Tipress
CANTONE
18.08.20 - 06:000
Aggiornamento : 08:08

Il lavoro accumulato rilancia i cantieri, l'industria aspetta il vaccino

L'inchiesta del KOF evidenzia un luglio positivo per l'edilizia, mentre il settore manifatturiero continua a soffrire

Secondo il direttore degli impresari, Nicola Bagnovini: «L'interruzione dell'attività ha generato artificiosamente una certa riserva di lavoro». Per il direttore degli industriali, Stefano Modenini: «L'incertezza resterà tale fino alla realizzazione e diffusione di un vaccino su larga scala».

LUGANO - CANTONE - Il sorriso è tornato sui cantieri ticinesi, mentre nel settore industriale la situazione resta difficile. È una fotografia in chiaroscuro quella scattata dal KOF, il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo, che ha misurato gli umori nei due importanti comparti economici a luglio.

La riserva di lavoro - Partiamo dalle note positive. «Secondo gli ultimi dati - scrivono gli specialisti del Poli - il settore dell’edilizia e quello del genio civile hanno già ritrovato un ritmo di attività simile a quello di un anno fa». Si tratta, aggiungono, di «un risultato tanto positivo quanto sorprendente». Nella precedente inchiesta di aprile, infatti, tre imprenditori del ramo su cinque valutavano la situazione degli affari come negativa. Fiducia si respira anche per la domanda nei prossimi tre mesi che è vista «in netto miglioramento in tutti i sottocomparti». Non si dice sorpreso Nicola Bagnovini, direttore della Società svizzera impresari costruttori SSIC-TI, anche se parla di risultati tutt’altro che scontati: «L’interruzione dell’attività e la graduale ripresa del lavoro sui cantieri a causa del Covid-19 - osserva - ha generato artificiosamente una certa riserva di lavoro nella costruzione». L’auspicio di Bagnovini rivolto al futuro è che «al di là della sacrosanta libertà di mercato, i committenti sappiano scegliere le migliori offerte, che non sono per forza quelle del prezzo più basso. In caso contrario gli investimenti non genereranno alcun effetto anticiclico, anzi provocheranno ulteriori danni al sistema sociale ed economico del Paese».

La dipendenza dall'estero - Per un settore che respira, ce ne è un altro che soffre, quello manifatturiero. «I risultati di luglio - rileva il KOF, nella seconda inchiesta pubblicata oggi dall'Ufficio cantonale di statistica - esprimono un ulteriore peggioramento rispetto ad aprile quando erano aumentati di molto i pessimisti. Difficoltà sempre maggiori che sono espresse soprattutto dagli imprenditori più attivi sui mercati esteri». A fronte degli affari che oggi stagnano rispetto ad un anno fa, si registra una certa positività quanto alle aspettative sugli ordini dei prossimi tre mesi. «Continua a regnare l’incertezza, soprattutto per i settori di attività più orientati alle esportazioni» commenta Stefano Modenini, direttore dell’Associazione industrie ticinese (AITI). Fino a quando? «L’incertezza resterà tale probabilmente fino alla realizzazione e diffusione su larga scala di un vaccino» sostiene Modenini, secondo cui «la ripresa economica dovrebbe manifestarsi nel corso del prossimo anno, ma per tornare ai livelli del 2019 sarà necessario del tempo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
VECCHIOTTO 10 mesi fa su tio
Gente aprite gli occhi. Tutte costruzioni per investire capitali anche di dubbia provenienza che oltre a non rendere pagano penali! Fra un po' cilticerete pomodori sui tetti di questi palazzi perché di terreno da coltivare non ne avrete più.
F/A-18 10 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO Dici bene, la mafia investe nel mattone ticinese, costruisce a meno così riduce i guadagni di imprese ed artigiani seri che piano piano chiuderanno ed a promotori o proprietari di immobili onesti che si vedono svalutati sempre più i loro stabili. Tempo qualche anno e la mafia ha colonizzato anche il Ticino ed il resto del paese.
sedelin 10 mesi fa su tio
vaccino?!
GI 10 mesi fa su tio
un motivo in più per fare vacanza.....no comment !
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
11 ore
Sciopero delle donne, assedio al Castello
Slogan, manifesti e picnic. Le donne scendono in piazza contro la violenza di genere e parità salariale
GRIGIONI / CANTONE
13 ore
150 m3 di roccia sulla strada, Lucomagno chiuso a tempo indeterminato
Per ragioni di sicurezza bisognerà escludere il rischio di ulteriori smottamenti. Ma ci vorranno giorni.
CANTONE
13 ore
SUPSI: «Scuola a distanza anche dopo la pandemia»
È stato un 2020 complicato per l’Istituto superiore cantonale, che ha portato a un consuntivo 677mila franchi in rosso.
FOTO
MENDRISIO
13 ore
Mendrisio ha altre sei vie al femminile
L'inaugurazione è avvenuta oggi, a quarant'anni dalla votazione dell'articolo costituzionale sull'uguaglianza
CANTONE
18 ore
Un altro giorno senza decessi
Dall'inizio dell'emergenza, nel nostro cantone sono stati accertati 33'172 casi e 995 morti
CANTONE
22 ore
Le prostitute (vaccinate) non fanno il pienone
I postriboli in Ticino sono ancora mezzi vuoti. E fanno sconti alle ragazze che non riescono a pagare
CANTONE
22 ore
Allievi tutti in aula e quasi 170 quarantene di classe
È il bilancio dell'anno scolastico che in Ticino si conclude il prossimo 18 giugno
TICINO/GRIGIONI
1 gior
Mauro Gianetti turbato: «Questa foto fa venire i brividi»
Sassi sul Passo del Lucomagno, dove negli ultimi giorni è passato per ben due volte il Tour de Suisse.
CANTONE
1 gior
«Chiunque gioca sulle paure finisce per vincere»
Legge sul terrorismo, Paolo Bernasconi preoccupato: «Si rischia di arrivare a controllare perfino gli animalisti».
CANTONE
1 gior
Pensioni del Consiglio di Stato: «Si volta pagina»
La Legge sulla previdenza dei membri del Consiglio di Stato ha incassato il 52.1% di voti a favore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile