Tipress
LOSANNA/LOCARNO
22.07.20 - 06:360
Aggiornamento : 08:48

Magro indennizzo per il 34enne prosciolto da violenza carnale

Il Tribunale federale ha ritenuto inammissibile il ricorso dell'uomo contro la donna che lo aveva denunciato

Chiamato a decidere sulla denuncia mendace, il giudice rileva che l'indennizzo di mille franchi per 43 giorni di carcere preventivo avrebbe potuto essere impugnato al momento del proscioglimento. Ormai è tardi.

LOSANNA/LOCARNO - Dovrà accontentarsi di mille franchi per quei 43 giorni di carcere preventivo alla Farera. Il Tribunale federale di Losanna ha infatti ritenuto inammissibile il ricorso presentato dal 34enne prosciolto nel gennaio 2018 al termine di un processo per violenza carnale, coazione sessuale e minaccia. Due anni prima la figlia di un'anziana vicina di casa lo aveva accusato di averla obbligata ad un rapporto sessuale. Ma il giudice delle Assise Criminali prosciolse l’uomo da tutte le accuse.  A fronte delle quali il 34enne ha sempre sostenuto non esserci mai stato alcun tipo di rapporto, neppure consenziente.

In seguito, nel luglio 2019, il 34enne aveva presentato al Ministero Pubblico una denuncia penale nei confronti della donna per “denuncia mendace”, ossia accusandola di aver mentito sapendolo innocente. Una denuncia che però è finita dapprima in un “non luogo a procedere” da parte del procuratore pubblico (poi confermato lo scorso aprile dalla Corte dei reclami penali), e in seguito, lo scorso 22 giugno, è terminata in una decisione di inammissibilità da parte del Tribunale federale. 

Tra le motivazioni addotte nella sentenza, oltre a rilevare che il ricorso «non solleva critiche di natura formale», il giudice di Losanna sottolinea che, quanto alle pretese di indennità per la carcerazione subita, «la decisione del tribunale di primo grado sull'ammontare dell'indennità  (i 1'000 franchi per 43 giorni di carcere, ndr) avrebbe potuto, se del caso, essere impugnata dinanzi all'istanza superiore di ricorso». Fatto che all’epoca del proscioglimento non avvenne per comprensibili motivi. Riaprire ora la questione del risarcimento, secondo quanto osserva il Tf, appare tardivo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
40 min
Vince 100'000 franchi nel bar del paese
Baciato dalla fortuna. Al Bar Ticinese, un cliente sbanca al gioco "Subito!".
BELLINZONA
4 ore
Aperitivo col Covid, parla l'oste
Parla il gerente di uno dei bar frequentati dal gruppo di amici nel quale si è poi verificato il contagio.
CANTONE
4 ore
Abusi in due stazioni di servizio del Sottoceneri
In manette il responsabile: si parla di avances, palpeggiamenti ma anche di un tentativo di stupro
GNOSCA
6 ore
«Vi supplico, basta speculazioni, dite solo la verità»
Tutta la sofferenza della mamma del piccolo deceduto nello schianto di martedì. 
FOTO
MINUSIO
6 ore
Vandalismi ripetuti, il Municipio chiede aiuto
Ignoti hanno danneggiato diverse strutture pubbliche con delle bombolette spray.
LUGANO / BERNA
8 ore
Riciclaggio di denaro sporco, le strade portano a Lugano
Finma ha avviato un'indagine nei confronti di Credinvest in relazione al caso di corruzione che coinvolge la PDVSA
BELLINZONA
8 ore
Focolaio tra conoscenti: «Hanno frequentato alcuni bar della capitale»
Otto amici sono risultati positivi al coronavirus dopo aver passato del tempo in alcuni esercizi pubblici di Bellinzona.
CANTONE
8 ore
Il contratto è di quattro mesi, ma tre sono di prova
La denuncia del sindacato Syna: «I datori di lavoro scaricano il rischio imprenditoriale sui dipendenti»
CANTONE
10 ore
Piogge e temporali, è allerta meteo
Gli esperti rilevano un pericolo "marcato" per tutto il Ticino da domattina fino al mezzogiorno di sabato.
CANTONE
10 ore
Cavalli denuncia la trasmissione «anti-cubana»
L'oncologo ticinese sul programma radiofonico: «Ha fornito informazioni parziali e non veritiere».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile