TiPress - foto d'archivio
CANTONE
07.04.20 - 18:300

«Puntiamo a riaprire i cantieri il 20 aprile»

Il direttore della SSIC: «Non sarà la normalità di prima, bisognerà cambiare modo di lavorare»

BELLINZONA - L’edilizia è alla quarta settimana di stop. Ma conta di ripartire al più presto. È quanto anticipato dal direttore della società svizzera impresari costruttori (SSIC), Nicola Bagnovini. «Settimana prossima probabilmente sarà ancora tutto chiuso sui cantieri - ha detto al microfono di Radio Ticino -. Dal 20 aprile ci aspettiamo una ripresa graduale. Ma dipende cosa decideranno le autorità federali, anche riguardo all’entrata dei lavoratori frontalieri».

Bagnovini ha spiegato di avere «approfittato» di questo stop per - in collaborazione con la SUVA e l’ispettorato del lavoro - «definire delle regole precise e chiare, così che le imprese sappiano cosa fare e come comportarsi per evitare poi chiusure dannose dopo la ripresa dei lavori».

Proprio la ripresa, infatti, necessita la messa in atto «di tutta una serie di accorgimenti». «Dobbiamo sapere quali sono le condizioni che dovranno essere rispettate. Riattivare una filiera complessa come quella della costruzione non è semplice».

Il direttore della SSIC ha lodato il lavoro ridotto, «uno strumento importante, anche se non risolve i problemi». Ma anche se «il personale non è stato toccato», non si potrà riprendere con gli stessi ritmi di prima. «Bisognerà cambiare modalità di lavoro. Imparare a convivere con il virus. Distanze e igiene personale, soprattutto delle mani, saranno fondamentali. Non torneremo come prima a produrre. Cambierà anche l’approccio».

Per Bagnovini il sacrificio chiesto all’edilizia è stato fatto. Ma «ora le imprese devono tornare a produrre, riattivare quanto prima l’economia, altrimenti rischiamo di mettere in pericolo l’esistenza delle ditte».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
5 ore
Con il martello dentro al Selecta
Qualcuno ha distrutto il vetro del distributore automatico, rubando parte del contenuto.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
7 ore
Centauro ferito in via Lugano
La moto si è scontrata con un'auto, per poi finire contro un altro veicolo che circolava in senso opposto
FOTO E VIDEO
CALANCA (GR)
9 ore
Parco Val Calanca a gonfie vele: «Natura selvaggia e incontaminata»
Il progetto sta vivendo un'ottima (prima) stagione estiva e si candida come Parco naturale regionale.
CANTONE
11 ore
Affitti in calo, grazie al Covid
In Ticino e in particolare a Lugano le pigioni stanno calando
CANTONE
12 ore
Covid-19: tre nuovi casi in Ticino
Salgono a 3'445 i contagi registrati nel nostro cantone da inizio pandemia. Le vittime sono 350.
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Oltre 570 auto truccate intercettate dalla polizia
Nel post-lockdown in tutta la Svizzera sono stati intensificati i controlli. In Ticino il fenomeno è stabile
LOCARNO
16 ore
Parte il Pardo, ma la città se n'è (un po') dimenticata
Vetrine spoglie e strade "nude" per un'edizione speciale che è luogo d'incontro online, ma non trascura le sale.
CANTONE
23 ore
«Albergatori ticinesi coscienziosi»
Per Trotta è importante fidelizzare la clientela. Un aumento ulteriore dei prezzi sarebbe stato controproducente
CANTONE
1 gior
Affari d'oro grazie a turismo interno e telelavoro
Non è solo la parziale chiusura delle frontiere ad aver fatto aumentare la cifra d'affari dei negozi alimentari.
VIDEO
LUGANO
1 gior
Lugano è un campo da golf?
Buche, rattoppi, milioni di spesa pubblica. E i cittadini si lamentano
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile