Archivio TiPress
CANTONE
20.04.20 - 21:070

In crisi anche il settore automobilistico ticinese, aprile da incubo

Le immatricolazioni delle auto sono calate ad aprile dell'85%

BELLINZONA - Il coronavirus sta avendo un duro impatto anche su un settore di cui si parla poco: il mercato dell'auto.

Il settore si trova in piena crisi, anche nel nostro Cantone. La conferma arriva da Roberto Bonfanti, Presidente dell'Unione Professionale Svizzera dell'Automobile (UPSA) sezione Ticino, che si è espresso sulla vicenda in un'intervista rilasciata a Radio Ticino.

«Il settore sta subendo un forte colpo, le immatricolazioni sono scese notevolmente a Marzo, nel periodo di aprile ci stiamo attestando ad un calo dell'85%, e anche per maggio non vedo nulla di positivo, quindi tre mesi veramente molto negativi» ha spiegato Bonfanti.

Per ciò che riguarda le prospettive future, «è difficile per il momento avere una visione chiara di quello che sarà il mercato nei prossimi mesi. Bisognerà capire come saranno le restrizioni e di conseguenza anche come sarà l’approccio del cliente verso la vendita e il cambio della vettura», ha continuato il Presidente della sezione ticinese, «se da un lato potrebbe esserci un certo entusiasmo, una certa euforia che porta al cambiamento dell’auto e quindi a recuperare un po’ i mesi persi, d'altra parte la situazione congiunturale potrebbe disincentivare il cliente alla sostituzione del veicolo».

Inoltre, «è chiaro anche che abbiamo sicuramente un problema di approvvigionamento per quanto riguarda le auto» ha aggiunto Bonfanti, «anche le fabbriche si sono fermate, e quindi anche le catene di produzione sono rimaste inattive. Alcune stanno riprendendo ma anche in questo senso avremo dei termini di consegna più lunghi».

Nel frattempo, in Germania, l'industria automobilistica tedesca ha chiesto sostegno allo Stato un aiuto per attenuare il calo della domanda dovuto alla pandemia. Lo ha riferito l'agenzia Dpa, a cui il responsabile del marchio Volkswagen Raalf Brandstaetter ha detto che «la produzione dell'industria automobilistica può riprendersi solo se la vendita dei veicoli è garantita». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
francox 1 anno fa su tio
Auto per andare dove?
seo56 1 anno fa su tio
Abbassate i prezzi di un buon 40% e vedrete che il mercato ripartira
Dioneus 1 anno fa su tio
Magari iniziate a rivedere i prezzi, che per uno sputo sulla carrozzeria (di plastica) volano centoni
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
11 ore
Un "corridoio vasariano" a luci rosse tra Iceberg e Moulin Rouge
Progetto di passerella per unire i due locali erotici in un solo postribolo da 60 stanze
CANTONE
11 ore
Valle di Blenio senza radar, Luganese sotto stretta sorveglianza
La prossima settimana nessun radar mobile in Valle di Blenio. Nel Luganese possibili controlli in ben 23 località.
CADENAZZO
13 ore
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
18 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
19 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
20 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
23 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
1 gior
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
1 gior
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile