Immobili
Veicoli
Nove anni dall'attentato di Marrakech, oggi lì non c'è nessuno
Keystone - foto d'archivio
Il 28 aprile 2011 il Caffè Argana di Marrakech venne colpito da un attentato terroristico.Persero la vita Corrado "Mondo" Mondada, Cristina "Chichi" Caccia e André Da Silva Costa. Morena Pedruzzi è l'unica sopravvissuta.
CANTONE / MAROCCO
28.04.20 - 14:210
Aggiornamento : 04.05.20 - 07:01

Nove anni dall'attentato di Marrakech, oggi lì non c'è nessuno

Era il 28 aprile 2011 quando la follia terroristica toccò il nostro cantone. Al Caffè Argana c'erano quattro ticinesi.

Alla cerimonia di commemorazione quest'anno possono assistere solo le famiglie delle vittime marocchine.

CADENAZZO - Sono passati nove anni. 3’288 giorni da quel giorno che spezzò la vita a Corrado Mondada, Cristina Caccia e André Da Silva Costa, e cambiò per sempre quella di Morena Pedruzzi. Era il 28 aprile 2011 quando una bomba, alle 11.30 locali (le 12.30 in Svizzera), esplose nel Caffè Argana di Marrakech, uccidendo 17 persone. Tra loro i tre ticinesi.

Corrado (“Mondo”) e André morirono in quel Caffè, Cristina tornò in Svizzera con un volo della Rega, ma morì il 6 maggio all’ospedale di Zurigo. Morena fu l’unica a sopravvivere, nonostante le ferite gravissime, e tornò in Ticino in agosto dopo un lungo ricovero.

Era la prima volta che il Ticino veniva toccato direttamente dal terrorismo. E lo faceva nel modo peggiore. Con quattro suoi giovani colpevoli solo di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Erano lì per una vacanza tra amici e tre di loro non hanno fatto rientro a casa.

Ogni anno a Marrakech si celebra una cerimonia commemorativa. Arnaldo Caccia, papà di Cristina (conosciuta come Chichi), vi ha sempre presenziato. Ma quest’anno il coronavirus gli impedisce di essere lì, su quella famosa piazza Jamâa El-Fna, per rendere omaggio a sua figlia e ai suoi amici. «Stamattina in ogni caso terranno una piccola cerimonia in cui presenzieranno le autorità marocchine e i rappresentanti delle famiglie locali. Saranno loro a ricordare tutte le vittime, anche per noi». Ma «appena si potrà tornare a volare, l'associazione francese organizzerà una nuova cerimonia dove potremo partecipare anche noi - ci spiega -. Sarà entro la fine dell'anno».

Oggi alla stele commemorativa, posata un anno dopo l’attentato insieme a un ulivo, simbolo di pace, Arnaldo non potrà esserci, al fianco dei parenti delle altre vittime. «È il primo anno che non posso andare. Io e mia moglie oggi viviamo questo momento con un po' di solitudine - ammette -. Ma abbiamo già ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà, segno che il Ticino non dimentica. In giornata ci sentiremo anche sicuramente con le famiglie di Corrado e André».

Arnaldo Caccia
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore
«Dei genitori non ci portano più i loro bambini»
Parte dei club sportivi ticinesi hanno deciso, come in vigore per le scuole, di imporre la mascherina ai bambini.
POSCHIAVO (GR)
6 ore
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CANTONE
14 ore
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
16 ore
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
LUGANO
18 ore
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
18 ore
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
1 gior
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
1 gior
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
1 gior
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
FOTO
CANTONE
1 gior
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile