TiPress - foto d'archivio
CANTONE
04.07.20 - 23:000

Nuove norme nei locali: GastroTicino fa chiarezza

Dalla capienza massima alla raccolta dati, chi non le rispetta rischia sanzioni amministrative e penali.

«Consigliato fortemente» l'utilizzo della mascherina o di una visiera a chi lavora in ristoranti, discoteche, bar e club.

BELLINZONA - Nuove norme valide da subito. È quanto ha annunciato ieri il Consiglio di Stato in una conferenza stampa convocata alle 13.30. Un cambiamento importante che coinvolge soprattutto i gestori dei locali, che si sono ritrovati a dover adeguare immediatamente il piano di protezione.

Ma secondo GastroTicino «si sono diffuse interpretazioni non esatte sulle disposizioni emanate dal Governo». Tanto che la Federazione esercenti albergatori Ticino, con il supporto del suo Ufficio giuridico, ha deciso di stilare un riassunto delle norme, da mettere a disposizione di gestori e della popolazione. Norme nuove che si aggiungono ai piani di protezione già in vigore e accettati dall'UFSP.

Massimo 100 alla volta - In primis, viene precisato il provvedimento più incisivo deciso dal Cantone, in vigore dal 3 al (per ora) 19 luglio: alle strutture (bar, discoteche e club compresi) in cui il consumo può avvenire in piedi è consentito ospitare un massimo di 100 persone a partire dalle ore 18.00 e fino alla chiusura (non è valida durante il giorno). GastroTicino precisa anche che «si parla di 100 ospiti, escluso il personale» e che «non è impedita la rotazione degli avventori».

Raccolta dati - Affinché il contact tracing possa rivelarsi uno strumento efficace, inoltre, i gestori sono tenuti a raccogliere i dati dei clienti: nome, cognome, domicilio, numero di telefono, orario di arrivo e di partenza. Informazioni che devono essere verificate (documento d'identità e chiamata sul cellulare) e conservate in forma elettronica (tabella Excel). Questo per evitare il caos che si è creato durante i tentativi di tracciamento al Woodstock di Bellinzona: circa il 30% dei presenti aveva fornito dati fasulli, alcuni avevano addirittura scritto parolacce al posto del nome, o le informazioni erano illeggibili.

Mascherina "consigliata" - Il Consiglio di Stato, tutte le autorità coinvolte e le associazioni di categoria «consigliano fortemente» l'utilizzo della mascherina o di una visiera ai lavoratori. Un'abitudine che faceva parte dei piani di protezione post-lockdown ma che è poi stata abbandonata da molti nelle ultime settimane.

Sanzioni - Cosa succede a chi non rispetta le nuove norme previste dalla risoluzione del Consiglio di Stato? Lo ha spiegato ieri Elia Arrigoni, ufficiale della polizia cantonale: sono previste sanzioni penali e amministrative, che sono cumulabili. «Quelle penali sono costituite da una multa fino a 10'000 franchi, quelle amministrative consistono ad esempio in limitazione dei posti, oneri supplementari, fino alla chiusura del locale». 

«Confidiamo nel rispetto pieno dei nuovi provvedimenti e ci saranno dei controlli su tutto il territorio - ha spiegato ieri il direttore del DSS Raffaele De Rosa -. Non vorremmo arrivare alla soluzione della chiusura, ma se saremo obbligati non escludo che lo faremo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
3 ore
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
CANTONE
4 ore
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
5 ore
Smaltire i rifiuti costerà meno
Dal primo gennaio 2022 il Cantone ha previsto una riduzione di dieci franchi per ogni tonnellata smaltita dai Comuni.
LUGANO
8 ore
Sempre più studenti ammassati sui bus
Grossi problemi su alcune linee. In particolare al mattino tra le 7.30 e le 8.15. La TPL cerca di correre ai ripari.
FOTO
CANTONE
8 ore
Fare del tempo libero un lavoro: alla Supsi si può
Il Bachelor in Leisure Management è un unicum in Svizzera. Ne abbiamo parlato con il responsabile Alessandro Siviero.
AUSTRIA
17 ore
Il vetraio Luca si porta a casa il bronzo
Una competizione memorabile per la Nazionale Svizzera delle professioni, che ha ottenuto 14 medaglie
CANTONE
18 ore
«C'è chi ha chiesto di entrare senza certificato, né mascherina»
Alle lamentele di alcuni familiari, che segnalano incongruenze nelle nuove normative, risponde il direttore di LIS.
CANTONE
21 ore
Guasto sulla linea e i treni vanno in tilt
Disagi importanti per chi oggi pomeriggio viaggia su rotaia con ritardi che continuano a protrarsi
CANTONE
23 ore
Matrimonio per tutti: «Ha vinto l'amore»
I Verdi applaudono quella che definiscono una «vittoria storica».
CANTONE
23 ore
Ribaltone alle urne: Ghiringhelli canta vittoria
L'iniziativa sulla legittima difesa è stata approvata dai ticinesi con il 52,4 per cento di voti favorevoli
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile