Immobili
Veicoli
Tipress
CANTONE
12.03.20 - 20:260
Aggiornamento : 23:43

Agno e Magliaso sospendono la frequenza obbligatoria

In entrambi i comuni i bambini che andranno a scuola saranno comunque accuditi dai docenti

Sessa, da parte sua, ha deciso di attenersi alle disposizioni emanate dal Governo.

Dopo Cadenazzo ieri, diversi altri comuni ticinesi hanno deciso di andare contro alle direttive cantonali e hanno preferito sospendere la frequenza obbligatoria di tutti i bambini di asilo e scuola elementare. Tra di loro veri e propri pezzi da novanta come Lugano e Locarno. Ma non solo. 

Tra i ribelli troviamo infatti anche Agno e Magliaso, che in serata hanno comunicato la decisione di togliere l'obbligo di frequenza fino al 29 di marzo. In entrambi i comuni i docenti saranno regolarmente a disposizione per i bambini che continueranno a frequentare gli istituti scolastici comunali. A Magliaso la decisione entrerà in vigore da lunedì 16 marzo. I Municipi di Agno, Gravesano e Bedano assicurano l'apertura delle scuole promettendo però la massima comprensione verso tutte le famiglie che decideranno di adottare delle misure di «quarantena volontaria» (visto che la legge sula scuola non dà la competenza ai Municipi di abrogare l'obbligo di frequenza). 

Sessa segue il Governo - Da parte sua il comune malcantonese di Sessa ha deciso di rispettare le disposizioni governative. «Le scuole saranno aperte e operative fintanto che le risorse lo permetteranno. Alcune sezioni potrebbero infatti venir chiuse per l'assenza delle supplenti». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GIGETTO 2 anni fa su tio
Adesso chi lo dice al Bertolo che hanno chiuso tutte le scuole in CH? Chissà il mal di pancia........
Mattiatr 2 anni fa su tio
Mettiamo che blocchiamo tutto, Italy mode, virus debellato e tutti felici (oltre al bastone nel retto dovuto alla crisi economica che già si sta creando ma quelli sono dettagli, ..... vero?) poi che succede? Si ritorna alla normalità? Così che qualcuno possa rientrare in Svizzera con il virus e ricominciare la tiritera? Chiudiamo le frontiere fino al vaccino? (forse anni) Così che il mio ex formatore quando diceva ''brasc levadi all'agricoltura'' potrà vedere il suo sogno avverarsi (la seconda guerra mondiale in ambito ha molto da chiarirci). Ricominciamo magicamente a pregare e a tornare tutti sei santi religiosi? Il blocco funzionerebbe SOLAMENTE se finisse assieme a tutte le alte nazioni del mondo, quindi prima inizia e più dura, ergo, più dura la crisi. Piccola novità, alla coop prima o poi i prodotti finiscono, già che decenni di benessere forse ce l'hanno fatto dimenticare. Pertanto che continuino a bloccare tutto, la più grande mazzata che noi svizzeri potremo ricevere. In tutto ciò ci siamo dimenticati che senza un vaccino, che per quanto ne sappiamo ora forse potrebbe arrivare fra anni, l'unico sistema per rendere immune la popolazione è diffondere il virus nella maniera più controllata possibile isolando le persone sensibili. Così facendo fra qualche mese torneremo alla normalità.
F/A-18 2 anni fa su tio
@Mattiatr Mi sa che hai ragione, anche la Merchel ha dichiarato che i suoi concittadini si ammaleranno al 70% , svilupperanno gli anticorpi ed in poco tempo ricominciano, se qualche anziano non c’è la farà, amen e pace all’anima sua, forse è ancora il minore dei mali.
Tato50 2 anni fa su tio
C'è voluto l'intervento del EOC e della Clinica Moncucco per far capire a Bertoli di chiudere le scuole ;-((((((
Zico 2 anni fa su tio
@Tato50 di più, c'è voluto l'intervento dellOMS, ma lui ieri sera sparlava ancora di tenere le scuole aperte.
Tato50 2 anni fa su tio
@Zico Infatti l'ho visto e sentito, purtroppo-;((
4cerchi 2 anni fa su tio
Io denigrerei sabato la riunione col bertoli. State a casa!!!!!!!!!!
ciapp 2 anni fa su tio
bertoli tutta l'europa chiudono le scuole il ticino no? tira fö gliatributi fin che sem in temp
gabola 2 anni fa su tio
@ciapp Non vede il problema
spank77 2 anni fa su tio
@ciapp I comuni prevedoni e reagiscono meglio. NEssuno li "sansionerà"...anzi potranno rinngraziare comuni e mamme che avendo la possibilita di accudire i propri figli hanno deciso di tenerli a casa. E basta con questo rischio di "miscelazione" generazionale...penso che la stragrande maggioranza delle mamme si sia informata e abbia piu senso di responsabilita civica di alcuni politici
Apollo 2 anni fa su tio
Un invito a tutti i genitori a non più mandare i loro figli a scuola
anndo76 2 anni fa su tio
@Apollo gia' fatto ! e oggi, a Mendrisio oltre 100 alunni assenti, meta' docenti che oltretutto invitavano i ragazzi delle medie a stare a cas ( hanno comunque bloccato il programma ) Assurdo che dobbiamo arrivarci noi comuni cittadini !! ma chi governa e' cieco ? o guarda solo i soldi ? ma la Lombardia etc NON e' bastata come esempio ?? follia
Mattiatr 2 anni fa su tio
@anndo76 A dire la verità chi governa le scuole è proprio cieco!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile