TiPress - foto d'archivio
CANTONE
21.04.20 - 15:470

Infermieri, verso una professione più attrattiva

È l'obiettivo che dovrà essere conseguito nel futuro, secondo il sindacato OCST. E bisogna offrire condizioni migliori.

Il primo "banco di prova"? Il rinnovo del contratto collettivo di lavoro dell’EOC

BELLINZONA - Quando si sarà spento l'eco dell'ultimo applauso, che ne sarà del personale sociosanitario e degli infermieri? Lo ha chiesto in una lettera aperta al Parlamento l'Associazione svizzera infermiere e infermieri (ASI) che chiede salari più elevati, migliori condizioni di lavoro e un rafforzamento della formazione. E lo domanda ora anche la sezione ticinese dell'OCST.

In questo periodo tutti hanno capito quanto sia fondamentale il personale sociosanitario. «La vera sfida sarà quella di rendere nuovamente attrattiva le professioni in ambito sanitario e, prioritariamente, quella di infermiere». La pandemia ha infatti anche evidenziato la dipendenza dal personale estero.

L'OCST, in vista di un futuro con condizioni migliori e più attrattive, mette quindi in luce i problemi che vengono riscontrati nella professione di infermiere. «Si va da una bassa identificazione con la professione - che nel tempo ha assunto sempre più elementi di natura amministrativa e sempre meno di cura e contatto con i pazienti -, dall’eccessivo carico di lavoro dato da una dotazione del personale insufficiente, dalla difficoltà di conciliare lavoro e famiglia, dalle condizioni salariali ed altri ancora». Ed è su questi aspetti che «bisognerà intervenire».

Per il sindacato, il primo "banco di prova" sarà il rinnovo del contratto collettivo di lavoro dell’Ente ospedaliero cantonale che sarà discusso il prossimo anno. «In quell’occasione dovrà essere preso in considerazione concretamente il sostegno popolare e politico espresso in queste settimane a favore di chi opera nella sanità del nostro cantone».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
1 ora
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
3 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
5 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
CANTONE
8 ore
Denuncia "il malandazzo" in ufficio, parte la procedura di licenziamento
Sul caso avvenuto all'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS) l'MPS ha presentato un'interpellanza
FOTO E VIDEO
CANTONE
9 ore
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
12 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
12 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
12 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
13 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
14 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile