tipress (archvio)
ROVEREDO/SAN VITTORE/CASTANEDA
06.04.20 - 09:090

«Non chiudiamo le attività? Ciò graverà sulla sanità ticinese»

Tre comuni del Moesano chiedono a gran voce una finestra di crisi per «reagire alla pandemia»

ROVEREDO/SAN VITTORE/CASTANEDA - Non è andata giù ai Comuni di Roveredo, San Vittore e Castaneda, l’ultima decisione dello Stato Maggiore della Regione Moesa di non procedere con la richiesta di una finestra di crisi. Per questa ragione e «all’unanimità» gli Esecutivi dei comuni sopra citati si dissociano da tale decisione, ritenendola «incomprensibile e ingiustificabile».

«L’apertura di una finestra di crisi - sottolineano in una nota odierna - permetterebbe infatti alla regione di poter reagire in tempi rapidi e di adattare le necessarie misure sulla base della situazione locale che, se ancora servisse dirlo, è ben diversa rispetto a quella di altre parti del Cantone».

Per i tre Esecutivi, il negare l’immediata chiusura anche in Mesolcina e Calanca dei cantieri operanti nell’edilizia civile, così come le aziende legate alla sua specifica filiera, è un errore. «Questo non andrebbe a danneggiare l’imprenditoria locale, considerati i fondi cantonali stanziati in caso di lavoro ridotto e in virtù del fatto che, a fronte di situazione particolari, lo Stato Maggiore potrebbe accordare misure specifiche per aperture controllate. La richiesta di una finestra di crisi ci permetterebbe inoltre di programmare autonomamente l’eventuale riapertura generale delle attività, a prescindere da un eventuale futura decisione da parte della Confederazione di una chiusura completa».

«È innegabile - secondo gli stessi comuni - che la mancata chiusura delle attività possa generare un aumento dei contagi (o il loro non-contenimento); tale aumento andrebbe a ripercuotersi su un sistema sanitario, quello ticinese, già in difficoltà».

Per queste ragioni, i tre comuni ritengono «che la grave decisione presa rappresenti un’occasione mancata per occuparsi con responsabilità e coerenza della nostra Regione. Andrebbe infatti posto al centro del nostro interesse la salvaguardia della salute delle persone. Siamo stati eletti anche per questo!».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
I consigli della Polizia fanno arrabbiare le femministe
Il collettivo "Io l'8 ogni giorno" punta il dito contro un vademecum anti-aggressione, e chiede di rimuoverlo
BELLINZONA
2 ore
I giovani ne hanno combinate (anche con il Covid)
Furti, incendi, reati sui social, assembramenti. Il punto con il Magistrato dei minorenni
LUGANO
4 ore
Colpì la giornalista con una testata, identificata dalla polizia
Si tratta di una 20enne svizzera domiciliata nel Luganese che il 30 novembre manifestava contro le restrizioni Covid
LUGANO
4 ore
La prima neve è arrivata
Da Chiasso a Mendrisio fino a parte del Luganese i primi timidi fiocchi stanno scendendo dal cielo
LUGANO
4 ore
«Concreti indizi di un movente estremista»
La 28enne di Vezia resta in carcere, arresto confermato dal giudice. L'avvocato: «Serve una perizia psichiatrica»
BELLINZONA
5 ore
Picchiato e poi chiuso in casa dagli "amici"
Nuovi dettagli sulla lite di stamattina in un appartamento. I vicini: «C'erano già stati problemi»
CANTONE
9 ore
Affitti commerciali: «Il Cantone intervenga»
Se Berna non fa sconti, il Ps chiede a Bellinzona di aiutare le imprese
CANTONE
11 ore
Nuovo calo di pazienti negli ospedali
Nelle ultime 24 ore 18 persone sono state ricoverate nelle strutture sanitarie cantonali, mentre 26 le hanno lasciate.
FOTO
BELLINZONA
11 ore
Violenta lite in appartamento, la polizia cerca i responsabili
Un 25enne domiciliato nel Luganese ha riportato leggere ferite. Prima di andarsene, lo avrebbero chiuso dentro
BELLINZONA
14 ore
«Vado avanti a morfina, chiedo giustizia»
Continua la lotta di un 30enne contro il medico che lo ha operato alla schiena: «Io, danneggiato. E nessuno risponde».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile