Archivio Tipress
SVIZZERA
26.03.20 - 16:360

Strade quasi deserte a causa della pandemia

È quanto si evince dalle più recenti cifre dell'Ufficio federale delle strade

BERNA/LOSANNA - Il traffico? In Ticino, dove fino a poche settimane fa era il principale argomento di discussione in particolare quando alla sera si rientrava a casa dal lavoro, è ormai soltanto un ricordo. La pandemia di coronavirus, con la chiusura dei negozi in tutto il paese e il forte incremento dell'home working, ha infatti portato a una notevole diminuzione dei veicoli sulle nostre strade. E anche nel resto della Svizzera.

Un calo che si nota soprattutto nel traffico transfrontaliero con l'Italia: a Chiasso, dove prima della crisi del coronavirus oltre 50'000 auto, autobus e camion attraversavano ogni giorno il confine, il volume si è ridotto al 10-20%, come indicano dati dell'Ufficio federale delle strade (USTRA).

Tuttavia, con la limitazione dei transiti alla frontiera, i conducenti dei veicoli devono fare i conti con ingorghi ai valichi e con lunghi tempi di attesa.

Anche il traffico di transito alpino ha registrato una diminuzione significativa. Sulla A13 via San Bernardino e sulla A2 attraverso la galleria del San Gottardo, il calo è del 60-80%.

Nel resto della Svizzera - Il volume medio di traffico giornaliero sulle strade nazionali è al momento ancora del 60-70% del valore abituale, come mostrano le cifre attuali dell'USTRA. Su singoli tratti autostradali la flessione del traffico è ancora più evidente.

Le autorità del cantone di Vaud per esempio il 3 marzo hanno contato 96'000 veicoli sul tratto Morges-Ecublens dell'autostrada A1. Martedì erano circa 34'000, pari a un calo del 65%.

Anche il traffico abituale del sabato e della domenica è fortemente diminuito, ha indicato USTRA a Keystone-ATS: lo scorso week-end è stato la metà.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore
L'obiettivo: ri-vaccinare trentamila anziani entro Natale
Ecco la tabella di marcia delle autorità sanitarie cantonali per la somministrazione del richiamo
CANTONE
8 ore
Mortale in pista: condanna confermata
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso contro la sentenza per l'omicidio colposo avvenuto all'aeroporto di Lodrino
BRISSAGO
9 ore
Un'intera scuola in quarantena
Le elementari in isolamento. Domani partono i test a tappeto: «Ma solo per chi vuole farli»
CANTONE
10 ore
Sono 25 i nuovi contagi in Ticino
Fortunatamente da oltre due settimane non si registrano vittime
CANTONE / SVIZZERA
11 ore
Casse malati: migliaia di franchi risparmiati con pochi trucchi
Mediamente i premi malattia per il 2022 sono scesi. Ma di fatto per molti aumenteranno, anche in modo marcato.
CANTONE
12 ore
I ticinesi pagheranno più cari i regali?
La carenza di materie prime preoccupa i negozianti. Federcommercio: «Situazione da non sottovalutare»
CANTONE
15 ore
Caro "cannone", a che prezzo sarai legale?
Settimana scorsa un nuovo sprint in avanti del Parlamento sulla via per la depenalizzazione della canapa.
CANTONE
15 ore
«Abbiamo dovuto nutrire le api o sarebbero morte»
Il presidente della Società Ticinese Apicoltori: «Possibile un aumento dei costi».
CANTONE
1 gior
«Mi sono aggrappata alla vita»
La vittima della sparatoria di Solduno prende la parola su Instagram
CANTONE
1 gior
«A rischio l'esistenza di molte aziende, mancano materie prime»
Le previsioni del direttore della Camera di commercio: «Speriamo che per l'estate prossima tutto si normalizzi, ma...»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile