Foto Elia Frapolli
LUGANO
02.07.20 - 21:000

Al San Grato si dorme come sugli alberi le foglie

L'idea lanciata da Elia Frapolli è stata inserita nella campagna di SvizzeraTurismo

La tenda sospesa è prenotabile in abbinamento con una camera d'albergo nel paese sottostante. Un'opzione, quest'ultima, nel caso in cui ci fosse maltempo, altrimenti sarebbe un delitto privarsi della vista notturna del cielo stellato

CARONA - Si sta come d’estate sugli alberi le foglie. O, se si vuol restare in poesia, il turismo cerca di tornare a riveder le stelle. «Oggi mi sento un po’ un pioniere» ha scritto sui social l’ex direttore di Ticino Turismo, Elia Frapolli, nel tenere a battesimo una propria idea che è diventata realtà: la prima tenda sospesa sugli alberi in Ticino, il prototipo unico, da oggi, è pronto ad accogliere gli ospiti nella parte più alta del Parco San Grato a Carona.

L’idea, spiega a Tio/20Minuti lo stesso Frapolli, è finita tra l’ottantina di proposte che Svizzera Turismo ha scelto per la sua campagna “Millionstarshotel” che puntava sulla ricerca di strutture d’alloggio sotto le stelle.

«Sono quello che l’ha promossa e proposta nel periodo Covid a Lugano Region, suggerendo di metterla in uno dei parchi più belli del Luganese - spiega Frapolli -. L’ho anche testata personalmente. Trovandola molto comoda, simpatica, in una parola emozionale. Sicuramente ci aspettiamo di averla sempre occupata, ma sono due posti letto per cui lo scopo è soprattutto di immagine per la regione. Oggi la gente ha tantissima voglia di natura e spazi aperti». 

Da lì è nato il coinvolgimento, in chiave di supporto, del vicino albergo Hotel Villa Carona. «L’offerta è particolare perché l’hotel mette a disposizione una camera, sempre a disposizione, per cui il cliente ha la scelta, in caso poniamo di maltempo, se trascorrere la notte in stanza». Chiaramente se la notte è serena e il cielo stellato sarebbe un delitto privarsi del piacere di dormire a diretto contatto con la volta celeste. «Lo spazio all’interno della tenda sospesa - continua Frapolli - permette di ospitare tre persone. Io la consiglio per due. Un bimbo o due in più ci stanno. Io stesso l’ho sperimentata con i miei due piccoli che raccontano ancora adesso all’asilo questa loro avventura da mille e una notte». Non serve neppure essere molto agili per issarsi sulla tenda che sta sospesa a un metro dal suolo e in caso di necessità (succede anche questo nelle poesie) ci sono comunque dei servizi igienici a disposizione nelle immediate vicinanze. Non resta che provare, prenotandosi sul sito di Svizzera Turismo, all'indirizzo www.myswitzerland.com/it-it/alloggi/tree-tent-parco-san-grato/

Foto Elia Frapolli
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TheGiano 9 mesi fa su tio
Bella idea. Ma dire "il prototipo unico" Questo tipo di tenda esiste da anni.
TheGiano 9 mesi fa su tio
Idea molto carina ma dire : "il prototipo unico" Ma dai, questo tipo di tende esiste da anni. Direi proprio che non si tratta di prototipo unico.
Evry 9 mesi fa su tio
idee senza valutare minimamente le conseguenze !!!!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CANTONE
3 ore
«Le donne non sono “consenzienti per default”»
Protesta del collettivo “Io l'8 ogni giorno” contro la revisione della legge in materia di crimini di natura sessuale
CANTONE
3 ore
Vino e birra si potranno acquistare anche alla sera
Il Parlamento ha approvato il controprogetto relativo all'iniziativa che chiedeva di togliere il divieto di vendita
LUGANO
5 ore
Borradori: «Dico no ai profeti del declino»
Il sindaco critica la corsa elettorale in cui spicca «chi riesce a dipingere la città nel modo più brutto e decadente»
COMANO
5 ore
Molestie e sessismo in RSI: «Non permetterò mai più simili derive»
Parla il nuovo direttore della RSI, Mario Timbal, che affronta con noi le critiche verso una tv "sprecona".
SONDAGGIO
CANTONE
6 ore
Col take-away, meno sciatori sulle piste
Stagione invernale col virus: nel comprensorio di Airolo-Pesciüm gli utenti sono calati del 40%
CANTONE
7 ore
«La nuova scuola di Amici del Kenya, con un occhio di riguardo per le donne»
Importante traguardo per l'associazione guidata dal locarnese Fabio Stefanini. Ecco il video e le foto.
CANTONE
7 ore
Il Cantone accetterà pagamenti in bitcoin
Luce verde da parte del Gran Consiglio a un progetto pilota con le cryptovalute.
LUGANO
7 ore
Metà classe in isolamento, malumori
Sette allievi positivi alla scuola elementare della Gerra a Lugano. I genitori scrivono al Decs
CANTONE
11 ore
«I reati finanziari sono un cancro per la società»
Il punto di Ministero pubblico e polizia cantonale sugli illeciti riguardanti i crediti Covid-19 e il lavoro ridotto.
COMANO
11 ore
Molestie e RSI: «Bisognerà chiudere i conti col passato»
Il nuovo direttore della RSI, Mario Timbal, si è presentato ai dipendenti e ha parlato del nuovo volto di radio e tv
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile