Facebook/Valentino Alfano
LUGANO
05.07.20 - 18:350

Risse e assembramenti alla foce di Lugano

La polizia comunale è dovuta intervenire più volte, sia ieri sera sia venerdì

Ora saranno valutate e proposte nuove misure di protezione del luogo

LUGANO - «È da un paio di settimane che al mattino la zona della foce di Lugano è spesso piena di sporcizia». Lo dice un cittadino, che stamani ha documentato fotograficamente la situazione. Una situazione che oggi seguiva una nottata particolarmente movimentata, come fa sapere il corpo di polizia comunale: nell'area erano presenti circa quattrocento persone e non sono mancati disordini.

Prima la rissa - «Durante una presa di contatto con gli agenti di sicurezza privata presenti sul luogo, gli agenti hanno potuto constatare un principio di rissa tra una cinquantina di giovani, probabilmente riconducibili a due fazioni» si legge in una nota. I protagonisti dell'episodio non hanno potuto essere identificati, in quanto si sono dispersi tra i presenti.

Poi la ragazza imbucata - La polizia è poi dovuta intervenire una seconda volta su richiesta di un esercizio pubblico adiacente alla zona in questione per allontanare una ragazza entrata abusivamente nel corso di una festa privata. Un intervento, questo, che si è rivelato difficile a causa dell'elevato numero di presenze e per alcuni giovani «particolarmente aggressivi» che hanno intralciato le forze dell'ordine, anche minacciando gli agenti.

Stamani anche la polizia ha constatato su tutta l'area di via Foce la presenza di rifiuti, carta e bottiglie di vetro. Una situazione che «ha necessitato alcune ore di lavoro da parte degli addetti della Divisione dei servizi urbani».

Provvedimenti in vista - E ora? «Sulla scorta di quanto accaduto e considerato come anche venerdì sera si è intervenuti sempre in loco per una lite, nel corso dei prossimi giorni verranno valutate e proposte al Municipio nuove misure a protezione del luogo, atte in particolare al rispetto della sicurezza e delle norme d'igiene e distanza sociale previste per questo tipo di assembramenti».

Facebook/Valentino Alfano
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
51 min
I media di fronte alla novità del coronavirus
L'esperto: «È stato fatto un buon lavoro, senza allarmismo ma nemmeno banalizzazione»
FOTO
CANTONE
51 min
Un anno di pandemia
Il 25 febbraio 2020 venne segnalato il primo caso di coronavirus in Ticino (e in Svizzera).
CANTONE
9 ore
In Ticino è come se fosse morto un piccolo paese
Il Covid ha creato un "buco" nelle statistiche demografiche: 857 decessi in più in un anno.
CANTONE
11 ore
«Aprire le terrazze? Creerebbe tensioni»
Massimo Suter deluso dalla decisione del Consiglio Federale. E anche dalla prospettiva di una riapertura "a metà"
CANTONE
13 ore
«Non vogliamo una Pasqua come quella del 2020»
Norman Gobbi, presidente del Consiglio di Stato ticinese, ospite di Piazza Ticino. Guarda il video.
CANTONE
15 ore
Decreto d'abbandono nei confronti di don Chiappini
Si chiude così l'indagine attorno alla vicenda della donna che viveva nell'abitazione del prete luganese
CANTONE
17 ore
Lotta alla pandemia, i deputati ticinesi appoggiano il Consiglio di Stato
Si è tenuta oggi la consueta riunione fra la Deputazione ticinese alle Camere e il Governo cantonale.
CANTONE
20 ore
In Ticino 2 morti e 58 positivi
Sono 4 i nuovi ricoveri e 5 i dimessi. Il tasso di riproduzione Rt è salito a 0.90
CANTONE
21 ore
A 4 mesi dal lancio è ancora quasi impossibile comprare una Play 5 senza pagarci la cresta
Ovvero circa il doppio di quello che dovrebbe costare. E sul web la speculazione è un giro globale da milioni
LUGANO
1 gior
Sapessi come è bello laurearsi ... e discutere on line la tesi
La discussione della tesi online velocizza il processo di laurea. I cambiamenti di tale traguardo durante la pandemia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile