Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
15.04.20 - 19:000

«Impareremo a convivere con il coronavirus»

Il dottor Christian Garzoni spiega che solo il 10% dei ticinesi lo ha contratto per ora. E continuerà a circolare

LUGANO - «Sarà una lunga convivenza quella con il coronavirus». Lo ha dichiarato questa sera Christian Garzoni, direttore sanitario della Clinica Luganese Moncucco, ai microfoni di Radio Ticino. Il medico ha spiegato che il virus «circolerà di più non appena ci sarà un allentamento delle misure. Quindi dobbiamo aspettarci che aumenteranno i casi, sicuramente. E il sistema sanitario farà da “fisarmonica”», con i contagi che aumenteranno e diminuiranno periodicamente.

Oggi, infatti, in Ticino «difficilmente più di una persona su dieci ha contratto il virus». E per arrivare alla cosiddetta "immunità di gregge" «almeno il 60-70% della popolazione nel cantone deve averlo contratto». Insieme ad altri cantoni, quindi, si sta avviando un programma di «mappatura, per capire quante persone sono state contagiate». In ogni caso, il Covid-19 «dovremo lasciarlo circolare - spiega il dottor Garzoni -, in maniera controllata. Impareremo a conviverci». 

Se le misure venissero allentate tutte insieme, si rischierebbe che la curva torni ad alzarsi troppo velocemente. «Anche l'allentamento deve pertanto essere misurato e se dovesse tornare “la tempesta”, dovremo essere pronti a stringere nuovamente con le misure».

E sull'immunità? Il direttore sanitario della Clinica Luganese Moncucco fa un po' di chiarezza in merito ai test sierologici: «Se io oggi avessi un risultato positivo al test, vorrebbe dire che il mio sistema immunitario ha contratto il virus. Ma non è ancora dimostrato che quegli anticorpi che ora ho mi proteggono dal ricontrarre la malattia. Inoltre, non si sa quanto dureranno questi anticorpi, per quanto tempo sarò protetto». Per il dottor Garzoni «la corsa al test sierologico è una falsa corsa». E invita: «Aspettiamo dei dati più sicuri e definitivi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
MENDRISIO
4 ore
Truffano un'anziana, fermati con 40mila franchi
I "falsi poliziotti" tornano a colpire in Ticino. La Polizia mette in guardia
CANTONE
5 ore
Diciotto nuove sezioni in quarantena
Nelle ultime 24 ore si registrano poco più di mille contagi e nessuna vittima dovuta al Covid
CANTONE
7 ore
«Dopo 20 anni di lavoro, mi hanno lasciato a casa con una videochiamata»
La testimonianza di un ex quadro di UBS, "vittima" della riorganizzazione prevista dalla banca.
CONFINE
8 ore
Frontalieri con il reddito di cittadinanza
Nuovi furbetti smascherati dai finanzieri del luinese
CANTONE
9 ore
«Contact tracing: così è ridicolo»
Duro attacco della dottoressa Daniela Soldati, ex direttrice della Santa Chiara di Locarno, al sistema di tracciamento.
CANTONE
9 ore
Il pane non seguirà la pasta nella folle corsa dei prezzi
Il direttore del Mulino di Maroggia parla dei rialzi in atto sul mercato dei cereali
FOTO
CANTONE
20 ore
A 2'500 metri, meno neve del solito
L'inverno con le vette bianche si fa ancora attendere. Fino a metà febbraio non sono, per ora, previste precipitazioni
PURA / CASLANO
1 gior
Scontro tra più auto: due feriti, di cui uno grave
È successo questa mattina poco prima delle 11 in via Colombera a Pura
CANTONE
1 gior
In Ticino aumentano i ricoverati e c'è un nuovo decesso
Salgono i pazienti Covid ospedalizzati a causa del virus, ora 163, di cui 17 in cure intense.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile