Tio/20minuti - Davide Giordano
+3
CONFINE
18.05.20 - 08:010
Aggiornamento : 10:50

«Il cliente ticinese ci manca. Speriamo di poterlo servire al più presto»

Corsie vuote e forte calo della cifra d'affari. Oltre confine pesa l'assenza del turismo della spesa

Il direttore dell'Iper Varese: «Contiamo di rivedervi da giugno». Bennet: «Preoccupati. Contrazione significativa»

VARESE - Nonostante la spesa sia stata una delle poche uscite consentite, in Italia, sono numerosi i supermercati messi in ginocchio dal coronavius. Sulla fascia di confine, poi, a pesare si aggiunge anche un grande assente: il cliente ticinese. Non è insolito quindi vedere le corsie, anche di grandi centri, completamente deserte.

«È da due mesi che il cliente svizzero ci ha lasciati. Un'assenza che pesa e va a incidere su circa il 10 per cento della nostra cifra d'affari. Non poco», sottolinea il direttore di Iper Varese, Moreno Giuseppe Luparelli. L'augurio, come ovvio, è in uno sblocco delle frontiere: «Macinavamo tax free... L'unica cosa che possiamo augurarci è di poter ritornare a servire al più presto la clientela svizzera».

La situazione, intanto, è di quelle nere: «Su 330 dipendenti ne abbiamo, a turno, 300 in cassa integrazione. Paradossalmente in questo periodo si sono trovati avvantaggiati i piccoli supermercati sotto casa. Anche perché fino a pochi giorni fa la gente non poteva allontanarsi dal paese di residenza. Noi che siamo fuori dal centro ne abbiamo risentito pesantemente. E lo stesso la catena Esselunga, leader in Italia, che ha subito perdite a due cifre».

Non sembra andare meglio presso altre catene. Le corsie del Gran Mercato di Tavernola? Semi vuote. Lo stesso anche al Bennet (punto di riferimento degli acquisti d'oltre confine) che, contattato, ammette «un calo generale sui tre punti vendita ubicati a Lavena Ponte Tresa, Como Tavernola e Montano Lucino. Una contrazione significativa compensata dall’incremento dell’e-commerce - Bennet Drive, su tutti e tre i punti vendita».

«La situazione attuale preoccupa l'insegna - spiegano da Bennet -, tuttavia non mette in discussione la solidità dell'azienda e dei tre punti vendita in oggetto. Siamo pronti ad affrontare questo particolare periodo e fronteggiarlo con il massimo impegno».

Pressioni (contrariamente a quanto sta avvenendo in Germania, dove chiedono aperture per riconquistare il turismo dello shopping) al momento non sembrano essercene. «Ci informiamo di quello che accade in Svizzera tramite in media ticinesi - spiega Luparelli -.  Ma siamo più che altro concentrati sul gestire le procedure per ridurre le possibilità di contagio. Confidiamo che entro fine mese la situazione si sblocchi».

Tio/20minuti - Davide Giordano
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
«Sì al Polo Sportivo, ma a sette condizioni»
La sezione del Partito socialista di Lugano pretende alcune modifiche per dare il proprio assenso al progetto.
CANTONE
1 ora
In Ticino altre 22 persone positive al coronavirus
Nelle ultime ventiquattro ore non è stato registrato nessun decesso
FOTO
LUGANO
16 ore
Fuga di gas a Breganzona, bloccate le 5 vie
Grande dispiegamento di mezzi dei pompieri e della polizia e diversi disagi al traffico
CANTONE
1 gior
In Ticino altri 63 casi e un decesso
Nelle strutture ospedaliere ci sono 69 pazienti col Covid, di cui 10 in terapia intensiva
CONFINE
1 gior
A Viggiù parte la vaccinazione di massa
Dallo scorso 16 febbraio il comune al confine col Ticino si trova in zona rossa per la presenza di varianti
BELLINZONA
1 gior
Sulla mobilità lenta le polemiche corrono veloci
I Verdi attaccano il Municipale Simone Gianini per un presunto conflitto d'interesse fra due cariche «non compatibili».
CANTONE
1 gior
I radar risparmiano solo la Leventina
Ecco le località che saranno oggetto di controlli della velocità mobili e semi-stazionari.
FOTO
CASTEL SAN PIETRO
1 gior
Schiacciata da un furgone, grave una 49enne
L'incidente è avvenuto in via Alle Zocche a Castel San Pietro.
CANTONE
1 gior
Torna il sereno nelle case anziani: visite in camera e uscite consentite
Dal 1. marzo adeguate le direttive per le strutture della terza età e per le cliniche psichiatriche
FOTO E VIDEO
AIROLO
1 gior
Guasto alla seggiovia di Varozzei, nove persone evacuate in elicottero
Operazione di salvataggio, questa mattina, nel comprensorio sciistico di Airolo-Pesciüm.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile