Depositphotos (archivio)
CANTONE
03.04.20 - 14:290

Emergenza virus: «Tante donne precarie. Non dimentichiamole»

Il sindacato OCST lancia un appello alla SECO e al Consiglio di Stato

LUGANO - Prendere in considerazione la situazione precaria di molte donne assunte privatamente che non possono fare ricorso allo strumento del lavoro ridotto in questo periodo di crisi. A chiederlo alla SECO e al Consiglio di Stato ticinese è il sindacato OCST.

Donne delle pulizie, babysitter, governanti: «Si tratta nella maggior parte dei casi di lavoratrici, occupate presso più famiglie e, per questo, assunte e assicurate presso più datori di lavoro», scrive il sindacato sottolineando come la loro condizione le renda «più deboli», nonostante svolgano spesso un impiego quasi a tempo pieno, in quanto «non vengono assicurate per il secondo pilastro o per la malattia».

Analoga - scrive l'OCST - è la situazione delle mamme diurne e degli operatori delle mense scolastiche e dei doposcuola. «Non possiamo non ricordare che, anche se svolta in un ambito privato, è pur sempre un'attività economica, dato che genera un reddito e dato che esiste un rapporto di lavoro e vengono versati dei contributi. La concessione del lavoro ridotto nell'ambito della crisi del Coronavirus non dipende da ragioni economiche, quindi mal si comprende la discriminazione applicata a queste categorie, che peraltro offrono servizi preziosi», conclude l'appello del sindacato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
4cerchi 1 anno fa su tio
A questo punto puntiamo il dito alle badanti che percepiscono i soldi in nero...
4cerchi 1 anno fa su tio
Personalmente non ci voglio quei fenomeni dei sindacati per fare qualcosa. la casalinga non è mai stata riconosciuta. Ma di che cosa si parla. È una vera vergogna che nella Ch ricchissima pagano manager a fior di quattrini e alle donne casalinghe, intendo non quelle che girano col suv nei bar a fare aperitivi, ubriacandosi, lasciando vuota la tavola all arrivo del ramollito marito,ma quelle che accudiscono i figli, preparano pranzo e cena, stirano, non viene dato un cip. Ma per i profughi dell Afganistan allora si che si sperpera. Basta questo circo, e non servono i partiti, ma serve la testa, possibil mente con la materia grigia
Zico 1 anno fa su tio
una presa di posizione 'donnofoba'!
SosPettOso 1 anno fa su tio
...e per gli uomini che hanno lavori precari, su chiamata, via agenzia? Chiederete domani?
Um999 1 anno fa su tio
@SosPettOso Bravo ottima osservazione, oggi siamo un po‘ tutti precari chi più chi meno. Cercare di portare avanti una sola campana oggi è fuori tema e fuori contesto, non credo che oggi ci siamo in atto discriminazione mirate, oggi c’è forse la corsa alla sopravvivenza in certi ambiti.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FAIDO
2 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
2 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
3 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
4 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
5 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
6 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
8 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
8 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
ASCONA
17 ore
«Così ho perso lentamente la mia amica»
Nelly Morini racconta il dramma dell'Alzheimer nel romanzo Clarianne, ispirato a una storia vera.
MESOCCO (GR)
23 ore
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile