TiPress - foto d'archivio
CANTONE
12.04.20 - 12:500

«La falce non mi ha colpito, ma ne ho sentito il sibilo»

Il presidente del Locarno Film Festival è stato ricoverato per dodici giorni dopo aver contratto il coronavirus

LOCARNO - È passato un mese dal 10 marzo. Quel giorno Marco Solari era stato ricoverato presso La Carità di Locarno dopo essere risultato positivo al coronavirus. È stato dimesso dopo 12 giorni, il 24 marzo. «Ho visto la morte davanti agli occhi» ha dichiarato oggi al SonntagsBlick. «La falce non mi ha colpito, ma ne ho sentito il sibilo».

Solari ha spiegato di avere iniziato con sintomi influenzali. Ma sentendosi sempre peggio, si è sottoposto al test dietro consiglio del suo medico curante. Il Covid-19 ha colpito anche lui.

A causa delle condizioni di salute precarie, il presidente del Locarno Film Festival, 76 anni, ha dovuto ricorrere anche alle cure della terapia intensiva. Alcune persone sono morte intorno a lui, mentre si trovava ospedalizzato. «Provo un senso di colpa per questo - ha spiegato al domenicale -, anche in considerazione del fatto che sono un personaggio pubblico».

Solari ha sottolineato la propria gratitudine nei confronti di chi si è preso cura di lui, dai dottori agli infermieri fino al personale sociosanitario.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
Coronavirus e Gran Consiglio: è un grattacapo
Nonostante il protocollo e le rigide misure sanitarie, si valuta nuovamente un cambiamento di sede
CANTONE
7 ore
Ecco l'ora solare: stanotte "si dorme di più"
Le lancette vanno riportate indietro di un'ora
CANTONE
13 ore
Una parentesi di sole prima di pioggia e neve
Al weekend di bel tempo farà seguito un inizio di settimana contraddistinto dalle precipitazioni.
LUGANO
13 ore
Permessi al Planet: scatta l'interpellanza
Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli interrogano il Municipio in merito all'apertura della struttura di Pazzallo.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
15 ore
Cede il terreno sotto i binari: disagi, ma danni limitati
Dopo qualche ora, le FFS hanno ripristinato la linea ferroviaria tra Cadenazzo e Locarno.
CANTONE
19 ore
Dieci ricoveri, un decesso e altri 257 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 62 persone positive al coronavirus.
FOTO
RIVIERA
20 ore
Esce di strada e finisce contro i ripari fonici della ferrovia
L'incidente della circolazione ha avuto luogo questa notte all'incrocio fra via Traversa e via Cantonale.
CANTONE
1 gior
Un deputato positivo, ma il Gran Consiglio non va in quarantena
Il rispetto delle misure anti-contagio non rende necessario il provvedimento
CANTONE
1 gior
«Il mini lockdown non serve»
L'esperto in malattie infettive Christian Garzoni si appella per l'ennesima volta alla responsabilità dei cittadini
CANTONE
1 gior
Una classe in quarantena alla Scuola Media di Viganello
Lo comunicano il DSS e il DECS in un comunicato congiunto
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile