Archivio Tipress
CANTONE
04.05.20 - 06:300
Aggiornamento : 09:53

«Le mascherine vanno usate di più»

Lo dice il dottor Christian Garzoni, sottolineando che bisogna comunque lavarsi le mani

LUGANO - Mascherina sì o mascherina no? La questione è molto dibattuta, ancora di più ora che la Svizzera ha avviato un graduale e lento ritorno alla normalità. Secondo un recente sondaggio Tamedia sul coronavirus, oltre la metà della popolazione elvetica (il 59%, in Ticino addirittura il 77%) si dice favorevole a un obbligo di mascherina.

Ma la Confederazione lo ha ribadito a più riprese: ne raccomanda l'uso quando le distanze sociali non sono garantite, e serve agli operatori sanitari e ai malati per non infettare i sani, «non è comunque proibito indossarle». Nel frattempo le imprese di trasporto pubblico hanno stabilito che a partire dal prossimo 11 maggio, quando scatterà l’aumento dell’offerta, a bordo dei mezzi la mascherina sarà raccomandata quando non è possibile mantenere le distanze.

Una recente relazione della task-force elvetica sul Covid-19 che tratta proprio la questione della mascherina è giunta alla conclusione che il rapporto rischio-beneficio gioca in gran parte a favore dell’uso generalizzato delle mascherine in quelle situazioni, appunto, in cui non si riesce a rispettare la distanza sociale. A patto comunque che sia accompagnato dall’igiene delle mani.

«Usiamola di più» - «È una strategia della politica sanitaria elvetica: si usano le raccomandazioni, non gli obblighi. Lo stesso avviene per i vaccini» ci dice il medico Christian Garzoni, specialista in malattie infettive e direttore sanitario alla Clinica Luganese Moncucco. «La raccomandazione va però resa un po’ più chiara ed esplicita: la mascherina va usata di più dove la distanza non è mantenuta».

Si parla dunque di situazioni in cui non è possibile mantenere la dovuta distanza sociale. «Si potrebbero fornire indicazioni più puntuali: sui mezzi pubblici, nelle interazioni sul luogo di lavoro e in ambienti di lavoro in locali chiusi quando non c’è la certezza delle distanze, e magari anche negli esercizi pubblici» afferma il medico.

L’aumento dell’interazione - Insomma, le autorità federali hanno cominciato ad allentare i provvedimenti contro la diffusione del nuovo coronavirus e le persone hanno voglia di uscire di casa, di tornare a incontrarsi. «Ora che si torna fortunatamente a interagire di più con gli altri, ben venga uno strumento come la mascherina che ci può proteggere dalla diffusione del virus».

Lo sottolinea la task-force scientifica. E lo ribadisce anche il dottor Garzoni: «La mascherina non sostituisce però una corretta igiene delle mani e il mantenimento della distanza sociale nel limite del possibile». Il rapporto del gruppo di esperti osserva, comunque, che nessuno studio evidenzia un calo del rispetto delle norme igieniche a causa dell’impiego della mascherina. Non escludendo comunque che il rischio esista.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
«Io, lavoratore indipendente in attesa dell'IPG»
A causa della pandemia, le casse di compensazione sono confrontate con migliaia di richieste
CANTONE
9 ore
Con la pandemia, i giovani vogliono diventare infermieri
Cresce l'interesse per la relativa formazione professionale. Alla SUPSI le domande d'ammissione sono aumentate del 10%
LUGANO
9 ore
Direttrice licenziata «di comune accordo»
Sandra Castellano non guiderà più Casa Santa Elisabetta. Causa riorganizzazione
CANTONE
11 ore
Allerta meteo: «Utilizzate l'auto soltanto se necessario»
Le indicazioni della polizia in vista delle nevicate annunciate nei prossimi giorni
CANTONE
11 ore
Alla sbarra per abusi su minori: «Fatti di una gravità inaudita»
Oltre 100 gli episodi di cui si sarebbe macchiato il 77enne.
CANTONE
12 ore
Spacciatore in manette
Si tratta di un trentenne del Luganese. A casa sua sono state trovate alcune decine di grammi di cocaina
Attualità
13 ore
Ladri e borseggiatori non vanno in vacanza: scatta Prevena 2020
Anche quest'anno la polizia mette in guardia la popolazione in vista del periodo natalizio
CANTONE
16 ore
Ecco la conferma: è allerta neve
MeteoSvizzera dirama un avviso di "pericolo forte", con la fase più intensa prevista venerdì tra le 6 e le 18
SONDAGGIO
CANTONE
17 ore
Ecco la rivoluzione del trasporto pubblico
Mancano meno di due settimane al giorno X: il prossimo 13 dicembre sarà messo in esercizio il tunnel del Ceneri
CANTONE
18 ore
Covid, 270 casi e 8 decessi in Ticino
Sono 329 le persone ricoverate col Covid-19. Un dato in diminuzione per il quarto giorno consecutivo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile