblicano ed enfatizzano solo i dati del giorno dei nuovi contagi accertati e dei nuovi decessi attribuiti al Coronavirus - spiega -. I dati sui contagi oscillano da un giorno all'altro in modo non significativo, ma viziato dall’irregolarità dei test e degli esami di laboratorio e della comunicazione dei dati».

Come risolvere il problema?
«Si può attenuarlo con il banale metodo statistico della “media mobile”: il dato giornaliero viene sostituito da quello medio del giorno stesso, del giorno precedente, di quello seguente. Oppure - quando i dati giornalieri sono molto esigui - pubblicando al lunedì il dato medio giornaliero (contagi, decessi) della settimana precedente. Ma queste informazioni hanno senso solo se inserite in una serie di dati (con un grafico o una tabella) o, al minimo, con un confronto del tipo seguente, per fare un esempio per il Ticino: "nella settimana che si è conclusa domenica 16 agosto, la media giornaliera dei contagi è stata di 2 unità e quella dei decessi di 0 unità. Da ben 15 settimane i contagi medi giornalieri non superano le 5 unità, dato lontanissimo dal picco raggiunto nella settimana che si era conclusa domenica 29 marzo: 128 unità”».

Quindi il lavoro dei media è incompleto?
«Nonostante quanto detto prima, sarei molto indulgente con i media - salvo se enfatizzano impropriamente il dato giornaliero in sé - molto meno con le autorità, che rendono difficile il loro compito. Nella pagina dedicata del sito del Cantone, l'informazione che si trova è ridicola: il numero cumulato dei casi dall’inizio della pandemia. Il dato dei nuovi contagi giornalieri (o nuovi decessi) devi calcolarlo tu aprendo il foglio excel che riporta i dati cumulati dei giorni precedenti! Vuoi sapere da quanti test i nuovi contagi sono dedotti? L’ultimo “bollettino epidemiologico” che trovi è quello del 5 giugno! Non ci sono neppure i dati, ma solo un grafico in cui vedi sommariamente l’andamento della percentuale dei test positivi sui test totali. Inoltre, nessun richiamo al fatto che i test erano dapprima effettuati solo su persone sintomatiche gravi, poi su persone sintomatiche leggere, poi su uno spettro ancora più largo, il che vizia il significato anche dei dati sui contagi accertati e sulla proporzione di test positivi». 

Per quanto riguarda questa insofferenza da parte dei lettori, che si manifesta però quasi sempre con l’aumentare delle cifre, cosa ne pensa? 
«L’insofferenza per un’informazione così lacunosa è più che giustificata. Il semplice dato giornaliero può in qualche caso suscitare un'ansia ingiustificata, indotta dall’informazione troppo puntuale. Per esempio ieri (19.8) abbiamo avuto in Ticino 10 nuovi contagi accertati, il dato più alto dal 20 luglio (14 casi). Ma significa poco o nulla. Il 19 luglio i contagi erano 0 e il 21 luglio 6. Mi ripeto: il dato del giorno va situato nella curva di evoluzione dei contagi e va sostituito dalla media su 3 o addirittura 7 giorni. Ad esempio il “picco” dei casi giornalieri ha raggiunto i 287 contagi il 27 marzo, ma la media mobile di quel giorno (media del giorno, del precedente e del seguente) era di 124 unità, meno della metà…».

Trova questi richiami giornalieri da parte dei media inutili o utili a mantenere alto il livello di guardia?
«Poco utili perché non spiegano nulla. Non dico che non vadano pubblicati, ma richiamando la tendenza e, se ci fossero, accompagnandoli da due informazioni: da quanti test quei casi positivi sono desunti (la Confederazione almeno quello lo pubblica) e se vi è un motivo particolare che giustifica quel dato (ad esempio, rientri dalle vacanze in paesi a rischio): ma i media non possono inventare informazioni che non vengono trasmesse dalle autorità o svolgere ogni giorno lunghe inchieste per ovviare alle enormi lacune dell’informazione ufficiale. Poi, un richiamo all’intelligenza nei comportamenti ci sta sempre, fintanto che in Ticino, in Svizzera e nei Paesi dove viaggiamo il virus non è ancora scomparso».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Viperus 3 mesi fa su tio
Finitela di terrorizzare la gente....bastaaaaaaa
sedelin 3 mesi fa su tio
@Viperus no dài, andiamo avanti così fino al 2030, per sicurezza :-)
Iceberg Slim 3 mesi fa su fb
Perlomeno l’articolo tratta il problema dell’informazione/disinformazione che negli ultimi tempi sta dilagando e direi che è più grave di qualsiasi pandemia...
tip75 3 mesi fa su tio
pubblicare dati e’ giusto, ma non dicono granché nel senso quanti malati quanti ricoverati, inutile scrivere il totale da marzo...quanto al giornalismo stiamo toccando picchi di ignoranza, articoli fatti apposta per far litigare, e poco interessanti
Matti Edera Tiger 3 mesi fa su fb
Scommetto che hai il covid ma stai bene
Andrea Gatti 3 mesi fa su fb
nessuno da dati confrontabili con l anno precedente, degli ultimi 6 mesi , ultimi 3 , ultimo mese.. solo minestroni di dati non confrontabili
Fafner 3 mesi fa su tio
Nel mentre il titolo odierno è un plateale "raggiunti i 3500". Sempre a giocare sulla simbologia di un cumulativo che è l'ultima delle informazioni realmente utili.
Mag 3 mesi fa su tio
Nessun paragone significa nessuna vera informazione ma solo DISINFORMAZIONE e questo è SICURAMENTE colpa dei media! E tu queste domande te le sei fatte? https://www.youtube.com/watch?v=VJG5nzk7ROk
Paolo Sarro 3 mesi fa su fb
800 contagi di quali 799 asintomatici
Max Bartolini 3 mesi fa su fb
I media possono contestualizzare meglio i dati forniti... e non sempre dare importanza al numero dei contagi, fini a se stessi, ma marcando i dimessi, i guariti, ecc. Il copia ed incolla non è informazione, i dati ci sono basterebbe cercarli semplicemente. Mai che si faccia una percentuale, ovvii che fa scalpore dire 200 contagi, ma se li contestualizzo con il numero di tamponi e la popolazione le.cose cambiano. Perche i 800 contagi su 65 milioni di persone sono meno dei 200 su 7,5 milioni
Claudia Respini Fior 3 mesi fa su fb
Potreste pensare di fare qualcosa del genere invece del copia e incolla. Certo porterebbe molti meno clickbait perché ci mettereste troppo a scriverlo. https://www.facebook.com/107912280949252/posts/163469615393518/?sfnsn=mo&extid=uvsCElb0cGIkhLE2 Da notare che, nonostante sia lunghetto, non vi sono errori di battitura o grammaticali.
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
Cioè siete riusciti a fare un'intervista, a pubblicarla dove praticamente vi ha detto che non sapete fare il vostro lavoro... Ma è fantastico! 🤣
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Marco Ronin leggere l’articolo, aiuta
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
@ludovica Fantoni ah ma l'ho letto.. leggilo anche tu ;) che si son beccati più volte che non hanno alcun valore o utilità dare dati così.
Manuela Decarli 3 mesi fa su fb
farsi un'autocritica non credo sia male, anzi lo dovrebbero fare anche i commentatori specialmente quelli seriali
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
Manuela non si tratta di autocritica.. soprattutto se dopo un paio di ore rifai lo stesso identico"errore".. ma sai quando un errore viene ripetuto.. non è un errore
spank77 3 mesi fa su tio
Poi, un richiamo all INTELLIGENZA (alias cautela e prevenzione di base) nei comportamenti, fintanto che in Ticino, in Svizzera e nei Paesi dove viaggiamo il virus NON E ANCORA scomparso
Mag 3 mesi fa su tio
@spank77 Tu lo hai mai visto un virus? Ti garantisco che nessuno li ha mai visti e sicuramente nessuno ha mai visto il virus SarsCov2 ... a meno che tu non creda che i disegnini tarocchi che ti fanno vedere in TV e sui giornali siano i virus, allora esistono (per i babbei).
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 per te la prevenzione consiste nel mettere la maschera, lavarti le mani più volte al giorno, disinfettarti tutta, disinfettare gli oggetti, stare lontano dal prossimo. la vera prevenzione consiste in uno stile di vita sano che includa tassativamente il rinforzo del nostro amico numero 1: il sistema immunitario. poi il virus, se c'è, può circolare quanto gli pare perché non aggredisce coloro che possiedono un difensore efficace più di una maschera di plastica.
spank77 3 mesi fa su tio
@spank77 La frase sopra e un taglia e incolla da sopra... Da quello detto dall intervistato...E vengo criticato da persone che hanno lodato lo stesso personaggio per l intervista.... Assurdo. Dimostra come vengono analizzate e interpretate le informazioni... :-)))))
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 le frasi estrapolate dal loro contesto si possono interpretare in un modo o nell'altro. io ho parlato soltanto di che cosa é la prevenzione che tanto decanti.
spank77 3 mesi fa su tio
@sedelin Scusa ma la frase citata nella articolo non mica da estrapolare... E così facile capirla nel contesto :-) cosa altro può, significare "intelligenza / comportamenti / virus ancora presente "????
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 intelligenza significa usare il cervello. virus ancora presente: rassegnati, lo sarà per sempre.
spank77 3 mesi fa su tio
@sedelin Lo ha detto L intervistato sopra !!!! Oppure tu lo interpreti in modo errato ? Io non sono a rischio lo ripeto, vado al lavoro in treno e lavoro con il modello open space (con distanza). Non so come immagini la prevenzione base... Ma da come mi vedi posso immaginare quando e immenso il tuo angolo di visione delle persone e della società in generale. Politica e scienza compresa . ;-)
spank77 3 mesi fa su tio
@sedelin PS uno stile di vita sano era consigliabile già prima del coronavirus... Oppure no?
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 sì, e vale sempre, anche per il temutissimo covid.
sedelin 3 mesi fa su tio
@spank77 non mi interessa cosa fai e dove vai. mi chiedi come immagino la prevenzione... te l'ho scritto sopra. puoi immaginare ciò che vuoi, anche questo non é di mio interesse.
spank77 3 mesi fa su tio
@sedelin Allora per favore evita di giudicare chi continua con la prevenzione (in tutta serenità bello mio, unica differenza da prima e che adesso indosso una mascherina dove non posso mantenere la distanza) . Igiene (senza immersione in disinfettanti ovviamente) , sana alimentazione fanno parte delle mie abitudini da sempre.
spank77 3 mesi fa su tio
@Mag Come si fa rispondere ad uno che inizia una frase con tu lo hai già visto un virus, in risposta oltretutto ad una frase presa direttamente dall articolo.
sedelin 3 mesi fa su tio
bene, finalmente a furia di leggere le proteste di molti blogger, ci si impegna a chiarire la questione dei dati. bravo martino!
momo73 3 mesi fa su tio
@sedelin non abbiamo nemmeno finito di leggere e commentare questo articolo che subito spunta quello degli insignificanti contagi giornalieri. Da ridere....
sedelin 3 mesi fa su tio
@momo73 é la routine :-)
sedelin 3 mesi fa su tio
@momo73 però non c'è più la possibilità di commentarlo ;-))
Pongo 3 mesi fa su tio
come direbbe Fantozzi: ma in fondo, ma chissene frega?
Mag 3 mesi fa su tio
@Pongo ... ma chissenefrega!! (senza interrogativo)
HeLena 3 mesi fa su fb
https://www.worldometers.info/coronavirus/
Mah916 3 mesi fa su tio
Mi auguro che possa portare a una presa di coscienza... l'informazione puo' causare danni sociali ed economici anche quando veritiera, se poi contestualizziamo a quello che e' stato fatto con questo virus... si e' reso pandemia un virus influenzale.
Mag 3 mesi fa su tio
@Mah916 Presa di coscienza? buah ha ha ha ha ha ha ha ha ... ma dove diavolo vivi?
John Dell'Oro 3 mesi fa su fb
I post sono un po' lunghi e riguardano la situazione nella vicina penisola, ma se volete una valutazione equilibrata - né troppo allarmista né eccessivamente tranquillizzante - vi consiglio Pillole di Ottimismo: questo aggiornamento quotidiano fornisce secondo me (che sono tutto fuorché un esperto) sufficienti spiegazioni sull'evoluzione della situazione, con gli approfondimenti degli esperti. Buona fine di estate a tutti/e
Antonio Margottini 3 mesi fa su fb
Trovo questi richiami giornalieri da parte dei media "poco utili perché non spiegano nulla." Vediamo se, dopo aver chiesto a un esperto, cambierà l'approccio da parte del giornale.
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Antonio Margottini l’esperto non critica i media ma i dati errati che vengono forniti dalle istituzioni, è sempre meglio leggere gli articoli e non fermarsi al titolo
Antonio Margottini 3 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni beh, se non ti sei accorta che ho citato una delle ultime righe dell'articolo, forse dovresti leggere tutto l'articolo prima di venire a fare la maestrina 😉
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Antonio Margottini eh cosa cambia? Lei vuol far intendere che la critica è rivolta ai giornalisti, cosa che non è 😉, altrimenti avrebbe riportato un’altra frase dove fosse chiaro di cosa parlava l’articolo
vulpus 3 mesi fa su tio
Effettivamente abbiamo una pandemia....di statistiche,che non fanno che tenere in apprensione chi è già esposto. Codre che non dicono nulla o poco. Se le dessero una volta alla settimana già è troppo. Sono cifre veramente bancarie più basse di quando cè l influenza. Se pensiamo poi al circo delle nazioni e quarantena,siamo al top dell'assurdo.Si arrischia veramente di banalizzare anche le informazioni importanti.
momo73 3 mesi fa su tio
@vulpus non posso che concordare. E mi meraviglio come sia possibile che alcune persone non riescano ancora contestualizzare i dati e si ostinino a vivere di ricordi del terrore.
spank77 3 mesi fa su tio
@vulpus Perfettamente d'accordo. La prevenzione ormai non serve più perché funziona e i numeri, malgrado qualche oscillazione, sono gestibili. Togliamo la prevenzione subito. Mostriamo alla Europa intera che gli Svizzeri non si fanno prendere per sciocchi, sappiamo a quali fonti credere , sappiamo cosa significa prevenzione e come si misura (a livello di benefici e costi). ...La prevenzione quando fortunatamente funziona poi non serve più perché la diffusione e continua ma contenuta e gestibile....quindi le misure in atto si possono togliere no ? Giusto o sbaglio ragionamento ? Mah
Mag 3 mesi fa su tio
@vulpus Abitanti del Canton Ticino piu' di 353'000; casi Covid in Canto Ticino 3'500 (tutto incluso) cioè lo 0.99%. Se poi fai questo paragone con gli abitanti e contagiati nel mondo, la percentuale è ancora più bassa. Spiegami dov'è la Pandemia e spiegami come si puo' chiamare il lavoro attuale dei media se non un attacco psicologico per ipnotizzare le persone ad accettare la campagna di vaccinazione senza fiatare. I babbei non lo capiranno mai e i babbei sono tanti tanti.
Mag 3 mesi fa su tio
@momo73 Non chiamare persone i babbei e gli appecoronati, sono babbei e appecoranati non persone. Le persone ragionano, loro no.
HeLena 3 mesi fa su fb
Qualcuno ogni tanto ha coraggio a dire la verità. È bello sentire un medico onesto. Se ce ne fossero di più... https://m.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=SwlkumcRf6w
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
Ricordo sta intervista.. spettacolare come lui diceva non c'è nulla e la giornalista quasi disperata a cercare qualcosa di negativo
Marcello Vaianella 3 mesi fa su fb
No, no...prendiamocela con mio cugino.
miba 3 mesi fa su tio
Et voilà! Il circo delle cifre ora è stato confermato da una una persona accreditata (e mi hanno dato del detrattore, del complottista e del negazionista). Ma forse il problema è un altro e cioè che tante persone trovano consolazione e giustificazioni alle proprie isterie con le cifre che vanno bene a loro. Ma qui ci vogliono altri rimedi, non l'economista :)
Mag 3 mesi fa su tio
@miba Ipnosi di massa per far accettare supinamente le vaccinazioni della big pharma e i guadagni che queste garantiranno loro ... con buone paghe per i loro camerieri (i governi).
Manuela Decarli 3 mesi fa su fb
ogni tanto critico anch'io i media, ma in questo caso state tranquilli, la colpa non è vostra, i "lettori" nemmeno leggono gli articoli (vedi questo) dopo il titolo si fiondano a scrivere gli stessi commenti sempre 😂
Fabrizio Nicolucci 3 mesi fa su fb
Tornate a fare il mestiere del giornalista .
Luca Patriarca 3 mesi fa su fb
...e non i giornalai!
Francesco Cec Moretti 3 mesi fa su fb
Si invece perché c'è la ricerca al clickbait rileggere prima di diffondere notizie con errori grammaticali.
Adriano Cavatorta 3 mesi fa su fb
https://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/In-ospedale-mascherine-chirurgiche-13334859.html
Massimo Rovelli 3 mesi fa su fb
Come se il tio non inventa mai le notizie 😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂
Dany Pellegrini 3 mesi fa su fb
Se i media non diffondessero quotidianamente il dato del covid nessuno (dei pochi che ancora panicano) avvallerebbe le assurde misure intraprese un po da quasi tutti i governi. Quindi gioco forza x non avere una popolo che si ribella. Ma molte persone in più stati lo stanno facendo
Nadine Ferrari 3 mesi fa su fb
Se i media non diffondessero quotidianamente il dato del covid... sarebbe tutto un fiorire di "non cielo dicono!!1!1!!", altro che storie. 😏
Dany Pellegrini 3 mesi fa su fb
Nadine Ferrari perché uno non è in grado di digitare su Google e cercarlo su fonti ufficiali. Un dato messo come fanno d'abitudine serve solo a tenere quei pochi che ancora panicano sulla corda.
Nadine Ferrari 3 mesi fa su fb
Dany Pellegrini Che ragionamento... 🙄 QUALSIASI COSA, "uno è in grado di digitare su Google e cercarla su fonti ufficiali": allora tanto vale smettere di pubblicare... qualsiasi cosa.
Emanuela Manu Conconi 3 mesi fa su fb
Dany Pellegrini io mi tengo informata leggendo giornali e notizie online. Ovviamente non tutti gli articoli mi interessano, semplicemente passo oltre...
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
@nadine Ferrari se il livello di pubblicare è falso o fuorviante si è meglio non pubblicare. Una notizia deve essere solo informartiva ed oggettiva, peccato che nella realtà non è più così e si cerca di strumentalizzare una determinata notizia in un modo o in un altro per svariati motivi. Ora pure nell'articolo gli hanno risposto praticamente "che sono dati a caso" quelli che mettono giornalmente. Poi di robe che non "dirle dikonoh 11!" ne siamo pieni.. e questo loro stessi articolo lo dimostra.
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Marco Ronin ma avete letto l’articolo? Non dice assolutamente quello che afferma lei
Dany Pellegrini 3 mesi fa su fb
Emanuela Manu Conconi il problema non è cosa interessa a unasingola persona ma cosa gira x le masse
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni io mi auguro che sei l'ennesimo fake o affine che ultimamente pressa per assecondare certi giochi. si ho letto.. e anche molto bene. "L’insofferenza per un’informazione così lacunosa è più che giustificata. Il semplice dato giornaliero può in qualche caso suscitare un'ansia ingiustificata, indotta dall’informazione troppo puntuale. " "Trova questi richiami giornalieri da parte dei media inutili o utili a mantenere alto il livello di guardia? «Poco utili perché non spiegano nulla. Non dico che non vadano pubblicati, ma richiamando la tendenza e, se ci fossero, accompagnandoli da due informazioni" due tratti... cosa che nuovamente vengono ignorati mostrando quindi la volontà (della direzione magari) di usare un certo timbro.
Ivana Kohlbrenner 3 mesi fa su fb
Possono dare informazioni più corrette con un po di impegno
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Marco Ronin quando le persone vi fanno notare che non leggete gli articoli e commentate senza cognizione di causa sono, troll, le fake sono un’altra cosa. L’articolo fa riferimento a dati errati che vengono dati dagli uffici preposti non agli articoli dei giornalisti
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni guarda puoi fare la vittima quanto ti pare, il discorso non cambia. ti ho anche inserito due pezzi salienti dell'articolo mentre eri occupato a parlare di "non aver letto" ;) lascia stare ce fai piu' figura. "Trova questi richiami giornalieri da parte dei media inutili o utili a mantenere alto il livello di guardia? «Poco utili perché non spiegano nulla. Non dico che non vadano pubblicati, ma richiamando la tendenza e, se ci fossero, accompagnandoli da due informazioni" impara a leggere e a fare il fake
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Marco Ronin impari a leggere lei, quello che dice Martino Rossi è riferito non ai giornalisti ma a chi non passa le corrette informazioni ai giornalisti. Adesso ha capito o no?
Marco Ronin 3 mesi fa su fb
"Trova questi richiami giornalieri da parte dei media inutili o utili a mantenere alto il livello di guardia? «Poco utili perché non spiegano nulla. Non dico che non vadano pubblicati, ma richiamando la tendenza e, se ci fossero, accompagnandoli da due informazioni" Ludovica Fantoni ascolta, senza che dai del lei per darti un tono... ti faccio l'analisi visto che hai problemi neurali. il giornalista chiede : "Trova questi richiami giornalieri da parte dei media inutili o utili a mantenere alto il livello di guardia?" da parte dei media (SOGGETTO).. che cosa? "mantenere alto il livello di guardia".. essendo "da parte dei media" il soggetto, la risposta è riferita ai media.. "Poco utili perché non spiegano nulla" questa è la risposta. e mi limito all'analisi di una semplice parte dell'articolo. ora se tu in qualità di fake o affine, non sei in grado di fare il tuo lavoro, o impari a farlo oppure evita di ripetere le stesse cose come un automa.
Laura Bernet 3 mesi fa su fb
Mi viene spontaneo chiedere una cosa ma durante “la spagnola”, i giornali facevano uguale? Io capisco che questa pandemia è pesante per ognuno di noi, ma molto spesso è tutto allarmistico, allora oltre alle morti e i contagi da Covid-19, perché non dare il bollettino di chi è morto per cancro, di chi è morto per fame ecc, questi conteggi prima non venivano notificati,almeno non in maniera così eclatante. Poi forse sbaglio il pensiero
Nuria Molina Losilla 3 mesi fa su fb
Laura Bernet durante la spagnola, c’era la censura... la notizia venne diffusa dai giornali spagnoli, da lì il nome... comunque stiamo parlando di un secolo fa...
Loris Zanchetta 3 mesi fa su fb
All'epoca non c'erano o se c'erano in numero ridotto i Mass Media di regime e i Social che sono il vero Marciume del giorno d'oggi
Emanuela Manu Conconi 3 mesi fa su fb
Laura Bernet i virus sono altamente contagiosi, per questo si chiamano epidemie e pandemie. I tumori sono devastanti e ho appena perso un parente a causa di un tumore inoperabile ma non è contagioso. Il covid sì e molto purtroppo.
Ludovica Fantoni 3 mesi fa su fb
Nuria Molina Losilla c’era la censura di guerra, non una censura da attribuire alla spagnola
Nuria Molina Losilla 3 mesi fa su fb
Ludovica Fantoni infatti... ma si può mica paragonare oggi a 100 anni fa?!
Laura Bernet 3 mesi fa su fb
Nuria Molina Losilla lo so infatti il post l ho messo apposta 😉
Laura Bernet 3 mesi fa su fb
Emanuela Manu Conconi io ho perso di recente mia nonna per lo stesso motivo, a fine anno ogni statistica viene fatta in base alle cause dei decessi, ma lo scompiglio mediatico creato sta confondendo tutti, questo non lo trovo accettabile vista la recente situazione.
Iceberg Slim 3 mesi fa su fb
Laura Bernet non c’è bisogno di andare così indietro...basta guardare all’influenza suina. Qui l’articolo di Der Spiegel che parla dell’allarmismo ingiustificato (in inglese): https://www.google.ch/amp/s/www.spiegel.de/international/world/reconstruction-of-a-mass-hysteria-the-swine-flu-panic-of-2009-a-682613-amp.html
Diego Pix Paini 3 mesi fa su fb
Sono pronto!!!! 🤩🤩🤩 Che abbia inizio il decadimento quotidiano!!!! 🥳🥳🥳🥳🥳
Diego Pix Paini 3 mesi fa su fb
Grazie!!!!! Non avete deluso le aspettative!!!!!!
Maxy70 3 mesi fa su tio
I media vendono la notizia, buona o bufala che sia, perché di questo campano. Ovviamente poi ci mettono del loro, per renderla più interessante, ovvero più vendibile, della medesima bufala pubblicata dalla concorrenza. Non vedo il motivo di meravigliarsi, è la “libera informazione”. L’alternativa è l’informazione di stato, come nei regimi di baffetto, baffone & co. Io preferisco il nostro, è il minore dei mali. Mi leggo le bufale di tutti e cerco di capirci qualcosa, per esclusione, magari infatti quello che dovrei sapere è l’unica cosa che nessuno dice...
Fafner 3 mesi fa su tio
@Maxy70 Che sia meglio non saprei. La fame di clicks e di introiti spinge spesso ad esagerazioni e spettacolarizzazioni di cui davvero non si sente il bisogno, specie per queste cose.
Fedeltà 3 mesi fa su tio
Ma chi se ne frega..avete rotto le scatole tutti con questa farsa mondiale!!!..la libertà non si nega a nessuno
Mag 3 mesi fa su tio
@Fedeltà Esatto, una FARSA pandemia ... ha ha ha ha ha ha.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
51 min
Se un funzionario del Cantone cambia sesso
Il Dipartimento del territorio ha gestito per la prima volta la transizione di un dipendente. E se l'è cavata molto bene
FOTO E VIDEO
ASCONA
1 ora
«Una nuvola di fumo nero». Pompieri sul posto
Le fiamme sono divampate da un magazzino sito in via Delta.
FOTO E VIDEO
CANTONE
2 ore
Bianco Ticino. E ci sono già i primi disagi
L'allerta (di grado 4) sarà in vigore fino a domenica a mezzogiorno
VIDEO
LUGANO
3 ore
Al via la "Da Vinci Experience"
La mostra multimediale immersiva ha aperto le sue porte al Centro Esposizioni: «Un segnale di grande coraggio».
MAGADINO
4 ore
Tragedia di Sarra, ticinesi assolti
Dramma in volo, il tribunale di Macerata ha giudicato non colpevoli i tecnici che si erano occupati dell'elicottero.
CANTONE
12 ore
«Io, lavoratore indipendente in attesa dell'IPG»
A causa della pandemia, le casse di compensazione sono confrontate con migliaia di richieste
CANTONE
15 ore
Con la pandemia, i giovani vogliono diventare infermieri
Cresce l'interesse per la relativa formazione professionale. Alla SUPSI le domande d'ammissione sono aumentate del 10%
LUGANO
15 ore
Direttrice licenziata «di comune accordo»
Sandra Castellano non guiderà più Casa Santa Elisabetta. Causa riorganizzazione
CANTONE
17 ore
Allerta meteo: «Utilizzate l'auto soltanto se necessario»
Le indicazioni della polizia in vista delle nevicate annunciate nei prossimi giorni
CANTONE
17 ore
Alla sbarra per abusi su minori: «Fatti di una gravità inaudita»
Oltre 100 gli episodi di cui si sarebbe macchiato il 77enne.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile