Tipress
CANTONE
04.05.20 - 09:040

Quadri chiede una “finestra di crisi” contro nuovi permessi G e B

Il consigliere nazionale punta il dito contro il Consiglio federale: «Avete mandato il Ticino allo sbaraglio»

Per Quadri «è intollerabile che il Consiglio federale adesso prema per il ripristino integrale della libera circolazione delle persone quando il numero di disoccupati ticinesi è destinato ad aumentare drammaticamente»

BERNA/LUGANO - Appena chiusa la “finestra di crisi” sanitaria, il consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede al Consiglio federale di riaprirne un’altra, economica ma direttamente legata alla pandemia.

«Il Ticino - si legge nella mozione inoltrata oggi dal leghista - deve essere autorizzato a respingere le nuove richieste di permessi G (per frontalieri, ndr) e B (dimora, ndr) applicando con il massimo rigore la preferenza indigena nella forma votata dal popolo – non certo nell’inutile versione “light” approvata dalle Camere federali – e questo alfine di sostenere il ricollocamento dei disoccupati ticinesi».

L’emergenza sanitaria generata dal coronavirus, sottolinea il deputato, «è evidente che sfocerà in un’emergenza economica, occupazionale e sociale». Il Ticino risulta essere una delle regioni più colpite al mondo dal virus in proporzione al numero degli abitanti. In questa situazione, afferma Quadri, «una pesante responsabilità la porta il rifiuto del Consiglio federale di chiudere per tempo le frontiere con l’Italia con motivazioni grottesche, del tenore “il virus non si ferma ai confini”. Il Ticino è stato mandato allo sbaraglio dal Consiglio federale».

In questo contesto, continua il consigliere nazionale, «è intollerabile che il Consiglio federale adesso prema per il ripristino integrale della libera circolazione delle persone ed il ritorno al rilascio di nuovi permessi G e B quando, a seguito della crisi economica da coronavirus, il numero di disoccupati ticinesi è destinato ad aumentare drammaticamente». 

TOP NEWS Ticino
ORIGLIO
2 min
Devastata nella notte un'ala della scuola Steiner
La direttrice: «Hanno voluto portare distruzione, un gesto fatto con cattiveria»
CANTONE
31 min
Altri 27 contagi in Ticino
Nessun decesso nelle ultime 24 ore. I dati del medico cantonale
LOCARNO
1 ora
Dall'Eoc una maxi-offerta per la clinica
Quasi 8 milioni di franchi per la Santa Chiara di Locarno: le cifre riferite dal Caffè
LUGANO
18 ore
Festeggiato il 25esimo Dies academicus dell'USI
Il rettore Boas Erez: «Abbiamo voluto festeggiare in tutto il Cantone, da Nord a Sud».
CANTONE
1 gior
Covid, in Ticino altri 63 contagi
Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Il bollettino del medico cantonale
CANTONE
1 gior
«Caro Job Mentor, ti racconto come si diventa un fantasma»
Un ex impiegato di banca finito in assistenza spiega cosa dirà alla nuova figura chiamata ad aiutare gli over 50
FOTO
BELLINZONA
1 gior
La cagnolina finisce nel crepaccio, la salva la Spab
Avventura a lieto fine per una flat-gordon di sei anni mercoledì lungo il sentiero "Via dell'Acqua" in Val Morobbia.
CANTONE
1 gior
Radar un po' ovunque, ma soprattutto nel Luganese
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti dal 10 al 16 maggio
VIDEO
BELLINZONA
1 gior
Branda nel fiume, Gianini sul Pizzo: parte il conto alla rovescia
Aria di ballottaggio nella Capitale. Il video di Tio/20Minuti tra la gente e con i due candidati, piuttosto golosi.
ORIGLIO
1 gior
Tutta la scuola Steiner in quarantena
Su circa 220 persone, fra allievi e docenti, sono già stati riscontrati 23 casi positivi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile