Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
07.04.20 - 18:300

«Puntiamo a riaprire i cantieri il 20 aprile»

Il direttore della SSIC: «Non sarà la normalità di prima, bisognerà cambiare modo di lavorare»

BELLINZONA - L’edilizia è alla quarta settimana di stop. Ma conta di ripartire al più presto. È quanto anticipato dal direttore della società svizzera impresari costruttori (SSIC), Nicola Bagnovini. «Settimana prossima probabilmente sarà ancora tutto chiuso sui cantieri - ha detto al microfono di Radio Ticino -. Dal 20 aprile ci aspettiamo una ripresa graduale. Ma dipende cosa decideranno le autorità federali, anche riguardo all’entrata dei lavoratori frontalieri».

Bagnovini ha spiegato di avere «approfittato» di questo stop per - in collaborazione con la SUVA e l’ispettorato del lavoro - «definire delle regole precise e chiare, così che le imprese sappiano cosa fare e come comportarsi per evitare poi chiusure dannose dopo la ripresa dei lavori».

Proprio la ripresa, infatti, necessita la messa in atto «di tutta una serie di accorgimenti». «Dobbiamo sapere quali sono le condizioni che dovranno essere rispettate. Riattivare una filiera complessa come quella della costruzione non è semplice».

Il direttore della SSIC ha lodato il lavoro ridotto, «uno strumento importante, anche se non risolve i problemi». Ma anche se «il personale non è stato toccato», non si potrà riprendere con gli stessi ritmi di prima. «Bisognerà cambiare modalità di lavoro. Imparare a convivere con il virus. Distanze e igiene personale, soprattutto delle mani, saranno fondamentali. Non torneremo come prima a produrre. Cambierà anche l’approccio».

Per Bagnovini il sacrificio chiesto all’edilizia è stato fatto. Ma «ora le imprese devono tornare a produrre, riattivare quanto prima l’economia, altrimenti rischiamo di mettere in pericolo l’esistenza delle ditte».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTOGALLERY
LUGANO
48 min
Abbattere le frontiere con il cibo
Il progetto "Umamy" prevede la condivisione delle differenti culture attraverso la consegna di cibo etnico.
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Puntualità (quasi) da record per i treni FFS
Nel 2021 il 91,9% dei convogli è arrivato in orario. È il secondo miglior risultato della storia (dopo quello del 2020)
CANTONE
4 ore
Ecco dove farsi testare il prossimo weekend
Check Point, farmacie ma non solo. Domenica 23 gennaio verrà infatti riproposto anche il Drive-In di Rivera.
CANTONE
5 ore
Covid: 1473 positivi e una nuova vittima
Si registrano anche quattro nuove quarantene di classe e altri 22 contagi in casa anziani
CANTONE
7 ore
En attendant Contact Tracing: «Ormai guarito, mi dicono "isolati"»
La marea di contagi ha ingolfato il Contact Tracing, la testimonianza di chi è stato avvisato quando era ormai guarito
LUGANO
9 ore
Bimbo prega per fare trovare un lavoro al papà
Il commovente messaggio di un bimbo luganese pubblicato sui social da don Emanuele Di Marco, direttore dell'oratorio.
CANTONE
20 ore
«Dei genitori non ci portano più i loro bambini»
Parte dei club sportivi ticinesi hanno deciso, come in vigore per le scuole, di imporre la mascherina ai bambini.
POSCHIAVO (GR)
21 ore
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CANTONE
1 gior
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
1 gior
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile