Tipress
LUGANO
14.05.20 - 18:440
Aggiornamento : 22:39

Mezzo milione ai dipendenti licenziati. Borradori: «Impegno morale»

Il sindaco parla del piano sociale che integrerà per sei mesi il pieno stipendio di chi non lavora più all'aeroporto

Borradori smentisce anche una buonuscita al direttore Maurizio Merlo

LUGANO - Un piano sociale per complessivi 500mila franchi. È la cifra che il Municipio di Lugano intende destinare alla quarantina di dipendenti rimasti senza lavoro per la liquidazione di Lugano Airport.  «Più che da una ragione giuridica - spiega il sindaco Marco Borradori, che di LASA è anche il presidente - ci sentivamo impegnati da una questione morale. Tra gli ex collaboratori dell’aeroporto parecchi avevano alle spalle una collaborazione di ultradecennale». Un legame che si è materializzato stamani nel patio di Palazzo Civico dove una quindicina di loro ha incontrato il sindaco. Presente anche il segretario di Unia Giangiorgio Gargantini che così commenta: «Si è voluto dare un futuro allo scalo, scelta che non sta a me commentare, ma esigiamo che lo stesso impegno, anche finanziario, venga messo per dare anche un futuro ai dipendenti lasciati a casa».

Il piano sociale, presentato oggi pomeriggio, ruota attorno alla disponibilità ad integrare il 20% del salario non coperto dalla disoccupazione per un periodo di 6 mesi. «È un segnale - riprende Borradori - della volontà del Municipio di trovare una soluzione soddisfacente. Frutto anche di una negoziazione con i sindacati». Ma anche con la Commissione della Gestione che avrebbe già incontrato gli stessi sindacati. È un percorso a paletti, «ma in realtà a noi interessa fare qualcosa di giusto».

Inoltre, continua Borradori, «c’è la volontà della Città di tentare di ricollocare il maggior numero delle persone possibili. Siamo già all’opera con il settore delle risorse umane». Tra le voci circolanti in questi giorni, anche quella che di una buonuscita al direttore di LASA Maurizio Merlo… voce che però il sindaco smentisce categoricamente: «Anche il direttore ha rinunciato ai bonus. Limitandosi allo stipendio base e non c’è stata nessuna liquidazione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
54 min
Una notte di (relativa) quiete dopo la tempesta
«Abbiamo terminato gli interventi e nella notte non abbiamo ricevuto nessuna richiesta», spiega Alberto Ceronetti.
CANTONE
2 ore
Pronto, centro vaccini? Due ore senza risposta
I tempi di attesa per parlare con il numero verde cantonale possono essere molto lunghi. Colpa delle vacanze?
BELLINZONA
2 ore
Paglia, i reclamatori seriali e le sue memorie
L'ex municipale, che se ne andò in seguito alla questione dei sorpassi milionari, si racconta in un libro.
FOTO
MENDRISIOTTO
16 ore
«Limitare gli spostamenti nelle zone colpite»
Emergenza nel Mendrisiotto: costituito uno Stato Maggiore regionale di condotta. L'appello della polizia agli abitanti
MESOCCO (GR)
16 ore
L'A13 piena di rotoli di plastica
Si tratta del carico che un mezzo ha perso lungo la semiautostrada in territorio di Mesocco
ROVEREDO (GR)
21 ore
Il lupi fanno incetta di pecore, anche in Mesolcina
Diverse predazioni sono avvenute in varie zone dei Grigioni. Ordinato l'abbattimento di un esemplare
CANTONE
22 ore
Covid: 31 nuovi casi, oltre la metà dei ticinesi sono vaccinati
Stabili i ricoverati, che rimangono a quota 12. Le cure intense ospitano 4 di loro.
CANTONE
1 gior
C'è un pacco sospetto per te
I pirati informatici sono in agguato: e via mail si spacciano per la Posta
CANTONE
1 gior
Viaggi e svaghi all'osso... i ticinesi pagano le tasse
La pandemia colpisce duramente il gettito, ma nella cassa delle persone fisiche le entrate sono tornate a crescere
CANTONE
1 gior
«Gli alberghi sono aperti a qualsiasi tipo di ospite»
Pernottamenti solo per vaccinati? Per il presidente di HotellerieSuisse Ticino non è un'ipotesi da considerare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile