Foto lettore Tio/20minuti
LUGANO
31.08.20 - 06:300
Aggiornamento : 10:21

Se i rifiuti domestici finiscono nel lago

Quando piove molto, le canalizzazioni non riescono a trasportare tutta l'acqua e scaricano

Arrivano soluzioni. «Il problema sarebbe parzialmente risolto se la gente smettesse di gettare nel WC rifiuti come cotton fioc e assorbenti»

LUGANO - «Che schifo». Non ci sono molte parole ad accompagnare il video giunto in redazione. Le immagini mostrano uno scarico nel lago Ceresio, all'altezza di Rivetta Tell. La persona che ha ripreso le immagini parla di «sostanze maleodoranti», «spazzatura e rifiuti che finiscono nel lago», non così distante dalla Foce, dove «grandi e piccini fanno il bagno».

Gli scaricatori di piena - Basta rivolgersi all'Ufficio della protezione delle acque e dell’approvvigionamento idrico per scoprire che «lo scarico in questione è il canale Genzana che scorre intubato dalla zona della ex latteria Luganese a Massagno fino a piazza Indipendenza, per poi sfociare a lago in Rivetta Tell». Il canale Genzana «è principalmente alimentato dagli scaricatori di piena del consorzio di depurazione di Lugano e dintorni (CDALED), che riceve le acque di scarico dai comuni limitrofi», ci spiega il capoufficio Mauro Veronesi.

Dovrebbero essere "solo" acque molto diluite - Ma come finiscono i rifiuti nel lago? «Il sistema delle canalizzazioni di Lugano è perlopiù misto - continua Veronesi -, ovvero le acque meteoriche si mescolano a quelle luride durante le piogge. Quando le precipitazioni sono troppo intense, le canalizzazioni miste non ce la fanno a trasportare tutta l’acqua e scaricano nei ricettori (fiumi o lago)». In realtà sono «acque molto diluite» che possono però contenere residui di rifiuti domestici. Una situazione «fisiologica e inevitabile», aggiunge il capo dell'Ufficio della protezione delle acque.

Soluzioni provvisorie - Se il problema sono le forti piogge, la soluzione è la separazione delle acque meteoriche da quelle luride. «Consorzi e comuni stanno progressivamente provvedendo alla separazione. Ma si tratta di interventi onerosi dal profilo tecnico e finanziario, soprattutto nei centri abitati, per cui ci vorrà del tempo», precisa Veronesi. Nel frattempo, gli scaricatori di piena sono stati dotati «di griglie in grado di trattenere i rifiuti solidi». Inoltre, «si costruiscono bacini di chiarificazione in rete in grado di far sedimentare e trattenere le sostanze solide».

Al lavoro per cambiare le cose - Il materiale che si vede nel video, proveniva dunque dagli scaricatori di piena che si immettono nel canale Genzana più a monte. La progressiva separazione delle acque (meteoriche da luride) e l’eliminazione di acque parassite (da riali intubati, drenaggi, ecc.) migliorerà in futuro la situazione. «Ci vorrà un po’ di pazienza - spiega il capoufficio -, ma posso confermare che Città di Lugano e CDALED stanno lavorando alacremente alla risoluzione del problema».

«Non gettate rifiuti nel WC» - Veronesi coglie quindi l'occasione per lanciare un appello alla popolazione: «La questione di fondo è che purtroppo nei WC vengono gettati rifiuti come bastoncini per le orecchie, assorbenti, pannolini e altro, che andrebbero smaltiti come rifiuti solidi urbani». Durante le forti piogge, gli scaricatori di piena entrano in funzione e questi rifiuti finiscono in fiumi e laghi. «Basterebbe sensibilizzare la gente il tal senso - conclude - e il problema sarebbe già parzialmente risolto».

Foto lettore Tio/20minuti
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Cinquanta abeti dentro il Municipio
Così Lugano ha festeggiato oggi l'accensione dell'albero, con un concerto in diretta streaming
CANTONE / SAN GALLO
3 ore
Pronta al via, la SOB crea «oltre 200 posti di lavoro», ma non in Ticino
Dal 13 dicembre la società sangallese opererà sulla tratta panoramica del Gottardo.
CANTONE
4 ore
«Non giochiamoci nonni e genitori per un Natale»
Covid-19: l'imprenditore e musicista Antonio Andali ospite di piazzaticino.ch. Guarda la video intervista.
MENDRISIO
5 ore
2 gatti e 1 cane vittime di bocconi avvelenati, intervengono i bambini
Gli allievi della 5B di Arzo mettono in guardia la popolazione: «Sono orribili atti crudeli. Ci sono cuori che soffrono»
FOTO E VIDEO
CANTONE
6 ore
Arriva la prima neve a sud delle Alpi
In giornata attesa qualche spruzzata anche in pianura.
FOTO E VIDEO
SERRAVALLE
6 ore
Tre minorenni dietro il rogo di una stalla
L'incendio era divampato il 5 settembre in via Mondate a Malvaglia.
CANTONE / BERNA
7 ore
Ceneri: dal 13 dicembre treni in galleria
Rilasciata alle FFS l'autorizzazione necessaria.
CANTONE
10 ore
Un giapponese da quarantena
Lo scarabeo di Newman è diffuso ormai in tutto il Sottoceneri. L'Ufag creerà una "zona rossa" con misure di contenimento
CANTONE
11 ore
Ticinesi sugli scudi agli SwissSkills
Si sono conclusi i campionati svizzeri delle professioni, che quest'anno si sono svolti in modo decentralizzato.
CANTONE
11 ore
Dieci nuove vittime del Covid-19 in Ticino
Nelle ultime 24 ore 27 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 29 lo hanno lasciato.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile