TiPress - foto d'archivio
CANTONE
30.06.20 - 11:360

Parità tra uomo e donna: ecco la "lista bianca"

La piattaforma Respect8-3.ch informa su quanto richiesto dalla legge e valorizza le aziende virtuose

Una lista bianca della parità tra uomo e donna sul lavoro. È quanto presentato stamattina in conferenza stampa dal sindacato OCST e che sarà disponibile da domani. Vi figureranno le aziende virtuose, cioè quelle che hanno applicato i dettami della legge o che, pur avendo tra 50 e 100 dipendenti, hanno verificato volontariamente l’attuazione della parità nonostante non fossero obbligate a farlo. È uno dei provvedimenti del progetto Respect 8.3, nato «per sostenere la parità e compensare le lacune della legge». 

Il Parlamento ha votato lo scorso anno una riforma che prevede per le aziende con più di cento dipendenti l’obbligo di verificare l’applicazione della parità in azienda (Legge federale sulla parità dei sessi). Ma per OCST donna lavoro - il gruppo all’interno del sindacato che si fa portavoce dei problemi femminili - «il risultato è deludente» in quanto «non sono previste sanzioni per gli inadempienti, esclude le aziende che impiegano fino 99 dipendenti (e in Ticino le piccole e medie imprese sono la maggioranza), viene sancito l’obbligo di verifica della parità ma non di mettere in atto misure di correzione; la durata è limitata nel tempo».

La piattaforma Respect8-3.ch - presentata questa mattina - informa dipendenti e aziende su quanto richiesto dalla legge e valorizza le aziende virtuose che si impegnano più di quanto loro richiesto e indurre le inadempienti ad andare nella giusta direzione. La piattaforma dà anche ai dipendenti la possibilità di segnalare l’inadempienza della propria azienda, con il rischio di finire poi (a partire dal 1. luglio 2021,  dopo un anno dall’entrata in vigore della riforma legale) in una lista nera.

OCST donna lavoro domanda quindi alle aziende di aderire al progetto Respect 8.3, anche se non obbligate a dimostrare i loro sforzi per la parità. «Proporremo progetti mirati alle aziende con meno di 50 dipendenti, che impiegano due terzi della forza lavoro del nostro cantone».

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
12 ore
Un "corridoio vasariano" a luci rosse tra Iceberg e Moulin Rouge
Progetto di passerella per unire i due locali erotici in un solo postribolo da 60 stanze
CANTONE
12 ore
Valle di Blenio senza radar, Luganese sotto stretta sorveglianza
La prossima settimana nessun radar mobile in Valle di Blenio. Nel Luganese possibili controlli in ben 23 località.
CADENAZZO
14 ore
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
19 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
20 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
21 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
1 gior
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
1 gior
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
1 gior
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile