deposit (immagine illustrativa)
CANTONE
04.06.20 - 15:240
Aggiornamento : 18:02

«Dopo 93 giorni mia figlia ha riabbracciato il papà e i nonni»

Il racconto di una mamma: «Il bene di mia figlia è più forte delle incomprensioni fra genitori». E anche del coronavirus

CHIASSO - «Capisco le paure di alcuni genitori sull’esercizio del diritto di visita durante la pandemia, ma questo non va confuso con le ripicche e la stupidità di negare l’esercizio di tale diritto». Georgia è mamma di un’adolescente di 15 anni. Dopo aver letto l’articolo sul Covid che separa papà e figli ha voluto raccontare l’esperienza della sua famiglia.

Per la donna quella del coronavirus, in molti casi, sarebbe infatti una semplice scusa, usata al fine di vietare all’ex coniuge d'incontrare i figli. «Molto spesso queste persone si dimenticano che, indipendentemente da tutto, il bene dei figli viene prima di qualsiasi problema o disputa tra i genitori, che comportandosi così stanno solo alimentando il loro egoismo ottuso e bieco», sottolinea.

C’è infatti chi, come sua figlia, in questo periodo non ha avuto la possibilità di abbracciare un famigliare. E non per incomprensione fra i genitori, ma per le limitazioni imposte dalle autorità alle dogane. «Mia figlia non vede il padre dal 1° marzo, confinato al di là della frontiera, in quella Lombardia focolaio del Covid», racconta la donna. Una «sofferenza» che è andata a sommarsi all’angoscia di dover rimanere rinchiusi in casa per mesi. Che per un'adolescente non è un aspetto secondario.

«Mi fa arrabbiare - prosegue Georgia - leggere che chi aveva la possibilità di vedere i propri affetti più cari non l’abbia sfruttata. Mi fa arrabbiare che in una situazione già così difficile per tutti, e soprattutto per loro, c’è chi è riuscito a rendere tutto ancora più pesante». Lei e il padre di sua figlia non si sono mai sposati. L'amore è finito. Lei, svizzera, ha continuato la sua vita in Svizzera. Lui, italiano, ha fatto altrettanto. Ma i rapporti sono rimasti ottimi.

Ecco perché ieri ha portato la figlia oltre confine, in modo che dopo 93 giorni potesse riabbracciare suo padre e i suoi nonni. Nonostante le paure, nonostante il coronavirus, nonostante tutto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
11 ore
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
12 ore
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
12 ore
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
15 ore
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
16 ore
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
CANTONE
1 gior
Vaccinazione, future mamme preoccupate
L'Eoc è confrontato con i dubbi delle donne in dolce attesa. Il primario Papadia fa chiarezza
LUGANO
1 gior
Un centro tamponi nel parcheggio del Casinò
La casa da gioco offre la possibilità di effettuare un test a tutti i suoi clienti che non dispongono del certificato.
CANTONE
1 gior
Le 24 misure del PS per trasformare il Ticino
Il progetto intende contribuire a costruire un Cantone «inclusivo, sostenibile e accogliente».
CANTONE
1 gior
Città Ticino si scopre "Sfittopoli": urge ricontare
La situazione dello sfitto nei centri appariva drammatica, invece è tragica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile