tipress
LUGANO
02.06.20 - 12:000
Aggiornamento : 15:10

Canetta lascia la Rsi

Prepensionamento per il direttore dell'emittente di Comano. Si prepara la successione

In un video il ringraziamento ai collaboratori: «Sono la grande forza e la ricchezza di questa azienda»

LUGANO - Maurizio Canetta va in pensione anticipata. Il direttore della Rsi non attenderà lo scadere "naturale" del mandato, e lascerà la guida dell'emittente pubblica nei primi mesi dell'anno prossimo. Lo ha reso noto la Rsi-Ssr in un comunicato odierno. 

Una decisione inaspettata, su cui il diretto interessato - raggiunto telefonicamente - non commenta. Lo fa invece il direttore della SSR Gilles Marchand, che in una nota ha definito Canetta «un grande esperto del mondo dei media di lingua italiana» che «durante la fase più critica della pandemia ha dimostrato ancora una volta le sue qualità giornalistiche».

Al direttore uscente verrà «offerto un giusto tributo nel momento opportuno» assicurano i vertici della Ssr. Nel frattempo fervono i preparativi per la successione. Un concorso con procedura ordinaria è atteso nei prossimi mesi, spiegano da Comano. A conti fatti, la partenza di Canetta avverrà con alcuni mesi di anticipo: il pensionamento normale avrebbe dovuto scattare a fine dicembre 2021.  

La selezione sarà gestita dal presidente della Corsi, Luigi Pedrazzini. Seguirà un periodo di affiancamento tra il direttore uscente e il successore. Proprio i tempi incerti del "subentro" in corsa - spiegano i bene informati - non hanno permesso di fissare una data precisa per la partenza effettiva di Canetta. Comunque avverrà «nei primi sei mesi dell'anno prossimo». 

In un video messaggio Canetta ha detto la sua ringraziando tutti i collaboratori dell'emittente: «Sono la grande forza e ricchezza di questa azienda». 

Una vita in Rsi: 

Maurizio Canetta, 64 anni, direttore della Radio e Televisione Svizzera di lingua italiana RSI e membro della Direzione SSR, lavora per la SSR da 40 anni.

Dopo gli studi di letteratura e filosofia all'Università di Pavia, Maurizio Canetta inizia la sua collaborazione con la RSI nel 1980, con un tirocinio come giornalista per il "Telegiornale" di Zurigo, inaugurando così la sua lunga carriera professionale. Prima redattore, poi presentatore e inviato del TG fino al 1987, quando assume il ruolo di corrispondente dal Parlamento federale svizzero. Diventa in seguito presentatore e produttore della "Domenica Sportiva" e del "Telegiornale".

Nominato capo Dipartimento Sport nel 1993, lo lascia nel 2000 per tornare all'Informazione come Capo redattore del "Telegiornale" e, dal 2007, di "Falò" e delle trasmissioni di approfondimento dell'informazione. Nominato capo dipartimento Cultura TV nel settembre del 2008 assume, nel dicembre 2010, la responsabilità del dipartimento Cultura Radio e TV. Dal 1 luglio 2012 è capo del Dipartimento Informazione sino al 1 giugno del 2014, quando il Consiglio d'amministrazione della SSR lo nomina Direttore della RSI e membro della Direzione generale SSR. Maurizio Canetta è Presidente del Consiglio di Amministrazione della "Fondazione Patrimonio culturale" e Presidente della "Comunità Radiotelevisiva Italofona". 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LAMONE
57 min
Investito da un'auto: il ciclista 81enne non ce l'ha fatta
L'anziano era stato vittima di un incidente il 14 settembre in via Cantonale a Lamone.
CANTONE
2 ore
Covid in Ticino, 26 casi e ricoverati stabili
Non ci sono nuovi decessi né nuove quarantene di classe. Fermi a quota 18 gli ospedalizzati.
FOTO
BELLINZONA
4 ore
È stata un'estate complicata per gli animali selvatici
Tra aprile e fine agosto la Spab ha dovuto soccorrere un «numero impressionante» di bestiole in difficoltà.
BELLINZONA
6 ore
Forse c'è la svolta per i due "mostri"
Palazzine lasciate a metà in Viale Olgiati: tutto fermo da inizio 2019. Proprietaria vicina alla cessione del progetto.
CANTONE
6 ore
Aghi, inchiostro e quel vuoto (formativo) da colmare
Per diventare tatuatore a oggi non esiste alcuna formazione regolamentata e ufficialmente riconosciuta.
FOTO
BREGGIA
18 ore
Gli alberi stanno tornando in piazza
Le piante erano state rimosse lo scorso marzo per i lavori di valorizzazione a Cabbio
MENDRISIO
20 ore
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
LUGANO
21 ore
Oltre 7'200 veicoli controllati durante "Bimbi sicuri"
La maggioranza degli utenti della strada si comporta con prudenza, ma c'è qualche eccezione...
LUGANO
1 gior
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
CANTONE
1 gior
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile