Archivio Tipress
LUGANO
06.05.20 - 08:000
Aggiornamento : 12:50

«Vogliamo far capire che la mascherina è anche un gesto di solidarietà»

La TPL si prepara per l'aumento dei viaggiatori previsto a partire dal prossimo 11 maggio

L'invito è di evitare gli orari di punta. In ogni caso le corse saranno ottimizzate. Jelmini: «È un gioco di squadra»

MOBILITÀ

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Mascherine obbligatorie per il personale che lavora a contatto coi clienti. E raccomandate per gli utenti quando non è possibile rispettare la distanza sociale di due metri. Lo prevede il piano di protezione per i trasporti pubblici durante la pandemia di Covid-19, che sarà uno strumento fondamentale a partire dal prossimo lunedì 11 maggio, con la riapertura di scuole obbligatorie, negozi ed esercizi pubblici. E che si basa - come si legge nel documento stesso - «sul senso di responsabilità individuale e sulla solidarietà dei clienti».

Un senso di responsabilità che la Trasporti pubblici luganesi SA (TPL) intende rafforzare, inizialmente con la distribuzione di mascherine gratuite ai passeggeri. E in seguito i detentori di un titolo di trasporto avranno la possibilità di acquistarla al prezzo di costo negli snodi di maggiore affluenza.

«Personalmente ritengo che a bordo dei mezzi pubblici, dove è difficile mantenere le distanze sociali, è opportuno che tutti indossino la mascherina» ci dice Angelo Jelmini, municipale e presidente del CdA di TPL. E aggiunge: «Quella del Consiglio federale è una raccomandazione, ma tutti dovrebbero sentire l'obbligo morale nei confronti degli altri, per proteggere la comunità: lo fai per tutelare gli altri».

L'azienda si sta quindi organizzando per contribuire a concretizzare il senso di responsabilità degli utenti. Utenti che riceveranno una mascherina omaggio nei punti nevralgici della rete di trasporto: «Pensiamo alla pensilina e alla stazione FFS, ma stiamo valutando anche altre fermate con forte afflusso di persone, per esempio quelle presso i Park&Ride nord».

Mani disinfettate - Il piano di protezione punta anche sull'igiene delle mani. In ambito ferroviario, nelle stazioni più grandi saranno disponibili dispenser di disinfettante. E ci sta pensando anche TPL, che intende posizionare dei distributori automatici in pensilina.

Gli orari di punta - Per le distanze sociali, gli orari di punta sono particolarmente critici. Ed è per questo che - prima di tutto - le imprese di trasporto pubblico esortano i viaggiatori a evitare le fasce più frequentate. Ma se non fosse possibile, TPL mira a ottimizzare al massimo la presenza di bus e a introdurre eventuali corse supplementari negli orari di punta. «Il singolo dovrà aiutarsi, cercando di spostarsi prima o dopo» sottolinea ancora il presidente del CdA, assicurando comunque che sarà sempre possibile salire a bordo dei bus.

«Un lavoro di squadra» - A partire dall'11 maggio ci vorrà «un lavoro di squadra», conclude Jelmini: «Da una parte il mezzo pubblico, dall'altra i singoli utenti: ognuno ha i suoi compiti, insieme ce la faremo».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
41 min
Covid: sette ricoveri, ma 17 dimessi
Nelle ultime 24 ore sono 48 i nuovi positivi al Coronavirus. Purtroppo ci sono anche 4 vittime.
MENDRISIO
50 min
Con 400 grammi di eroina in auto: arrestato un 19enne
Il giovane è stato fermato martedì 26 gennaio nei pressi dello svincolo di Mendrisio dalle guardie di confine.
CANTONE
1 ora
L’ex funzionario DSS: «Ho ricevuto telefonate e messaggi anonimi»
Si è aperto il processo in appello per abusi sessuali avvenuti tra il 2004 e 2005.
CANTONE
2 ore
Valanghe, bollino rosso nell'Alto Ticino
Allerta di grado 4 nell'Alta Leventina e nella Valle Bedretto, sopra i 1'800 metri
LUGANO
3 ore
«Quel ragazzo disabile va vaccinato»
Una madre alle prese col figlio “che non sta mai fermo” e che non rispetta le misure anti Covid. Vaccino negato.
CANTONE
5 ore
L'ex funzionario DSS torna alla sbarra
Si apre oggi il processo in Appello. Ma stavolta si trattano soltanto i fatti relativi a una delle tre vittime
CANTONE
5 ore
Telelavoro obbligatorio, ma stesso traffico
La conta dei veicoli mostra che la chiusura dei negozi avrebbe inciso più dello smart working che marcia sul posto
BELLINZONA
14 ore
«Non abbiamo potuto dirgli addio»
L'ultimo saluto è un diritto garantito (in teoria) anche in tempi di Covid. Ma allo Iosi qualcosa è andato storto
LUGANO
16 ore
«Abbiamo bisogno di quest'opera»
Dopo l'annunciato referendum dell'Mps, Roberto Badaracco interviene in difesa del nuovo stadio di Cornaredo
FOTO
CANTONE
18 ore
Neve fin nel Sottoceneri e forti disagi a nord
Un furgone è andato a sbattere sul'A2, all'altezza di Faido.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile