Archivio Tipress
CANTONE
05.05.20 - 13:390

Il battello dei frontalieri... fino a Melide

La SNL propone di estendere la linea Porto Ceresio-Morcote per agevolare gli spostamenti dei lavoratori

LUGANO - Il trasporto transfrontaliero in piena sicurezza può avvenire via lago, ma è meglio estendere la tratta di navigazione Porto Ceresio-Morcote fino a Melide. È la proposta che la Società navigazione del lago di Lugano (SNL) ha trasmesso ad autorità ticinesi e lombarde. Si parla di una fase sperimentale per il mese di maggio.

«L’iniziativa potenzierà in maniera cospicua il collegamento via lago tra Svizzera e Italia che già rappresenta una valida ed efficace alternativa ecologica al trasporto individuale su strada e consente anche una notevole riduzione delle tempistiche di raggiungimento del luogo di lavoro rispetto all’automobile» si legge in una nota odierna, che ricorda: «Attualmente, i lavoratori transfrontalieri affrontano quotidianamente lunghe code per recarsi sul luogo di lavoro, anche a causa delle restrizioni sanitarie e doganali contingenti».

Sul fronte sanitario - assicura la SNL - a bordo dei battelli è garantito il pieno rispetto delle misure di contenimento e di distanza sociale disposte dalla Confederazione e dalle autorità italiane.

Il progetto, spiega ancora la società, intende ora potenziare ulteriormente il ruolo di scambio intermodale di Porto Ceresio: si tratta, inizialmente, di prolungare la tratta fino a Melide, per arrivare poi a Lugano. «Melide, in particolare, rappresenta un nodo di interscambio fondamentale all'interno del territorio grazie ai suoi collegamenti con ferrovia, strade e autostrada».

La linea Morcote-Porto Ceresio fa parte della Comunità tariffale arcobaleno, dunque, per quanto concerne l’iniziativa ideata, «è possibile proporre un prezzo simbolico di 10 franchi (andata/ritorno) per l’estensione fino a Melide, compresa anche una fermata aggiuntiva a Brusino Arsizio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
4 ore
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
6 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
8 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
CANTONE
12 ore
Denuncia "il malandazzo" in ufficio, parte la procedura di licenziamento
Sul caso avvenuto all'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS) l'MPS ha presentato un'interpellanza
FOTO E VIDEO
CANTONE
12 ore
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
15 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
15 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
16 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
17 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
17 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile