foto lettore
+3
LUGANO
06.06.20 - 17:090
Aggiornamento : 07.06.20 - 08:27

Dopo il lockdown, la lordura

Una "epidemia" di littering alla Foce del Cassarate e sul Brè. Le foto vergognose. La Città: «Problema in aumento»

Il municipale Michele Bertini: «In queste settimane troppe scene d'inciviltà, faccio appello alla popolazione»

LUGANO - Qualcuno potrebbe rimpiangere i "bei tempi" del lockdown: strade immacolate, non una cicca per terra. Senz'altro i netturbini della Città di Lugano hanno molto più da fare, da alcune settimane. Sabato mattina, alla Foce del Cassarate si sono imbattuti in scene da post-concerto.

Lattine e bottiglie abbandonate ovunque, cestini della spazzatura strabordanti. Eppure non c'è stato nessun grande evento, ieri sera, sul Ceresio: solo l'usuale (ormai) assembramento di giovani che - in mancanza di altro, o di meglio - si riversano sulla spiaggia e sul lungofiume.

Dall'epidemia di Covid all'epidemia di littering: il salto è traumatico per i residenti, le cui foto scattate sul posto - e inviate in redazione - immortalano al contempo la maleducazione e l'indignazione, in un conflitto più esacerbato che mai. 

«Abbiamo assistito effettivamente a un aumento notevole di questi fenomeni nelle ultime settimane» conferma il capo-dicastero sicurezza e spazi urbani Michele Bertini. «La nettezza urbana sta facendo un enorme sforzo, e stiamo riflettendo sulle misure da prendere». 

Il problema non è passeggero. Gli spazi aperti stanno diventando luogo di ritrovo per sempre più persone, nel Luganese e non solo. Complice l'impossibilità (o la paura) di andare in vacanza altrove, o di frequentare luoghi chiusi, la popolazione «sta vivendo i nostri spazi aperti molto più di prima e questo è senz'altro bello» spiega Bertini. «Devo però fare un appello all'educazione delle persone». 

Il principio della responsabilità individuale, insomma, non deve andare in pensione con il lockdown. «I maleducati sono pochi ma rovinano luoghi utilizzati da molti. Sensibilizzeremo la popolazione, e potenzieremo i cestini laddove ce n'è bisogno. Ma faremo anche ricorso alle sanzioni» conclude Bertini. «La Città di Lugano è stata la prima in Ticino a dotarsi di un'ordinanza sul littering, e la faremo valere». 

Il problema non riguarda solo la Foce, ma anche la zona del Monte Brè e di Villa Helenaeum. Nelle scorse settimane sui social non sono mancati gli sfoghi (anche da parte di politici, come Lorenzo Quadri). Polemiche e spazzatura. Il ritorno alla normalità, evidentemente, passa anche da questo. 

foto lettore
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
52 min
Il Covid colpisce anche via Nassa
Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»
CANTONE
1 ora
Gobbi sorpreso dalla decisione sugli eventi: «Si parlava di fine anno»
Secondo il Presidente del Governo cantonale, la decisione porrà molte competenze e costi sulle spalle dei cantoni
CANTONE
2 ore
Pornografia fra minorenni: «A chi sgarra confischiamo il telefono»
Il fenomeno dello scambio di materiale via chat o social è in aumento. Così come le segnalazioni alla magistratura.
CONFINE
4 ore
Pregiudicato napoletano estradato a Ponte Chiasso
Gravi capi d'imputazione, da omicidio ad associazione mafiosa. Avrebbe dovuto trovarsi in custodia cautelare a Napoli
FOTO
MESOCCO (GR)
7 ore
Centro sportivo vittima dei ladri
Qualcuno si è introdotto nel locale dopo aver tentato di sfondare la vetrina e aver rotto alcune finestre
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
«I turisti persi tra marzo e maggio non si possono recuperare»
Per gli alberghi ticinesi si prospetta un calo del giro d'affari di almeno il 25%, nonostante il turismo interno
CANTONE
10 ore
Covid, due mesi senza decessi
È di 3'460 il totale dei tamponi finora risultati positivi da inizio pandemia nel nostro cantone.
FOTOGALLERY
BREGAGLIA (GR)
10 ore
Non solo acqua per produrre energia
Oltre 1'200 pannelli sono stati posati sulla diga dell'Albigna. Sarà il più grande impianto solare alpino in Svizzera.
AGNO
13 ore
Scintille tra e-biker e pedoni
La convivenza sulla frequentata passeggiata "Bill Arigoni" è messa a rischio dalla velocità dei ciclisti
CANTONE / LIBANO
13 ore
Un ticinese a Beirut: «Vivo per miracolo»
L'ex granconsigliere ha raccontato la sua esperienza durante gli scoppi: «L'appartamento è completamente distrutto»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile