Ti-Press
CANTONE
19.06.20 - 13:310

Migliaia di franchi destinati a chi si trova in difficoltà economiche per colpa del Covid

L'azione spontanea lanciata tra i dipendenti dell'amministrazione statale è stata un successo. Ecco i dettagli.

Di recente è stata superata quota 180.000 franchi. Ma la possibilità di donazione prosegue. Il conto resterà ancora aperto.

Una cifra di oltre 180.000 franchi. È quanto raccolto finora dall’azione spontanea di solidarietà promossa tra i dipendenti dell'amministrazione cantonale ticinese. L'iniziativa era stata lanciata alla fine del mese di aprile, per sostenere concretamente le persone che, in una maniera o nell'altra, sono state colpite economicamente dal nuovo coronavirus. 

Passaparola e poche email – Sono bastati il passaparola e alcune email per fare in modo che funzionari e docenti si mobilitassero. A metà maggio erano già stati distribuiti 50.000 franchi ai "poveri da Covid". Una cifra equivalente è stata versata negli scorsi giorni alle cinque associazioni prescelte come beneficiarie. 

Ecco i beneficiari – Si tratta di enti che si occupano di aiuti di prima necessità destinati a persone bisognose residenti in Ticino: Caritas Ticino (azione "Un aiuto insieme"), la Fondazione Francesco per l’aiuto sociale (azione "Fondo solidarietà Covid"), il Soccorso operaio svizzero ("Aiuto speciale coronavirus"), Pro Juventute Ticino e Comunità Emmaus.

Si va avanti – L’azione di solidarietà proseguirà fino alla fine del mese di giugno, momento in cui si concluderà lo stato di necessità istituito dal Consiglio di Stato. Il conto corrente creato per l’azione di solidarietà sarà comunque mantenuto aperto. L'auspicio della Cancelleria di Stato è che la cifra, già cospicua, continui a salire e che sempre più dipendenti dell'amministrazione statale partecipino all'iniziativa. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
STABIO
1 ora
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
«Spostarli nel Luganese non è una soluzione»
Simonetta Sommaruga ha risposto a Marco Romano, che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei comuni momò.
FAIDO
7 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
8 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
9 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
9 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
10 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
11 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
13 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
13 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile