Ti Press
CANTONE / SVIZZERA
05.05.20 - 16:530

Frontalieri: stabilità trimestrale, aumento annuale

Il 31 marzo erano 67'836, 42 in meno rispetto a dicembre ma 4'164 in più rispetto a 12 mesi fa.

A livello svizzero l'incremento è stato dello 0,4% in tre mesi e del 4,2% su base annua

NEUCHÂTEL - In Ticino nel primo trimestre dell'anno il numero di frontalieri è ammontato a 67'836, in calo dello 0,1% (-42) rispetto a dicembre. Nel paragone con lo stesso periodo del 2019 vi è però stato un aumento del 6,5% (+4164). È quanto si estrapola dai dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST).

A livello svizzero invece, l'incremento è stato dello 0,4% in tre mesi e del 4,2% su base annua a 330'077 unità. I lavoratori provengono soprattutto dalla Francia (181'064), dall'Italia (76'942) e dalla Germania (60'893).

Crescono soprattutto gli italiani - Se rispetto al precedente trimestre la variazione è minima per ogni Stato, nel raffronto con marzo 2019 si evince uno scatto dei frontalieri in arrivo dall'Italia (+7,0%), mentre la crescita di francesi (+4,1%) e soprattutto tedeschi (+1,4%) è stata inferiore.

Incognite statistiche - L'UST comunque ricorda che l'evoluzione in Ticino dal 2018 è influenzata dal trattamento dei dati in sospeso nel sistema d'informazione centrale sulla migrazione (SIMIC) cantonale. Inoltre, la pandemia di Covid-19 può aver condotto a un numero accresciuto di cessazioni d'attività verso la fine del primo trimestre 2020. Alcuni frontalieri conservano però il loro permesso di lavoro e figurano ancora nel SIMIC. La crescita statistica è dunque superiore alla situazione reale.

La maggior parte nel terziario - Per quanto riguarda i settori economici, la maggior parte dei frontalieri in Svizzera è impiegata nel terziario (220'661). La progressione è stata dello 0,2% in tre mesi e del 4,8% in un anno. I dipendenti nel secondario sono 107'284 (+0,7%, +3,1%) e nel terziario 2132 (+2,8%, +9,3%).

Tornando sul Ticino, il 64,6% degli impiegati provenienti da oltreconfine lavora nel terziario (43'836), settore in cui la crescita rispetto a marzo 2019 è stata dell'8,8%. Più contenuto (+2,5%) l'aumento nel secondario, che conta su 23'451 persone. Solo lo 0,8% della forza lavoro (549 unità) è invece attiva nel primario.

Sempre nel cantone italofono, il 61,5% dei frontalieri sono uomini, il 38,5% donne. A livello svizzero la proporzione è leggermente più squilibrata: 64,4% contro 35,6%.

Ripartizione regionale - Per quanto riguarda il resto del Paese, la regione con più frontalieri è come d'abitudine quella del Lemano (122'917), davanti alla Svizzera nordoccidentale (70'480). Dopo il Ticino, seguono quasi appaiate Espace Mittelland (28'561) e Svizzera orientale (27'561).

Nel confronto con dicembre, solo il Ticino registra un calo, seppur come detto lievissimo. Su base annua invece tutte le aree sono confrontate con un aumento: l'incremento percentuale di frontalieri nel cantone italofono è più basso solo del +6,6% osservato nella Svizzera centrale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Un insediamento diverso per il Municipio
I sette municipali di Lugano hanno giurato fedeltà alla Costituzione e alle Leggi in diretta streaming.
VERNATE
2 ore
Il nuovo Municipio giura e pure Cossi giura... vendetta
L'ex sindaco si dice pronto a battagliare con una nuova lista, il "Partito del Fare e delle Donne": «Faremo 5 su 5»
CANTONE
4 ore
Rinnovate i vostri documenti, se non volete rischiare di dover aspettare
In molti negli ultimi mesi non hanno provveduto al rinnovo. Ma con gli allentamenti la situazione cambierà
CANTONE
5 ore
Serve «un ultimo tentativo per una soluzione condivisa»
La richiesta è contenuta nel rapporto sull'autogestione firmato questa mattina in Commissione sanità e sicurezza sociale
BELLINZONA
8 ore
Nella capitale ci sarà il ballottaggio
Il PLR ha deciso: Simone Gianini andrà a sfidare il sindaco di quindicina Mario Branda.
CANTONE
8 ore
In Ticino pochi baby-bocciati
Alle scuole elementari meno di uno studente su cento deve ripetere l'anno. I dati dell'Ufficio di statistica
CANTONE
9 ore
Nasce l’ambulatorio “Long Covid” per chi fatica a riprendersi dal virus
La struttura, nata da un progetto sviluppato dalla Clinica Luganese Moncucco, aprirà i battenti il prossimo 3 di maggio.
CANTONE
9 ore
Altri 69 contagi in Ticino
Il bollettino giornaliero del medico cantonale. Nelle ultime 24 ore 6 ospedalizzazioni
CANTONE
11 ore
Prostituzione, la denuncia: «Situazione fuori controllo»
Il gerente dell'Oceano scrive a Gobbi: «Troppe ragazze irregolari e non sicure».
CANTONE
13 ore
Palestre aperte, ma si suda anche per le regole da rispettare
Distanze da tenere, prenotazioni da fare, divieti da rispettare. Questo quanto imposto dal Consiglio federale.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile