foto lettore
Ieri, fuori da un bar in via Codeborgo a Bellinzona
BELLINZONA/BASILEA
17.05.20 - 13:300
Aggiornamento : 15:06

Sabato sera da Covid: qualcuno ha sgarrato

I bar alla prova della riapertura. Come sono andate le cose?

Assembramenti da Bellinzona a Basilea. Ma la situazione in generale è sotto controllo

BELLINZONA - I bar alla prova del primo sabato post-lockdown. Ieri sera è andato tutto liscio? In generale sembra di sì. In Ticino come in Svizzera interna la maggior parte dei locali ha rigato dritto, applicando le regole del distanziamento sociale.

Ma non sono mancate le situazioni fuori controllo. A Bellinzona i lettori segnalano assembramenti di giovani in alcuni bar del centro, con 20-30 persone in un solo esercizio. Il brutto tempo - va detto - non ha favorito il distanziamento all'aperto. Ma la Polizia comunale, contattata, assicura che la situazione era monitorata e sotto controllo, e non ci sono stati interventi particolari.

Situazione ben diversa a Basilea. Nel centro storico - quartiere Steinen - alcuni locali sono stati letteralmente presi d'assalto, come mostrano le foto inviate a 20 Minuten da alcuni testimoni indignati. «Possiamo confermare che ieri in alcuni punti caldi era quasi impossibile mantenere la distanza minima a causa del numero di persone sulla strada» ha commentato un portavoce della polizia basilese.

La colpa? Non è per forza degli esercenti. Il proprietario di un bar della Turrita, dove ieri sera gli avventori erano sopra il numero consentito, è il primo a lamentarsi del malandazzo. «Dei gruppi di giovani si sono sistemati sui miei tavolini all'aperto, spostandoli e raggruppandoli». Anche qui una foto testimonia la situazione. «Avevamo sistemato tutto, nel rispetto delle distanze, ed ecco il risultato».

Un problema, quello dei tavolini all'aperto, segnalato dagli esercenti anche durante il lockdown. Gli appelli rivolti ai giovani per una maggiore responsabilità non sono mancanti, da più parti. Nei giorni scorsi, la voglia di ritrovarsi si è riversata anche lontano dai locali pubblici: come nel caso di una maxi-festa organizzata in riva al lago di Neuchâtel. Dopo tante settimane di segregazione, molti non stavano nella pelle. 

foto 20 Minuten
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
VIDEO
CANTONE
8 min
Una branco di lupi in Val Onsernone: è la prima volta
I canidi sono stati individuati tra l’alta Valle Onsernone/l’alta Valle di Vergeletto e il territorio italiano.
CANTONE
46 min
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
RIAZZINO
13 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
17 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
18 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
20 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
21 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
1 gior
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
1 gior
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
1 gior
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile