Immobili
Veicoli
tipress
CANTONE
03.04.20 - 15:410

I giovani «rischiano di rimanere indietro»

Il blocco scolastico crea un grande problema a famiglie e allievi svantaggiati. La petizione di Pro Juventute

LUGANO - C'è la crisi sanitaria. La crisi economica. Ma anche una crisi educativa. La chiusura delle scuole penalizza famiglie e allievi, soprattutto nei contesti più svantaggiati. L'allarme arriva da Pro Juventute, che - con una petizione online - chiede alle autorità di non lasciare «nessuno indietro».

«A causa della chiusura delle scuole, durante le lezioni seguite da casa, bambini e giovani sono maggiormente abbandonati a se stessi. Nonostante lo straordinario impegno di questi giorni da parte di insegnanti e genitori, soprattutto le studentesse e gli studenti più fragili si sentono spesso sotto stress» scrive l'associazione in un comunicato.

I bambini appartenenti a famiglie in difficoltà «oltre a non avere l’assistenza e il sostegno necessari, sono anche maggiormente esposti al rischio di subire violenza domestica» avverte Pro Juventute. Che chiede «misure urgenti e mezzi finanziari supplementari» per tutelare e recuperare i giovani svantaggiati.

Il grido d'allarme vale in generale per tutte le famiglie, dove «i genitori sono messi duramente alla prova» e in molti casi, per motivi di lavoro non possono accudire i figli. «Di fatto molti giovani vengono lasciati a sé stessi, incustoditi o affidati a fratelli maggiori». Particolare attenzione è richiamata inoltre sulle famiglie monoparentali «più esposte alle conseguenze di questa situazione». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
«Dei genitori non ci portano più i loro bambini»
Parte dei club sportivi ticinesi hanno deciso, come in vigore per le scuole, di imporre la mascherina ai bambini.
POSCHIAVO (GR)
3 ore
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CANTONE
11 ore
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
13 ore
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
LUGANO
15 ore
In primavera si punta di nuovo sul lungolago (chiuso)
Lo scorso anno la chiusura domenicale è stata un successo. L'iniziativa sarà riproposta a partire da Pasqua
CANTONE
15 ore
Una fattura dal medico del traffico, più di cinque anni dopo
Decine di persone si sono viste richiedere il pagamento dell'IVA (entro 10 giorni) per le prestazioni ottenute nel 2016.
CANTONE
1 gior
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
1 gior
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
1 gior
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
FOTO
CANTONE
1 gior
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile