Keystone
CANTONE
06.05.20 - 06:300
Aggiornamento : 10:51

Le agenzie di viaggio: «Senza clienti in pochissimi riapriranno»

Un esperto del settore denuncia l'incertezza con cui si trova confrontato l'intero comparto vacanze

La previsione: «Senza la garanzia di aiuti come il lavoro ridotto per tutto il 2020 la metà delle agenzie viaggi saranno costrette a chiudere»

LUGANO - Alzi la mano chi non si è mai rivolto a un amico che lavora in un’agenzia di viaggi di fronte, magari, a un problema con un volo acquistato su Internet. Quando si parla di crisi del settore alberghiero dovuta alla pandemia attuale si fa riferimento ai ristoranti, agli alberghi, alle compagnie aeree. In pochi si ricordano che esistono anche le agenzie di viaggio. Eppure in Svizzera ce ne sono 1500, tra agenzie e tour operator. Un settore che dà lavoro a 8000 persone e che genera un fatturato di circa 6 miliardi di franchi. In Ticino le agenzie di viaggio sparse sul territorio sono poco meno di un centinaio. 

Tra queste c’è anche la Gateway Tours, gestita da Sandro Fabretto in pieno centro a Lugano.  Il Consiglio federale ha deciso che potrà riaprire l’11 maggio. Sembrerebbe apparentemente una notizia positiva, e invece da quella data per le agenzie di viaggio inizia il vero dramma. «Innanzitutto saranno in pochissimi a poter riaprire – ci spiega Sandro Fabretto, che in passato è stato anche presidente dell'Associazione Ticinese Agenzie Viaggi – e questo per una semplice ragione: non avranno clienti. Ci sono voluti pochi giorni per chiudere Paesi, cancellare voli, chiudere tutte le infrastrutture turistiche, ma ci vorranno moltissimi mesi per riattivare tutto ciò. Le agenzie viaggi non avranno clienti semplicemente perché il nostro settore dipenderà da come e quando i Paesi, in cui i viaggiatori vorranno recarsi, riapriranno le loro frontiere; dipenderà da quando le compagnie aeree ripristineranno le rotte cancellate, da come saranno le limitazioni dei vari governi; dipenderà non da ultimo da quante persone potranno ancora permettersi una vacanza».

Insomma per Fabretto una cosa è sicura il suo settore «sarà indubbiamente l’ultimo a ripartire», altro che 11 maggio. E affronta questa riapertura con un’amara consapevolezza: «Se le apprezzatissime misure di aiuto, e penso al lavoro ridotto, del  nostro governo non dovessero essere garantite almeno per tutto il 2020, in Svizzera oltre il 50% delle agenzie viaggi sarà costretta a chiudere».

Uno scenario a tinte fosche, una spada di Damocle per un settore – quello delle agenzie – da sempre bistrattato e sottovalutato con l’arrivo di Internet. In fondo un viaggio si può comprare tranquillamente on line. «Certo - incalza Fabretto -sappiate però che dietro ad ogni portale che trovate nel web ci sono sempre e comunque dei Tour Operator, gli stessi operatori che distribuiscono l’offerta globale attraverso le agenzie di viaggio oppure online. Sappiate ad esempio che prenotare online non costa meno rispetto a prenotare in agenzia, e che se prenotate un viaggio nella vostra agenzia viaggi, i vostri soldi sono garantiti (per tutte le agenzie appartenenti ad un fondo di garanzia svizzero, ndr), al contrario di quello che succede sul web, e che un’agenzia  vi consiglia, vi organizza e vi aiuta tutelando i vostri interessi, a risolvere i vari problemi». Già, chissà quanti viaggiatori “fai da te”, nell’emergenza Covid-19, avranno avuto modo di constatarlo di persona.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 3 mesi fa su tio
La difficoltà stà nel fatto che le nazioni non sono d'accordo di riaprire voli a destra e a manca. Non sono i viaggiatori che mancano: dimenticano presto, e i nostri saranno pronti a partire immaginandosi di trovare alla loro meta, quello che hanno quì
seo56 3 mesi fa su tio
Poco male!
Fran 3 mesi fa su tio
Se non aprono le dogane come si dovrebbe viaggiare!? Tutto incerto sulle aperture - ma di cosa parliamo!
Nesh online 3 mesi fa su fb
➡️(https://youtu.be/3Lf-ydBeaFM)⬅️
bimbogimbo 3 mesi fa su tio
Tanto era già un settore destinato a diventare di nicchia. Utile solo per anziani, chi non ha voglia di organizzarsi un viaggio da solo, o per viaggi complessi e particolari. Questo brutto scossone/momento non ha fatto altro che velocizzare il processo. D’altronde è la regola della domanda e dell’offerta. Mi dispiace d’altro canto per i molti collaboratori di questo settore che saranno costretti a rimboccarsi le maniche e cercare un altro impiego... a loro va tutta la mia stima.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 ora
Toh, in Viale Franscini sono spuntate delle balene
È il murale realizzato sulla parete di un palazzo dal collettivo Nevercrew
CANTONE
2 ore
No del Governo alla mascherina: «È una decisione politica»
Il dottor Garzoni si dice convinto che il Consiglio di Stato sarà disposto a introdurre l'obbligo se i numeri saliranno.
CANTONE
3 ore
San Giorgio: svelato il mistero del rettile col supercollo
I ricercatori hanno stabilito che si trattava di un animale acquatico, ma non era un nuotatore efficiente
CANTONE
7 ore
No all'obbligo d'indossare la mascherina negli spazi chiusi
Norman Gobbi: «Non sarebbe stata una misura proporzionata visti i pochi casi che ci sono in Ticino»
CANTONE / ITALIA
7 ore
Riciclava soldi per il boss a Lugano
Sequestrati tre milioni di euro a un’avvocatessa di Milano legata al camorrista Vincenzo Guida.
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Tra ritardi e Covid, festeggiamenti ridotti per la galleria del Ceneri
Venerdì 4 settembre l'inaugurazione ufficiale. Inizialmente erano previsti 650 ospiti, ma non sarà così
CANTONE
11 ore
Un nuovo caso di Covid-19 in Ticino, anche un ricovero in più
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'446. Il numero di decessi resta fermo a 350.
BLENIO
15 ore
«Rilanceremo il cioccolato della Cima Norma»
Gastronomia e cultura. Ecco l’affascinante progetto di Abouzar Rahmani, 39 anni, imprenditore di Morcote.
CANTONE
15 ore
«Annunciarsi in ritardo è da furbi»
La hotline per chi rientra da paesi a rischio Covid lavora a pieno ritmo. Ma non mancano i problemi
BEDRETTO
22 ore
Moto completamente distrutta dalle fiamme
L'incendio si è sviluppato oggi attorno alle 21 sulla strada del Passo della Novena
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile