Foto lettore Tio/20minuti
LUGANO
31.08.20 - 06:300
Aggiornamento : 10:21

Se i rifiuti domestici finiscono nel lago

Quando piove molto, le canalizzazioni non riescono a trasportare tutta l'acqua e scaricano

Arrivano soluzioni. «Il problema sarebbe parzialmente risolto se la gente smettesse di gettare nel WC rifiuti come cotton fioc e assorbenti»

LUGANO - «Che schifo». Non ci sono molte parole ad accompagnare il video giunto in redazione. Le immagini mostrano uno scarico nel lago Ceresio, all'altezza di Rivetta Tell. La persona che ha ripreso le immagini parla di «sostanze maleodoranti», «spazzatura e rifiuti che finiscono nel lago», non così distante dalla Foce, dove «grandi e piccini fanno il bagno».

Gli scaricatori di piena - Basta rivolgersi all'Ufficio della protezione delle acque e dell’approvvigionamento idrico per scoprire che «lo scarico in questione è il canale Genzana che scorre intubato dalla zona della ex latteria Luganese a Massagno fino a piazza Indipendenza, per poi sfociare a lago in Rivetta Tell». Il canale Genzana «è principalmente alimentato dagli scaricatori di piena del consorzio di depurazione di Lugano e dintorni (CDALED), che riceve le acque di scarico dai comuni limitrofi», ci spiega il capoufficio Mauro Veronesi.

Dovrebbero essere "solo" acque molto diluite - Ma come finiscono i rifiuti nel lago? «Il sistema delle canalizzazioni di Lugano è perlopiù misto - continua Veronesi -, ovvero le acque meteoriche si mescolano a quelle luride durante le piogge. Quando le precipitazioni sono troppo intense, le canalizzazioni miste non ce la fanno a trasportare tutta l’acqua e scaricano nei ricettori (fiumi o lago)». In realtà sono «acque molto diluite» che possono però contenere residui di rifiuti domestici. Una situazione «fisiologica e inevitabile», aggiunge il capo dell'Ufficio della protezione delle acque.

Soluzioni provvisorie - Se il problema sono le forti piogge, la soluzione è la separazione delle acque meteoriche da quelle luride. «Consorzi e comuni stanno progressivamente provvedendo alla separazione. Ma si tratta di interventi onerosi dal profilo tecnico e finanziario, soprattutto nei centri abitati, per cui ci vorrà del tempo», precisa Veronesi. Nel frattempo, gli scaricatori di piena sono stati dotati «di griglie in grado di trattenere i rifiuti solidi». Inoltre, «si costruiscono bacini di chiarificazione in rete in grado di far sedimentare e trattenere le sostanze solide».

Al lavoro per cambiare le cose - Il materiale che si vede nel video, proveniva dunque dagli scaricatori di piena che si immettono nel canale Genzana più a monte. La progressiva separazione delle acque (meteoriche da luride) e l’eliminazione di acque parassite (da riali intubati, drenaggi, ecc.) migliorerà in futuro la situazione. «Ci vorrà un po’ di pazienza - spiega il capoufficio -, ma posso confermare che Città di Lugano e CDALED stanno lavorando alacremente alla risoluzione del problema».

«Non gettate rifiuti nel WC» - Veronesi coglie quindi l'occasione per lanciare un appello alla popolazione: «La questione di fondo è che purtroppo nei WC vengono gettati rifiuti come bastoncini per le orecchie, assorbenti, pannolini e altro, che andrebbero smaltiti come rifiuti solidi urbani». Durante le forti piogge, gli scaricatori di piena entrano in funzione e questi rifiuti finiscono in fiumi e laghi. «Basterebbe sensibilizzare la gente il tal senso - conclude - e il problema sarebbe già parzialmente risolto».

Foto lettore Tio/20minuti
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
7 ore
Moncucco sulla Santa Chiara: «Non faremo tagli al personale»
La clinica luganese denuncia delle «importanti inesattezze« nel comunicato oggi trasmesso dalla struttura locarnese.
CADENAZZO
10 ore
Le Forze Speciali hanno sbagliato qualcosa
All'ex postribolo Monnalisa era in corso un'esercitazione "top secret" dei corpi scelti
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
12 ore
Auto in fiamme davanti alla Sezione della Circolazione
L'incendio è divampato questo pomeriggio in via ala Monda a Camorino.
VIDEO
CANTONE
12 ore
Sul confine sale la febbre da derby
Stasera va in scena la partita di Euro 2020 certamente più sentita in Ticino, quella contro l'Italia.
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
I danni del maltempo? Soprattutto in Ticino e a Lucerna
Il 2020 rientra fra i dieci anni con meno danni. I costi complessivi aumentano a quaranta milioni di franchi
CANTONE
14 ore
Le finanze cantonali vanno (un po') meglio del previsto
Con l'aggiornamento del preventivo 2021, si stima ora un disavanzo di 175,5 milioni di franchi
CANTONE
15 ore
Svelato il quarto nome di Castle On Air
Si tratta del cantante/trapper milanese Ernia a Castelgrande per il tour del suo album “Gemelli”
CANTONE
17 ore
Un altro giorno senza decessi, ma ci sono due ricoveri
Nove i nuovi casi. Gli ospedali accolgono attualmente tre pazienti. Le cure intense sono vuote da oltre due settimane.
FOTOGALLERY
CADENAZZO
17 ore
Rogo all'ex postribolo: è stato un errore militare
L'incendio è stato causato da un'esercitazione dei militi. Lo rende noto la Polizia cantonale
CANTONE
20 ore
Arresti cardiaci sui campi da calcio: «I defibrillatori ci sono, manca la formazione»
Episodi paragonabili a quanto accaduto al calciatore della Danimarca Christian Eriksen capitano anche in Ticino.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile