Immobili
Veicoli
tipress
Il nuovo stadio di Bellinzona
BELLINZONA
18.06.20 - 18:480

Dieci domande sullo scandalo appalti

I preventivi delle opere pubbliche a Bellinzona erano "truccati"? E perché? Il Municipio dovrà rispondere

BELLINZONA - Lo scandalo dei sorpassi di spesa a Bellinzona non si sgonfia. "Sgonfiati" invece erano - forse - i preventivi delle opere pubbliche finite nella bufera. Ad avanzare il sospetto è un'interrogazione presentata giovedì dal consigliere comunale Marco Noi (Verdi).

I cantieri del Policentro di Pianezzo, dell’Oratorio di Giubiasco e dello Stadio di Bellinzona potrebbero essere stati "svalutati" in partenza: la prassi di sottostimare i costi dei lavori, scrive Noi, sarebbe stata di casa in diversi Municipi prima dell'aggregazione nella Grande Bellinzona. Questo «per fare approvare più facilmente i progetti dai Consigli comunali».

I sorpassi di spesa sarebbero la conseguenza dei preventivi ribassati, secondo il consigliere comunale. Che pone dieci quesiti all'esecutivo cittadino, per fare chiarezza sull'accaduto. 

Le 10 domande di Noi: 

1. Indipendentemente dai sorpassi generati rispetto ai crediti stanziati, come è stata gestita la fase di raccolta e selezione dei preventivi per preparare la richiesta di credito e la fase esecutiva da parte dei vecchi Municipi per i progetti di Pianezzo, Giubiasco e del nuovo Municipio per il progetto Stadio?

2. Se corrispondesse al vero, per quali motivi i Municipi hanno ridotto i preventivi presentati ai rispettivi consigli comunali?

3. Nel caso di riduzione dei preventivi, sono stati ridotti anche i contenuti dei progetti?

4. A quanto ammontavano i preventivi degli architetti progettisti del Policentro di Pianezzo e a quanto ammontava il credito sottoposto al Consiglio comunale di Pianezzo?

5. A quanto ammontavano i preventivi dell'architetto progettista di Giubiasco e a quanto ammontava il credito sottoposto al Consiglio comunale di Giubiasco?

6. A quanto ammontavano i preventivi del progettista per il progetto dello Stadio di Bellinzona e a quanto ammontava il credito sottoposto al Consiglio comunale di Bellinzona?

7. Se i Consigli comunali avessero votato i preventivi allestiti inizialmente dagli architetti, di quanto sarebbe sforato il costo finale delle opere?

8. Per i progetti sopra citati i rispettivi Municipi competenti hanno richiesto l’esecuzione di opere o contenuti supplementari dopo lo stanziamento del credito? I sorpassi sono riconducibili a soli imprevisti esecutivi?

9. Oltre alle tre opere conosciute, ci sono attualmente altre opere in esecuzione o completate il cui credito è già stato votato e per i quali i preventivi sono stati ridotti a monte, prima di essere votati dai Consigli comunali?

10. Per le opere non ancora in cantiere – edili o di genio civile – per le quali i crediti sono già stati votati dai precedenti Consigli comunali, non ritiene il Municipio di dover a questo punto verificare se ci sono discrepanze sostanziali tra i preventivi proposti dai progettisti e i crediti votati?

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore
La legge sull'apertura dei negozi resta in vigore
Non è però prevista una commissione consultiva. Lo ha deciso il Tribunale federale
CANTONE
6 ore
Salgono i contagi, ma calano i ricoveri
Si registra anche una ulteriore vittima del virus, per un totale di 1'090 da inizio pandemia.
CANTONE
10 ore
Pochi decessi, ma «il numero dei contagi resta rilevante»
L'Ufficio del medico cantonale sulla situazione pandemica: «Molto dipenderà dalla variante circolante in futuro»
CONFINE
22 ore
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
1 gior
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
1 gior
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
1 gior
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
CANTONE
1 gior
Altri due decessi in Ticino, dieci nuove quarantene nelle scuole
Negli ospedali si contano quattro Covid-pazienti in meno, per un totale di 173.
CHIASSO
1 gior
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
1 gior
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile