Immobili
Veicoli
Ti-Press
Letti sempre più occupati. Si va verso il picco.
CANTONE
26.03.20 - 08:000
Aggiornamento : 12:50

Coronavirus, centinaia di infermieri al fronte: sono loro i nuovi “angeli”

Annette Biegger, capo Area infermieristica dell’Ente Ospedaliero Cantonale: «Pronti ad affrontare il picco»

Tra i momenti più delicati, quello del decesso di un paziente. I malati muoiono in solitudine. Un aspetto straziante anche per chi lavora al fronte.

Ben oltre un migliaio di contagi. Decine e decine di morti. Oltre un centinaio di posti per le cure intensive. Gli spazi Covid-19 che si allargano anche al Cardiocentro di Lugano. In Ticino il nuovo coronavirus sta mettendo a durissima prova il personale sanitario. Medici e infermieri sono i veri e propri eroi di questo primo scorcio di 2020. Annette Biegger, capo Area infermieristica dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC), è orgogliosa dell’enorme lavoro svolto finora. «Stiamo andando verso il picco dei contagi. Sarà una sfida enorme. Per noi è tutto nuovo. Ce la metteremo tutta per fare del nostro meglio».

Gli straordinari si stanno accumulando. Il vostro personale è ancora in grado di reggere questa situazione senza aiuti esterni?
«Quanto stiamo facendo è impegnativo sia psicologicamente, sia fisicamente. Nei reparti di cure intensive abbiamo introdotto i turni di 12 ore. L’EOC, avendo tante sedi, può permettersi di trasferire personale internamente. Diversi infermieri provenienti "da altre sedi" ci stanno dando man forte nell’ambito della lotta al Covid-19». 

Quanti sono attualmente gli “angeli” al fronte in questa battaglia?
«Circa 130 per i reparti di medicina intensiva, a cui ne vanno aggiunti circa altri 200 per i reparti in cui stanno i pazienti “meno gravi”. E non dimentichiamoci che oltre al personale della Carità di Locarno e del Cardiocentro, sono operativi anche i colleghi della clinica privata Moncucco di Lugano, circa un centinaio». 

Di recente l’EOC ha pubblicato un bando di concorso per nuovi infermieri. Serve comunque aiuto dunque?
«Cerchiamo persone che abbiano la formazione infermieristica e che per un motivo o per l’altro sono uscite dal giro. Per dare man forte e sostenere in qualche modo chi è in prima linea».     

Fa impressione il numero di decessi. Queste persone muoiono sole.
«È davvero doloroso. Questa è una pandemia per cui nessuno era pronto. Ci sono pazienti che entrano nelle cure intensive e i parenti sanno che forse non li rivedranno più. Perché, per prevenzione, è proibito ogni contatto tra il paziente e l’esterno».

Alla Carità vi state attrezzando grazie alle nuove tecnologie…
«È vero. Stiamo introducendo degli iPad grazie ai quali i pazienti possono tenere un contatto con il mondo esterno. È un modo per alleviare un po’ questa condizione drammatica». 

Parenti che non possono accompagnare il proprio caro verso la morte. Come riuscite a gestire questo problema?
«Il supporto psicologico sia per le famiglie, sia per il personale curante, è fondamentale. È chiaro che tutto questo è sconvolgente. Molti famigliari comunque, nonostante il dolore, capiscono la situazione. Sanno che non è colpa nostra. E noi facciamo di tutto per trasmettere loro il nostro calore». 

Chi ha avuto a che fare con voi in queste settimane ha parlato di personale d’oro. La gente vi applaude dalle finestre delle abitazioni…
«Sono complimenti e incoraggiamenti che fanno piacere. Abbiamo dovuto reinventarci da zero. Non è facile nemmeno per noi. Siamo esseri umani. Ma stiamo dando il massimo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Dark1999 2 anni fa su tio
Leggo i commenti, e con tristezza mi rendo conto che nemmeno davanti a questa pandemia le polemiche si fermano, a questo punto dubito fortemente che finita questa emergenza l'essere umano rifletta su quanto passato, tutto ritornerà come prima se non peggio, peccato
4cerchi 2 anni fa su tio
Non dimentichiamo che in certi paesi, combattono tutti i giorni con carestia, malattia, ecc ma tanti se ne fregano. Ora che il problema è anche in Europa apriti cielo. Riflettere e non fare le vittime. E i continenti africani spesso vengono dimenticati. Siate sempre altruista e non egoisti. DIO INSEGNA DI AIUTARE SEMPRE IL PROSSIMO, SENZA CHE QUALCUNO TE LO VENGA A DIRE. tutte le apparecchiature rotte vengono spedite con le navi nei paesi poveri, per smaltirli, provocando il cancro ai bimbi innocenti. Che chiudano i mercati di bestiame in Cina. Sicuramente i vegani devono rinunciare a mangiare cavallette, scorpioni, scarafaggi, ecc.
4cerchi 2 anni fa su tio
Diciamo che ogni professione è importante. Più che angeli o eroi bisogna dare merito alla scienza, medicina, ingegneri tecnici di chi costruisce macchinari. In tutto questo scenario non dimentichiamo il nostro Dio, la fede e la preghiera.
Marta 2 anni fa su tio
... e speriamo che finiscano per sempre le linguacce razziste nei confronti dei frontalieri. Un particolare ringraziamento a loro che ogni giorno affrontano anche la distanza con i loro parenti con le problematiche annesse.
4cerchi 2 anni fa su tio
@Marta In poche parole non si applaude per l operato, ma per via che son frontalieri. Continuate sempre a cadere con le vostre affermazioni. Ma perché una benedetta volta non lavorate in Italia. Vi ricordo che poco tempo fa non facevate sbarcare chi scappava da una guerra, applaudivano quando uno di colore stava annegando a venezia, e non vado avanti. Il discorso dei frontalieri è un po che se ne parla. Io non farei entrare nessuno, al massimo quando abbiamo bisogno chiederei aiuto per esempio a Cuba o ai russi. La memoria resta sempre e non è un virus che la cancella, ma per favore non lamentatevi sempre. Auguri di buone vacanze al mare per la Pasqua e forse per ferragosto
4cerchi 2 anni fa su tio
@4cerchi E ricordo che anche qua tanti non abbracciano i propri cari,
vulpus 2 anni fa su tio
@4cerchi Mi sembra che la frizione sia andata a male. Ti auguro di cuore di rimanere senza collegamento internet
Tato50 2 anni fa su tio
@4cerchi Io ho l'abbonamento generale con gli Ospedali e MAI una volta ho chiesto a chi mi curava di che nazionalità fosse. A volte capitava di discutere e lo dicevano loro da dove provenivano e ho ancora contatti perché si è instaurato un rapporto di amicizia Qui io ringrazio tutti , senza distinzione, che si prodigano al limite delle loro forze, per aiutarci a uscire da questa terribile situazione.
4cerchi 2 anni fa su tio
@Tato50 Appunto dillo alla Marta che definisce linguacce....
Tato50 2 anni fa su tio
@4cerchi Mah, io interpreto il commento di "Marta" come un sostegno ai frontalieri che in fondo, uniti "ai nostri" formano una "famiglia" !! Magari mi sbaglio ma questo è il mio pensiero ;-))
4cerchi 2 anni fa su tio
@vulpus Oltre a non uscire, togliamo il collegamento. Bravissima/o. Cominciamo lo stato del proibire. Purtroppo pago l abbonamento e come tale ho diritto all abbonamento, ma per fortuna non quello nazionale della swissc.. La quale a volte i suoi servizi non funzionano. Ma in fin dei conti il vulpus è il commissario della rete. Non è che ti stanno saltando i nervi per dover restare modello Cina in casa?
vulpus 2 anni fa su tio
@4cerchi Leggi quanto hai scritto , poi capirai.
Marta 2 anni fa su tio
@4cerchi guarda che probabilmente io sono più svizzera di te...
4cerchi 2 anni fa su tio
@Marta Quel probabilmente è vago
Zico 2 anni fa su tio
ringrazierei inoltre i volontari 'della spesa' anche loro sono benefattori e mettono a loro disposizione il loro tempo. GRAZIE!
4cerchi 2 anni fa su tio
Don lurio mi permetto di dire che prima di questa terribile emergenza anche io mi chiedevo perché il ticinese lavorava per meno di 3000 franchi mentre il frontaliere percepiva 2/3volte.il salario italiano. Per evitare certi discorsi, è meglio per tutti che ognuno prosperi per il proprio paese secondo me senza i frontalieri ccon paghe ottime per i residenti, non abbiamo bisogno di voi del bellpaese. A Zurigo non credo che il personale sia tutto transfrontaliero, ma lo stipendio è più. Alto. In sintesi non mi serve la badi a che mi vende le sigarette nei distributori, ovviamente per ca. 2500 franchi al mese al padronato fa bene. Io attualmente verserei lo stipendio a chi è a casa e i frontalieri fermi li farei dare i soldi da Roma così siamo apposto
SosPettOso 2 anni fa su tio
@4cerchi @4cerchi: Idem come per Zico: APRIRE GLI OCCHI ... Perché la fronda politica che non vuole formare più infermieri e medici (perché costa e si traduce in tasse) è la stessa che in Ticino se la prende sempre con i frontalieri e gli spalancatori di frontiere...
4cerchi 2 anni fa su tio
@SosPettOso Conferma mensa all AGiE zona zandone, gli impiegati in cucina tutti frontalieri, son cadute le patate bollite sul pavimento(apposito pentolone) per poi rimetterle nei vassoi per distribuirli. Si sa che queste ditte lasciano a casa personale per poi riassumere a basso costo. Questa realtà continuerà. A questo punto impiegherei solo opera di oltreramina e il ticinese se ne sta a casa a spese dello stato. Almeno loro hanno il versamento garantito hihihi. Che schifo.
Zico 2 anni fa su tio
@SosPettOso carissimo: nel 2011 o giù di lì proposta PS per più infermieri. 2015 proposta PPD per più infermieri. 2018 proposta PLR per più infermieri. il Governo ticinese ha risposto con un vago più tardi. che siano stati quelli della lega che sono in 2? e i tre non hanno insistito? facile dare la colpa a chi non ce l'ha con i frontalieri ma sempliceente dice che sono troppi in lavori che farebbero volentieri anche i residenti. con una paga ovviamente digfnitosa per i residenti. questo visto che la vuoi a tutti i costi mettere in politica.
SosPettOso 2 anni fa su tio
A me, turni di dodici ore sembrano una follia. Nel turno da 12 ore bisogna poi far stare un pasto, qualche pausa,.. e come fanno? Svestono tutti i "panni infetti" e vanno a mangiare/fumare? tolgono solo la mascherina ed i guanti e vanno in giro con "addosso il virus"? Avrei visto meglio turni da 6 ore (perché 6 ore senza pausa si riesce a farle) e poi disinfezione totale, pausa di 6 ore con doccia, pausa, pasto, branda e poi un nuovo turno...
Mag 2 anni fa su tio
Ammiro il lavoro che fanno sul fronte sanitario perché non sceglierei mai di fare quel tipo di lavoro.
Zico 2 anni fa su tio
@Mag stesso tuo identico pensiero.
don lurio 2 anni fa su tio
Ringraziamenti, picchiare le mani , andate a dirlo a quel o quei ticinesi / partiti contro i frontalieri dove sono gli Svizzeri infermieri…. Spero che gli aumentano gli stipendi .
Zico 2 anni fa su tio
@don lurio non mi sembra il caso di fare polemica adesso... gli svizzeri infermieri non ci sono perchè la politica non li vuole formare e mancano i medici perchè c'è il numero chiuso. spero che finito tutto questo i nostri politici di Berna facciano il loro dovere!
4cerchi 2 anni fa su tio
@don lurio Ti ricordo che per esser giusto dovrebbero percepire lo stesso salario che danno in Italia, visto che di on sempre che non vengono per i soldi ma per lavorare. Ipocrisia è una brutta cosa. Per dirla in breve. Ti ricordo che chi vive in suolo Ticino fa la fame per arrivare a fine mese, non va sempre in vacanza e gira con l auto di occasione. Paradossi della vita. In tempo di guerra, quelli dell Ossola, i partigiani son stati accolti dalla Svizzera. Ma mica lo dicono. Per dunque a me non mi fanno pena. Si sa che i cafoni restano cafoni
SosPettOso 2 anni fa su tio
@Zico @Zico: fare polemica no, aprire gli occhi però sì... Perché la fronda politica che non vuole formare più infermieri e medici (perché costa e si traduce in tasse) l'è la stessa che in Ticino se la prende sempre con i frontalieri e gli spalancatori di frontiere...
Zico 2 anni fa su tio
@SosPettOso bravo, per non fare polemica mettila in politica. così la polemica si placa...
ugo202230 2 anni fa su tio
Dire grazie a tutto il personale sanitario è il minimo che si possa fare. Sono loro in prima fila a rischiare per la nostra salute. Ricordiamoci di loro anche dopo perchè purtroppo ci si dimentica subito e troppo facilmente. Siete grandi e mi stringo a voi.
pulp 2 anni fa su tio
Sicuramente un plauso a quelli che stanno al fronte (sanitario) per salvare vite e accudire l'abnorme mole di pazienti. Però ci sono altri che stanno garantendo dei servizi alla popolazione che sono e soprattutto saranno di vitale importanza in futuro. Pensiamo al personale della distribuzione alimentare o delle farmacie, ma anche alle tanto odiate (da parte di alcuni "gnücc") banche, che proprio da stamattina stanno garantendo flussi di cassa per le attività correnti di migliaia di aziende. Da ultimo un appunto su chi oggi si lancia in piroette economiche dicendo che il settore sanitario andrebbe remunerato meglio…. beh dopo non venite a lamentarvi se aumentano i premi della cassa malati…. perché molti che oggi commentano qui dentro in questo senso, ieri erano a scrivere peste e corna sui premi delle CM.
SosPettOso 2 anni fa su tio
@pulp @Pulp: "...chi oggi si lancia in piroette economiche dicendo che il settore sanitario andrebbe remunerato meglio…" Meglio non significa per forza "di più". Limando le creste astronomiche delle farmacie, i salari milionari che girano in alcune casse malati e per qualche specialistone della chirurgia plastica, probabilmente avanzerebbe abbastanza per migliorare sensibilmente la vita agli infermieri...
occhiaperti 2 anni fa su tio
Non dimenticare il personale di cure nelle case anziani dove hanno dovuto prendere provvendimenti per eventuali ospiti contaggiati - e ci sono. Le devono tenere li, finche non c'è necessario cure intense per quali non hanno l'apparechiatura...!
Marta 2 anni fa su tio
GRAZIE!! siamo tutti nelle vostre mani e nessuno si dimenticherà di tutti voi quando questo flagello sarà terminato.
pjocruz 2 anni fa su tio
Grandiiii. ??????
lecchino 2 anni fa su tio
avrei un paio di storielle a riguardo di letti da riempire per aumentare l'occupazione e leggerezze da parte di "eroi" EOC che non si possono scusare con l'emergenza. Ma saranno per tempi meno sospetti, quando sarà il momento di spartire i meriti.... A proposito, qual'è l'occupazione attuale degli altri ospedali?
Raims 2 anni fa su tio
In realtà è da sempre un settore fondamentale all interno delle istituzioni sanitarie ma che, spesso,non viene valorizzato come meriterebbe. Concordo con lei sul fatto che, a pandemia finita, vada ridiscussa l importanza delle figure sanitarie non mediche sia dal profilo delle competenze che dal punto di vista finanziario.
Canis Majoris 2 anni fa su tio
Ma nel frattempo sono gli inutili manager a guadagnare milioni... andrebbero distribuiti meglio sti soldi... anche questo sarebbe un tema da affrontare dopo
Mattiatr 2 anni fa su tio
@Canis Majoris Se vuoi che i manager distribuiscano i loro soldi diventalo e fallo, altrimenti è meglio tacere e lasciare in pace la gente.
pulp 2 anni fa su tio
@Canis Majoris Inutili? Sarebbe carino se provassi a spiegare perché secondo te sono inutili.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
5 ore
Veicolo in fiamme, chiusa la A2 in direzione sud
Lo comunica la polizia cantonale su Twitter.
FOTO
CANTONE
6 ore
Ecco chi sono i nuovi laureati dell'USI
La Facoltà di comunicazione, cultura e società ha celebrato i neolaureati durante la cerimonia ufficiale di questa sera.
LUGANO
8 ore
Pandemia e autogestione, spina nel fianco per la polizia
Secondo le statistiche 2021, Lugano resta comunque il centro urbano più sicuro della Svizzera
FOTO
MELIDE
11 ore
Carpa gigante pescata nel Ceresio
Il pesce è stato catturato ieri dal 23enne Roberto Pacia nell'area del ponte-diga di Melide.
CANTONE
15 ore
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
16 ore
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
19 ore
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
19 ore
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
1 gior
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
FOTO
PORLEZZA
1 gior
Un capriolo nel Ceresio
Brutta avventura finita bene, oggi pomeriggio, nelle acque a largo di Porlezza
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile