Tipress (immagine illustrativa)
CANTONE/SVIZZERA
30.04.20 - 10:230
Aggiornamento : 10:48

Un caso a Lugano... e il virus era già nelle fogne

L'acqua potabile è sicura. Ma le analisi permettono di ricostruire l'andamento della pandemia

LOSANNA/ZURIGO - Quando a Lugano era stato segnalato il primo paziente positivo Covid-19 ufficiale, il virus era già nelle fogne. «Siamo rimasti sorpresi di essere riusciti a individuarne la presenza». Così Tamar Kohn del Politecnico federale di Losanna (EPFL). Ricercatori dell'EPFL e del Politecnico federale di Zurigo (ETH) sono infatti riusciti a rintracciare il coronavirus nelle acque reflue, anche quando era presente in piccolissime quantità. La cosa non mette in pericolo l'acqua potabile, ma permette interventi importanti.

I team di ricercatori stanno ora cercando di ottimizzare il sistema d'individuazione del virus, si legge in un comunicato odierno. Con analisi rapide ed efficaci si potrà scoprire la sua presenza una settimana prima rispetto ai test clinici sui pazienti, un'arma utilissima durante il deconfinamento.

A Lugano, Losanna e Zurigo sono state analizzate le acque di scarico e, nel caso di Lugano e Zurigo, prelievi sono stati effettuati già a fine febbraio, in concomitanza dei primi casi. In tutti i campioni i ricercatori sono riusciti a scovare il virus.

Nessun pericolo - I ricercatori ne approfittano ancora una volta per rassicurare la popolazione: il virus non si diffonde attraverso l'acqua e quella potabile in Svizzera possiede qualità igieniche eccezionali. Può quindi essere bevuta senza problemi anche durante la pandemia.

Già l'Ufficio federale dell'ambiente aveva sottolineato che l'acqua non rappresentava un pericolo, poiché il virus vi sopravvive solo poco tempo. Per questo motivo, nemmeno un contagio facendo il bagno in fiumi o laghi è probabile.

Prevenzione - Ad oggi i test effettuati potranno essere utilizzati soprattutto per ricostruire in seconda battuta la curva del virus, ma ci vorranno ancora settimane per completare le analisi.

Lo scopo vero è però la prevenzione e l'individuazione rapida dell'epidemia. Analizzando circa venti impianti di depurazione ben distribuiti sul territorio, è possibile tenere sotto controllo gli scarichi di 2,5 milioni di persone.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
36 min
Fiamme da una canna fumaria, intervengono i pompieri
L'incendio, divampato questa mattina a Cugnasco, si è parzialmente propagato al tetto.
RIVA SAN VITALE
53 min
A processo per tentato omicidio
Rinviata a giudizio la 43enne che sei mesi fa accoltellò al collo il compagno.
BOSCO GURIN
13 ore
«Rabbia per l'ingiustizia subita...» da Frapolli
Fumata nera dopo gli incontri: niente sconti a maestri e bambini da parte del gestore degli impianti
CANTONE
15 ore
«Aumento delle indennità al Gran Consiglio? No, grazie»
Presentata un'iniziativa parlamentare che chiede lo stralcio dell'automatismo degli aumenti
CANTONE
17 ore
Radar, ecco dove
Come ogni venerdì la Polizia comunica le località in cui potrebbero esserci controlli della velocità.
CANTONE
17 ore
Eoc, terza dose ai dipendenti over 50
L'Ente ospedaliero apre il richiamo vaccinale per i collaboratori a contatto con i pazienti
FOTO
BIOGGIO
18 ore
Sbaglia strada per colpa del navigatore e “sprofonda” in un terreno agricolo
È un'autocisterna la protagonista dell'episodio che si è verificato negli scorsi giorni a Bioggio. Sul posto i pompieri
LUGANO
20 ore
«Questo non è un vaccino flop»
Perché siamo di nuovo nei guai a causa del Covid? Cosa è stato sbagliato? Il booster ha senso?
CANTONE 
23 ore
Psico-flop universitario per «un errore dell'orientamento scolastico»
Otto deputati puntano il dito contro il DECS: «Come è possibile non essersi accorti per due anni del cambiamento?»
VIRA GAMBAROGNO
1 gior
Otto chili di eroina nell'auto
Controlli antidroga nel Gambarogno: arrestato un giovane albanese
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile