Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
05.04.20 - 19:160

Fanno la spesa in Italia, multati alcuni confederati

Le violazioni delle norme si sono tradotte in multe disciplinari. Bisogna stare a casa, muoversi solo per motivi urgenti

Ancora una volta lo SMCC esorta: «La responsabilità salva vite umane».

BELLINZONA - Confederati che sono andati a fare la spesa in Italia, cercando di rientrare sul territorio svizzero eludendo i controlli. Cittadini stranieri che hanno sfruttato il permesso di lavoro per muoversi in Ticino per motivi non legati all’attività professionale. Sono questi alcuni dei comportamenti rilevati nel weekend e segnalati questa sera dallo Stato maggiore cantonale di condotta (SMCC). «Complici anche il meteo favorevole e le temperature moderate, è stato osservato un allentamento del rispetto di determinate misure - scrive -. Le violazioni riscontrate si sono tradotte in multe disciplinari».

Per questo motivo lo SMCC torna a ribadire nuovamente l'importanza del rispetto delle direttive federali e cantonali. Servono a limitare la diffusione del Covid-19, non sovraccaricare le strutture ospedaliere e poter continuare a tutelare la salute di tutti, popolazione residente, turisti e ospiti. In particolare, viene richiamata la raccomandazione di restare a casa e di spostarsi unicamente per motivi urgenti

Lo SMCC collabora strettamente con l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) al fine di verificare il rispetto delle misure decise nell’ambito della lotta al coronavirus per quanto riguarda gli spostamenti transfrontalieri.

«Siamo consapevole dei sacrifici già profusi in queste settimane dalla popolazione, alla quale si chiede un ulteriore sforzo in termini di pazienza, tolleranza e disciplina - conclude -. In questa fase, è necessario mantenere ancora alta la guardia ed è pertanto fondamentale un ulteriore sforzo collettivo e di responsabilità individuale per rallentare la diffusione del coronavirus fra la popolazione».  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
4 ore
Veicolo in fiamme, chiusa la A2 in direzione sud
Lo comunica la polizia cantonale su Twitter.
FOTO
CANTONE
5 ore
Ecco chi sono i nuovi laureati dell'USI
La Facoltà di comunicazione, cultura e società ha celebrato i neolaureati durante la cerimonia ufficiale di questa sera.
LUGANO
7 ore
Pandemia e autogestione, spina nel fianco per la polizia
Secondo le statistiche 2021, Lugano resta comunque il centro urbano più sicuro della Svizzera
FOTO
MELIDE
10 ore
Carpa gigante pescata nel Ceresio
Il pesce è stato catturato ieri dal 23enne Roberto Pacia nell'area del ponte-diga di Melide.
CANTONE
14 ore
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
15 ore
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
18 ore
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
18 ore
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
1 gior
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
FOTO
PORLEZZA
1 gior
Un capriolo nel Ceresio
Brutta avventura finita bene, oggi pomeriggio, nelle acque a largo di Porlezza
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile