"Gli amici del randagio"
CANTONE
23.07.20 - 19:560

Eutanasia di animali da compagnia sani, arriva l'iniziativa cantonale

L'intento è che la pratica sia vietata e perseguita penalmente.

Le promotrici Sabrina Aldi e Tamara Merlo: «La percezione e la sensibilità nei confronti del mondo animale è mutata. È giunta l'ora di adeguarsi»

BELLINZONA - La storia del cane Sturn è stata un fulmine a ciel sereno per gli amanti degli animali. Tanto che nel giro di poche ore dalla sua pubblicazione, c'è già chi si è mosso per promuovere un'iniziativa cantonale per "vietare l’eutanasia di animali da compagnia sani".

«A prescindere dalla singola vicenda, sulla quale ci sarebbe molto da dire, si è nuovamente aperto il dibattito su quelle che sono le lacune del nostro ordinamento giuridico», sottolineano le promotrici Sabrina Aldi e Tamara Merlo.

La legge federale sulla protezione degli animali (LPan), al suo art. 26 cpv. 1 let. b prevede una pena detentiva o pecuniaria per chiunque uccide animali con crudeltà o per celia. Detto altrimenti, se l’uccisione dell’animale non rientra in una tale fattispecie, l’atto non è perseguibile. Ne consegue che, l’uccisione di un animale perfettamente sano è ammessa dall’attuale legislazione.

«È chiaro - aggiungono gli iniziativisti - che questa situazione non può più essere tollerata anche alla luce di situazioni concrete, come quella che sta tenendo banco in questi giorni nel nostro Cantone e oltreconfine». «L’indignazione della popolazione - si conclude - è la prova che la percezione e la sensibilità nei confronti del mondo animale è mutata. È giunta l’ora quindi che il diritto si adatti a questa nuova realtà. Gli animali non sono oggetti, non sono cose, ma esseri viventi dotati di sensibilità e non può essere il proprietario a decidere a seconda dei suoi umori se l’animale deve vivere o morire».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 1 anno fa su tio
cane cieco e sordo, immaginate che vita da cani! in questo specifico caso sostengo l'eutanasia.
pillola rossa 1 anno fa su tio
@sedelin Se conoscessi il mondo dei cani con disabilità ti renderesti conto che la loro realtà è molto lontana da quel che pensi.
Mauz 1 anno fa su tio
@sedelin Chi non conosce la storia di Sturn e di altri cani come lui non può giudicare, ma soprattutto non conosce la realtà animale, ben diversa da quella umana. Gli animali dimostrano spesso di riuscire ad andare oltre una situazione di disabilità e con molta più facilità rispetto all’essere umano, ovviamente più complesso per definizione. Peccato comunque che il cane non sia stato soppresso perché disabile, ma perché mal tenuto dalla proprietaria e disturbava così la quiete pubblica. Proprietaria sedicente esperta di cani disabili.
curzio 1 anno fa su tio
Guardate anche nei vostri piatti e riflettete su quanti animali sani avete fatto sopprimere!
pillola rossa 1 anno fa su tio
Come può una persona arrivare a decidere di sopprimere un essere indifeso che ripone tutta la sua fiducia in noi? Che brutale perversione...
Evry 1 anno fa su tio
L'etanasia no, ma quando le cure non permettono più all'annimale di vivere i modo degno allora la soppressione e meglio che farlo soffrire! Inmerito all'iniziativa penso sia un azione esagerata. Auguri
Mauz 1 anno fa su tio
Il cane abbaiava troppo? Anche la proprietaria, che si spacciava per quello che non era con tanto di sito in internet nel quale elencava le sue grandi doti di istruttrice cinofila e altri titoli per i quali non forniva prove concrete ne attestati.
Mauz 1 anno fa su tio
La speranza è che la tristissima storia di Sturn serva a qualcosa. I cani soppressi senza valide ragioni sono probabilmente molti, troppi. La “puntura facile” deve avere fine. Che ci siano finalmente dei cambiamenti a livello di leggi.
seo56 1 anno fa su tio
Concordo.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
1 ora
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
12 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
15 ore
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
19 ore
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
19 ore
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
21 ore
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
CANTONE
1 gior
Il monopattino è roba da grandi
I monopattini elettrici sono vietati ai minori di 14 anni. Ma spesso i genitori non lo sanno
CANTONE
1 gior
Pfizer, Moderna e l'apparenza che inganna
Il farmacista cantonale rassicura: «Un vaccino vale l'altro, come efficacia e come effetti collaterali».
LUGANO
1 gior
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
1 gior
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile