Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
05.04.20 - 19:160

Fanno la spesa in Italia, multati alcuni confederati

Le violazioni delle norme si sono tradotte in multe disciplinari. Bisogna stare a casa, muoversi solo per motivi urgenti

Ancora una volta lo SMCC esorta: «La responsabilità salva vite umane».

BELLINZONA - Confederati che sono andati a fare la spesa in Italia, cercando di rientrare sul territorio svizzero eludendo i controlli. Cittadini stranieri che hanno sfruttato il permesso di lavoro per muoversi in Ticino per motivi non legati all’attività professionale. Sono questi alcuni dei comportamenti rilevati nel weekend e segnalati questa sera dallo Stato maggiore cantonale di condotta (SMCC). «Complici anche il meteo favorevole e le temperature moderate, è stato osservato un allentamento del rispetto di determinate misure - scrive -. Le violazioni riscontrate si sono tradotte in multe disciplinari».

Per questo motivo lo SMCC torna a ribadire nuovamente l'importanza del rispetto delle direttive federali e cantonali. Servono a limitare la diffusione del Covid-19, non sovraccaricare le strutture ospedaliere e poter continuare a tutelare la salute di tutti, popolazione residente, turisti e ospiti. In particolare, viene richiamata la raccomandazione di restare a casa e di spostarsi unicamente per motivi urgenti

Lo SMCC collabora strettamente con l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) al fine di verificare il rispetto delle misure decise nell’ambito della lotta al coronavirus per quanto riguarda gli spostamenti transfrontalieri.

«Siamo consapevole dei sacrifici già profusi in queste settimane dalla popolazione, alla quale si chiede un ulteriore sforzo in termini di pazienza, tolleranza e disciplina - conclude -. In questa fase, è necessario mantenere ancora alta la guardia ed è pertanto fondamentale un ulteriore sforzo collettivo e di responsabilità individuale per rallentare la diffusione del coronavirus fra la popolazione».  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore
Delitto di Muralto, si va in appello
Lo scorso 1. ottobre l'imputato era stato condannato a diciotto anni di carcere
CANTONE
4 ore
Ticino focolaio di legionellosi
A favorire la diffusione di questa patologia polmonare vi sarebbero fattori ambientali (come l'inquinamento).
CANTONE
8 ore
AAA insegnanti cercansi: «Ma poi lasciamo quelli ticinesi oltre Gottardo»
Un'interpellanza del deputato Seitz punta il dito contro il "protezionismo" del DFA
CANTONE
9 ore
Confermare i provvedimenti anti-Covid «è inevitabile»
La risposta del Governo ticinese alla consultazione federale. Ma si chiede una rivalutazione a fine febbraio
CANTONE
9 ore
Diverse quarantene di classe e nuovi contagi nelle case anziani
Il virus sembra frenare, ma nelle ultime 24 ore aumentano i ricoveri e si registra un nuova vittima
FOTO
CANTONE
10 ore
Un inizio settimana... infuocato
Questo lunedì comincia con un cielo spettacolare e temperature elevate
CANTONE
11 ore
Cosa c'è dietro il rincaro dei prodotti alimentari?
Costi logistici. Rincaro delle materie prime e degli imballaggi. Sono le variabili in gioco
CANTONE
13 ore
«Sono quasi contento che la neve non sia arrivata presto»
Apertura parziale di diversi comprensori invernali ticinesi. Frapolli: «Ma la stagione non è ancora iniziata»
CANTONE
13 ore
Tassisti che non riescono più a pagare il leasing
Le misure anti-Covid mettono in difficoltà la categoria che non riceve più aiuti economici. L'appello alla politica
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Oltre 500 bambini lo hanno fatto o lo hanno prenotato
In 240, tra i 5 e gli 11 anni, hanno ricevuto oggi la prima dose a Giubiasco
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile