Tipress
LUGANO
18.03.20 - 15:500

Il coronavirus colpisce anche il Ricordone

Nella struttura d'accoglienza un intreccio di casi d'influenza stagionale e di Covid-19

Il direttore Fabrizio Greco: «Tutti stanno relativamente bene. Possiamo curarli qui e non c'è nemmeno necessità di trasferirli». L'attenzione è comunque alta visto che gli ospiti della Casa presentano polipatologie

LUGANO - ll coronavirus ha colpito anche due anziani ospiti della Casa dei ciechi di Ricordone, a Lugano. La conferma arriva da Fabrizio Greco, direttore dell’Associazione Melograno, che gestisce la Casa dei ciechi, appunto, e le due Case al Tusculum: «Ci sono effettivamente due casi conclamati di Covid-19. Abbiamo già messo in atto tutte le disposizioni previste dall’Ufficio del medico cantonale. Non è stata messa in quarantena tutta la casa».

Vero che a complicare la valutazione c’è il fatto che anche altri ospiti hanno sintomi d’influenza classica, e si tratta di ospiti anziani con polipatologie, quindi potenzialmente a rischio: «Tutti i nostri ospiti stanno relativamente bene - tranquillizza Greco - chi con sintomi probabilmente di coronavirus, chi di influenza normale. Non abbiamo avuto nessun decesso per Covid-19 e nessuno si trova in stato critico. Tutti sono curati qui e non ci sarebbe nemmeno un motivo per trasferirli altrove». All’interno della Casa, aggiunge Greco, « si stanno accavallando l’influenza stagionale e il Covid-19. Le due si mischiano. Ma le procedure di isolamento sono in atto da mesi»,

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Coronavirus: in Ticino altri tre casi
Le persone ricoverate negli ospedali a causa del covid-19 restano due
CANTONE
1 ora
La scuola "ai tempi del Covid-19" piace più agli allievi che ai docenti
Il loro carico di lavoro è aumentato, così come quello dei genitori. Si sono sentiti sotto pressione e/o ansiosi
ORIGLIO
2 ore
«Sono centinaia, ce li troviamo quasi in casa»
Il sindaco Alessandro Cedraschi sulla presenza di cinghiali vicino al Paese: «Continuiamo a sollecitare il Cantone».
CANTONE
4 ore
Un brutto male nei rubinetti
Si chiama clorotalonil, è vietato in Svizzera perché cancerogeno. Ma in alcune località del Mendrisiotto sfora i limiti.
LUGANO
4 ore
Cassarate, si cercano volontari per ripulirne le sponde
Dopo il successo dell'appuntamento di luglio si riparte per «rendere bello e vivibile il nostro bene pubblico».
GAMBAROGNO
11 ore
«Il mio Rodolfo non merita di finire così»
Waldis Ratti, 63 anni, "piange" per lo storico ristorante di famiglia. Un patrimonio che rischia di svanire.
SANTA MARIA (GRIGIONI)
13 ore
«Quando il treno è affollato, cedo il posto e mi siedo per terra»
Nella “sua” Calanca la chiamano tutti “Robi” ma lei è la donna forte delle ferrovie svizzere.
ASCONA
15 ore
«Per chilometri legata alla borsa della padrona»
L'animale, zoppicante e in evidente stato d'incuria, non avrebbe nemmeno la possibilità di fare i suoi bisogni.
OSCO
18 ore
La vittima dell'incidente di Osco è stata identificata
Ieri la Polizia aveva chiesto a eventuali testimoni di farsi avanti.
FOTO E VIDEO
LUGANO
21 ore
Prima del Gran Consiglio, contro le politiche del DI di Gobbi
Presidio "antirazzista e per il rispetto dello stato di diritto", a partire dalle 12, davanti al Palazzo dei Congressi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile