Immobili
Veicoli
tipress (archivio)
CANTONE
28.05.20 - 06:370

Pigioni ai tempi del Covid: «Il silenzio del Governo è scandaloso»

Il presidente dell'Asi sulle piccole e medie imprese: «Si rischia un bagno di sangue»

La proposta? «Adottare il "modello Ginevra"»

LUGANO - «È scandaloso! Dopo un mese e mezzo, da quando abbiamo scritto al Cantone, ancora tutto tace». La mancata risposta alla richiesta di intervento sulle pigioni delle piccole e medie imprese ha lasciato interdetto il presidente dell'Associazione Svizzera degli Inquilini (sezione ticinese), Adriano Venuti. «Un agire, quello del Governo - ci tiene a sottolineare -, che non ha giustificazione alcuna». Tanto che l'ASI, proprio oggi, intende muoversi con un sollecito. «Riscriverò per capire come mai un'associazione che difende i diritti di 6'500 persone non sia stata nemmeno presa considerazione».

Questo mentre, invece, in altre regione qualcosa si muove: «Specie nella Svizzera romanda, a partire dal cosiddetto "modello Ginevra", che prevede il sostegno di metà delle pigioni fino a 3'500 franchi a carico del Cantone. All'altra metà, invece, il proprietario semplicemente vi rinuncia».

Ci sono poi soluzioni ancora differenti, come quella proposta a Neuchâtel e Giura che vorrebbe la pigione (da marzo a fine giugno) coperta per il 50% dallo stato, e l'altra metà equamente distribuita tra locatario e proprietario. Per Venuti, in ogni caso, la questione non è tanto in che percentuale i singoli attori dovranno contribuire, quanto l'importanza di intervenire: «Altrimenti sarà un bagno di sangue», sottolinea. «I commercianti sono in difficoltà, con 2 mesi di inattività senza introiti e con stipendi e affitti da pagare. Il lavoro ridotto aiuta, sì, ma in minima parte».

Per il presidente dell'Asi, «riprovevole» è pure «l'assenza assoluta da parte del Governo federale». «Si spera che almeno il Parlamento, nella sessione di giugno, si esprimerà in tal senso». «Ricordiamo anche che esiste una perizia giuridica, commissionata dalla nostra associazione mantello, secondo la quale gli inquilini sono interamente o parzialmente dispensati dall’obbligo di pagare la pigione fintantoché è vietato esercitare l’attività commerciale per la quale gli spazi sono stati locati. Un accordo tra le parti eviterebbe lunghe ed estenuanti battaglie giuridiche».

Intervento anche sulle pigioni commerciali oltre i 3'500 franchi - Anche per quanto riguarda le pigioni commerciali fino a 20'000 franchi, sembra non vi sia ancora chiarezza. La commissione economia e tributi CET del Consiglio nazionale ha infatti recentemente proposto una nuova variante secondo la quale, durante la chiusura forzata, sarebbe dovuto il 40% delle pigioni commerciali. Anche qui, l'Asi è già intervenuta chiedendo di ridurre questa percentuale al 30%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
1 ora
La Soleggiata “sconfina” nel Luganese
Il progetto torna per la terza edizione, che avrà luogo anche al Parco Guidino di Paradiso
LOCARNO
4 ore
Ecco il progetto per il restauro del Pretorio di Locarno
Il Cantone ha scelto la proposta del gruppo interdisciplinare rappresentato dallo studio Bardelli Architetti associati
FOTO
LOCARNO
5 ore
«Avevamo il mondo davanti e pensavamo di poterlo cambiare»
Il 24 aprile del 1971 nasceva il primo evento autogestito in Ticino: il «Cantiere della Gioventù» a Locarno.
CANTONE
5 ore
Il PC-7 Team si allena nei cieli luganesi
Voli acrobatici sopra l'aerodromo di Agno il 1. e il 2 giugno prossimi
LUGANO
9 ore
Due foreign fighters ticinesi, pentiti ma non troppo
Negli ultimi tre anni due ticinesi sono stati condannati per avere combattuto all'estero. Li abbiamo intervistati
CANTONE
15 ore
«Ma quindi casa tua è in affitto?», c'è una nuova truffa su WhatsApp
Che segue una analoga di poco meno di un anno fa. E il consiglio del Centro di cibersicurezza di Berna vale ancora
CANTONE
20 ore
Le api ticinesi stanno un po' meglio di quelle svizzere
I nostri apicoltori sono attualmente impegnati nel raccolto primaverile. «Il miele di quest'anno è di qualità».
FOTOGALLERY E MAPPA
CANTONE
22 ore
Da Breggia a Braggio: alla scoperta dei nostri mulini
Tredici in Ticino e uno in Calanca: ecco le strutture che apriranno le porte durante la Giornata Svizzera dei Mulini.
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
San Gottardo preso d'assalto: 10 km di coda
Durante la notte la situazione si era calmata, ma in prima mattinata era già da bollino nero
CANTONE
1 gior
I frontalieri in telelavoro «vanno regolarizzati»
Un'interrogazione firmata Plr e Ppd chiede al Consiglio di Stato di attivarsi
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile