Attilio Panzeri & Partners
LUGANO
14.05.20 - 09:350

Al via il cantiere per le passerelle Cossio e Favadin

Le due opere rientrano nel progetto che mira a migliorare la mobilità lenta nella zona fra Cadro e Pregassona.

I lavori inizieranno il prossimo 18 maggio e si protrarranno fino all'estate del 2021.

LUGANO - Il cantiere per migliorare sensibilmente la mobilità lenta nella zona fra Cadro e Pregassona è pronto a scattare. I lavori per la realizzazione di un'ulteriore tratta della rete ciclabile del Luganese - come riferito dal DT in una nota - inizieranno infatti il prossimo 18 maggio e si protrarranno fino all'estate del 2021. 

Il nuovo percorso, lungo circa 450 metri, si svilupperà attraverso il tracciato dell’ex ferrovia Lugano-Cadro-Dino e prevede l’esecuzione di due nuove passerelle.  

La prima passerella, che verrà realizzata in zona Cossio, sfrutterà quanto resta del vecchio ponte ferroviario ripristinandone il valore storico e architettonico e valorizzandone gli elementi caratteristici in metallo e pietra. La seconda sorgerà non lontano, scendendo verso Pregassona, su via Favadin.  

Il progetto - affidato allo studio Attilio Panzeri & Partners - fornirà un passaggio sicuro per pedoni e ciclisti allontanandoli dalla strada principale a partire dall’incrocio di Cossio fino a via Favadin. La nuova ciclopista permetterà agli utenti di evitare il traffico veicolare e sarà garantita maggiore sicurezza, rivalorizzando contemporaneamente gli elementi caratteristici del vecchio tracciato ferroviario.  

Il costo di circa 1.7 milioni di franchi sarà finanziato per il 35% dalla Confederazione nell’ambito del Programma d’agglomerato del Luganese, per il 36% dal Cantone, e per il 29% dalla Commissione regionale dei trasporti del Luganese (CRTL).

Attilio Panzeri & Partners
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 1 anno fa su tio
propongo che il percorso sia diviso ben visibilmente in pista ciclabile e pista pedonale. capita sempre che il ciclista ti arriva alle spalle senza campanello e tu pedone fai un balzo dallo spavento. e poi devi anche dargli la precedenza. per evitare liti meglio patti chiari.
Tato50 1 anno fa su tio
@sedelin A Gnosca hanno costruito una passerella che è un'opera d'arte costata milioni. I maggiori fruitori sono i motociclisti con moto da far paura-;((( Mettere all'imbocco qualcosa che non ne permetta il transito no eh ? Inutile scrivere perché in altro indaffarati-;((
Tato50 1 anno fa su tio
È il momento giusto per buttare soldi al vento ;-(((
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOSTALLO
5 ore
Contro la ringhiera, finisce nel prato
Ferite gravi per un'automobilista uscita di strada a Lostallo
LUGANO
7 ore
«Contenti loro, contenti tutti»
Fulvio Pelli dopo la sconfitta alle urne fa gli auguri al Polo Sportivo. «Non brontolo, staremo a vedere»
LUGANO
10 ore
Polo sportivo, ecco cosa accadrà da domani
Tutte le prossime tappe che porteranno alla costruzione del nuovo stadio e dell'intero progetto
CANTONE
11 ore
Votazioni federali: due "sì" e un "no" dal Ticino
Il 65,3% dei votanti ha dato via libera alla Legge Covid-19, mentre il 56,1% ha sostenuto l'iniziativa sugli infermieri.
LUGANO
11 ore
Paolo Beltraminelli è il nuovo presidente del PPD di Lugano
L'ex consigliere di Stato è stato nominato quest’oggi durante l'assemblea svoltasi a Pregassona
FOTO
CANTONE
16 ore
Bianco risveglio in buona parte del Ticino
A San Bernardino si misurano attualmente ben 25 centimetri di neve. Un centimetro anche a Lugano.
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
Tre temi federali e il PSE: ancora poche ore per votare
Fino a mezzogiorno sarà possibile recarsi alle urne per esprimere la propria opinione sui tre oggetti federali.
FAIDO
1 gior
«Da sola non ce l'avrei mai fatta»
Morena Pedruzzi racconta la lunga strada per uscire dall'incubo dell'attentato di Marrakesh
FAIDO
1 gior
Marrakesh, il racconto dieci anni dopo
Morena Pedruzzi è l'unica sopravvissuta ticinese all'attentato terroristico del 2011. Si racconta in un libro
CANTONE
1 gior
L'Udc non parla con la Rsi
«Troppo parziale». I democentristi domani non commenteranno le votazioni ai microfoni di Comano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile