Keystone - foto d'archivio
CANTONE
09.06.20 - 11:020

Una seconda ondata? Gli stock di materiale sono stati rivisti

Gli Uffici del medico e del farmacista cantonale hanno emanato nuove direttive per tutto il settore sociosanitario

Ora che non vi è più difficoltà di approvvigionamento sul mercato internazionale, «è opportuno e razionale adattare le soglie degli stock previsti dal piano pandemico».

Mascherine, guanti, camici, occhiali e disinfettante. Il 2020, con la sua pandemia di coronavirus, ha insegnato l'importanza del materiale di protezione. Ma ha anche evidenziato alcune mancanze. Il Ticino si è ritrovato durante la crisi con materiale insufficiente e taluni operatori erano addirittura sprovvisti di riserve proprie adeguate. Tanto che per garantire la fornitura del materiale di protezione necessario è dovuta intervenire la farmacia cantonale.

In previsione di una (eventuale) futura ondata pandemica, l’Ufficio del medico cantonale e l’Ufficio del farmacista cantonale hanno emanato delle nuove direttive per tutto il settore sociosanitario. In vigore dalla fine di maggio, le direttive sullo stoccaggio di materiale di protezione definiscono in termini numerici le riserve di materiale che ogni struttura, servizio o operatore deve garantire. 

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) coglie l'occasione per ribadire che «globalmente il Canton Ticino disponeva da prima dell’inizio della crisi di quantitativi di materiale di protezione superiori a quanto raccomandato dalla Confederazione in caso di pandemia influenzale. Tuttavia, il fabbisogno effettivo si è dimostrato essere superiore rispetto a quanto era stato previsto dagli esperti». Inoltre «grazie anche all'intervento della farmacia cantonale, la disponibilità di materiale è risultata sufficiente». 

Le nuove direttive - elaborate sulla scorta dell’esperienza avuta con il Covid-19 nel corso dei mesi di marzo e aprile - valgono per ospedali e istituti designati per l’assistenza ai pazienti contagiati; strutture sanitarie designate per la riabilitazione; altri ospedali e cliniche; istituti per anziani, invalidi e disabili; servizi di aiuto e cure a domicilio; servizi di soccorso preospedaliero; studi medici; farmacie; altri operatori sanitari.

Ora che non vi è più difficoltà di approvvigionamento sul mercato internazionale, «è opportuno e razionale adattare le soglie degli stock previsti dal piano pandemico per ogni operatore sanitario, servizio e struttura sulla base del consumo effettivo riscontrato nelle scorse settimane». Questo dovrebbe consentire in futuro alla farmacia cantonale, le cui scorte sono nel frattempo già state ristabilite, di intervenire nella distribuzione di materiale solo a titolo sussidiario e in una fase più avanzata dell’ondata pandemica.

Le direttive sono state pubblicate sul Foglio ufficiale 46/20 e sono consultabili al sito www.ti.ch/coronavirus.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
I consigli della Polizia fanno arrabbiare le femministe
Il collettivo "Io l'8 ogni giorno" punta il dito contro un vademecum anti-aggressione, e chiede di rimuoverlo
BELLINZONA
4 ore
I giovani ne hanno combinate (anche con il Covid)
Furti, incendi, reati sui social, assembramenti. Il punto con il Magistrato dei minorenni
LUGANO
6 ore
Colpì la giornalista con una testata, identificata dalla polizia
Si tratta di una 20enne svizzera domiciliata nel Luganese che il 30 novembre manifestava contro le restrizioni Covid
LUGANO
6 ore
La prima neve è arrivata
Da Chiasso a Mendrisio fino a parte del Luganese i primi timidi fiocchi stanno scendendo dal cielo
LUGANO
6 ore
«Concreti indizi di un movente estremista»
La 28enne di Vezia resta in carcere, arresto confermato dal giudice. L'avvocato: «Serve una perizia psichiatrica»
BELLINZONA
6 ore
Picchiato e poi chiuso in casa dagli "amici"
Nuovi dettagli sulla lite di stamattina in un appartamento. I vicini: «C'erano già stati problemi»
CANTONE
10 ore
Affitti commerciali: «Il Cantone intervenga»
Se Berna non fa sconti, il Ps chiede a Bellinzona di aiutare le imprese
CANTONE
13 ore
Nuovo calo di pazienti negli ospedali
Nelle ultime 24 ore 18 persone sono state ricoverate nelle strutture sanitarie cantonali, mentre 26 le hanno lasciate.
FOTO
BELLINZONA
13 ore
Violenta lite in appartamento, la polizia cerca i responsabili
Un 25enne domiciliato nel Luganese ha riportato leggere ferite. Prima di andarsene, lo avrebbero chiuso dentro
BELLINZONA
16 ore
«Vado avanti a morfina, chiedo giustizia»
Continua la lotta di un 30enne contro il medico che lo ha operato alla schiena: «Io, danneggiato. E nessuno risponde».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile