Deposit
CANTONE
25.03.20 - 22:040

«I dentisti hanno una formazione medica. Reclutateci»

Molti studi dentistici sono chiusi e il personale a casa: «Servono forze fresche per aiutare la sanità a resistere»

Un bacino potenziale di un migliaio di professionisti: «Certo non sappiamo intubare un paziente, ma saremmo in grado di fare un tampone o di dare una mano al posto di triage». E inoltre: «Le igieniste e le assistenti dentali hanno competenze per sgravare le infermiere in certi compiti».

LUGANO - «Tra non molto serviranno forze fresche. Il personale sanitario non potrà reggere a questi ritmi ancora a lungo. Ma i rinforzi ci sono, basterebbe reclutare il personale medico-dentistico. Nessuno ci ha pensato?». A lanciare il sasso è un dentista ticinese, cinquantenne e con una lunga carriera alle spalle, che da settimane cerca di farsi sentire dalle autorità impegnate nell’emergenza. Ma con scarso successo.

Una risorsa inutilizzata - «Eppure c’è un settore, il mio, - continua - che oggi è confinato a casa. Un migliaio e più di professionisti che potrebbero tornare utili». Gli studi dentistici devono infatti limitarsi alle urgenze: «Ma ne vedranno in media un paio al giorno per studio». I calcoli sono presto fatti: tra igieniste, assistenti dentali e dentisti si superano abbondantemente le mille unità. «Forse ci si potrebbe ricordare che i dentisti sono di fatto medici dentisti, con una formazione di base completata e l’esperienza clinica della gestione dei pazienti».

Le competenze a casa - A casa restano le igieniste, che hanno comunque una formazione paramedica. A casa troviamo inoltre almeno la metà delle assistenti dentali, «che una volta si chiamavano infermiere odontoiatriche», anch’esse «con un’alta specializzazione in ambito d'igiene». A casa, infine, rimangono gran parte dei dentisti, «con le loro competenze mediche di base». 

Cosa potrebbero fare - Oltre un migliaio di professionisti lasciati nelle retrovie. «Chiaro noi non sappiamo intubare un paziente, però penso proprio che un dentista sia in grado di fare un tampone. Abbiamo anche una certa competenza con gli aghi e non dovrebbe essere difficile insegnarci a fare, ad esempio, un prelievo. Tanto più che parte dei dentisti ha svolto il servizio militare nelle truppe sanitarie. E in un posto di triage, in tutta umiltà, ritengo di avere competenze sufficienti per assolvere il compito».

Sgravare le infermiere - Di fatto, sostiene il dentista, si assiste a uno spreco di competenze igienico-sanitarie che potrebbero tornare molto utili. Non soltanto davanti alla ipotetica, ma mai esclusa, precettazione in patria del personale sanitario frontaliero. Il rischio più concreto, conclude, è un altro: «Servirà presto un ricambio perché il sistema non scoppi. Le infermiere oggi si devono occupare anche d'igiene. Ci sarebbe il personale meno qualificato, tra igieniste e assistenti, per sgravarle da questi compiti. Siamo un esercito. Usateci».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
L'imposta... te la raccomando
Una lettrice critica modi e tempo dell'invio dell'imposta di culto per raccomandata: «Trovo sia da irresponsabili»
CANTONE
2 ore
Pronto soccorso quasi deserto a causa del coronavirus
L'appello lanciato oltre San Gottardo. Ma anche in Ticino l'affluenza è bassa: c'è chi arriva appena in condizioni serie
CANTONE
10 ore
«Così il Covid-19 farà rinascere il turismo»
L'iniziativa di Elia Frapolli, ex direttore di Ticino Turismo: «Quello che sta accadendo può essere un'opportunità»
CANTONE / URI
12 ore
«Gli over 65 superano il Gottardo e fanno spese da noi»
Pur di aggirare il divieto alcuni sarebbero disposti a mettersi in macchina e percorrere molti chilometri
CANTONE
13 ore
«Puntiamo a riaprire i cantieri il 20 aprile»
Il direttore della SSIC: «Non sarà la normalità di prima, bisognerà cambiare modo di lavorare»
FOTO
LOSONE
14 ore
Anziano cade e si ferisce, interviene la Rega
L'uomo sarebbe scivolato e avrebbe preso un colpa alla testa
CANTONE
15 ore
Covid-19: io sto a casa, ma gli altri?
Alla vigilia di un weekend pasquale soleggiato non sarebbe stato il caso di insistere, inasprendo divieti e sanzioni?
URI / CANTONE
16 ore
Posto di blocco a Göschenen per Pasqua
Le polizie di Ticino e Uri uniscono le forze per impedire l'esodo verso il Sud delle Alpi.
CANTONE
17 ore
Le banche hanno aperto i rubinetti
Erogati crediti per 774 milioni solo in Ticino. L'Abt: «Misure importanti»
CANTONE / ZURIGO
20 ore
«Solo un divieto fermerà l'esodo pasquale verso il Ticino»
Per l'esperto tuttavia il proibizionismo può avere ripercussioni psicologiche: «Meglio una corretta informazione»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile