tipress
+2
CANTONE
06.06.20 - 15:010

«Ora incrociamo le dita»

I campeggi hanno riaperto i battenti, oggi. L'associazione di categoria: «La stagione si può ancora salvare»

LOCARNO - Sono arrivati, alla fine. I primi camper e le prime roulottes hanno piantato le tende in Ticino, timidamente. Attesissimi dalle aziende del settore, che temevano questo momento non giungesse più. 

E invece la data "x" è arrivata. Oggi, 6 giugno, i campeggi in Svizzera hanno potuto riaprire le porte ai turisti: assieme a cinema e piscine, sono tra le ultime strutture ad uscire dal lockdown imposto durante l'epidemia di Covid-19. Un trattamento "di sfavore" rispetto ad alberghi e ristoranti, che non ha mancato di sollevare polemiche nelle scorse settimane.

Le proteste sono servite? L'Associazione dei campeggi svizzeri aveva parlato di discriminazione e concorrenza sleale. Anche Ticino Turismo era intervenuta chiedendo a Berna una deroga per la Svizzera italiana (invano). I turisti e gli operatori del settore non hanno potuto fare altro che aspettare. 

Ma la nuvola della sfortuna non sembra intenzionata a spostarsi. «Purtroppo la riapertura è coincisa con un weekend di brutto tempo» osserva NIcolas Pittet, proprietario del camping Melezza di Losone e vice-presidente dell'associazione di categoria. «Il livello di occupazione è soddisfacente, ma non certo al completo. L'importante era iniziare, comunque. I turisti sono arrivati e sono ancora più felici di noi, questo ci fa un grande piacere». 

Ora non resta che incrociare le dita, e sperare nella meteo. «La stagione si può ancora salvare, almeno per quanto riguarda il Ticino» osserva Pittet. «Se non avremo bel tempo sarà un'ecatombe. Speriamo bene». 

tipress
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
16 min
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
3 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
3 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
3 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
5 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
5 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
PONTE CHIASSO
6 ore
Rifiuti dall'Italia, sequestrato un camion
La Guardia di Finanza ha fermato un carico illegale alla dogana: trasportatore denunciato per truffa
CANTONE
7 ore
Non rinnovano la richiesta per il "lavoro ridotto" e ora gli stipendi sono fermi
Credevano che l’eccezionalità della pandemia prolungasse in automatico gli aiuti. Alcuni ristoratori nei guai.
CANTONE
9 ore
Fiori d'arancio gelati dal Covid ma...
Nel 2020 i matrimoni civili sono calati del 30% e quelli in chiesa addirittura del 62 per cento
LUGANO
18 ore
«Immobili in centro a Lugano? Certo che ne ho»
L'ex presidente del PLR Fulvio Pelli si oppone al nuovo Polo Sportivo. E punta il dito contro il Municipio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile