Tio.ch/20minuti - D.Giordano
+7
CONFINE / CANTONE
13.03.20 - 15:490
Aggiornamento : 20:09

Cosa succede se un ticinese viene pizzicato nell’Italia “blindata”? Rischia addirittura il carcere

«Sono solo due i motivi validi per circolare: quello lavorativo e quello legato alla salute», dice Antonello Ghezzo

Il comandante della polizia di Como spiega che le sanzioni vanno da una multa di 206 euro a tre mesi di carcere, a seconda della gravità della situazione

COMO - Cosa succede concretamente a uno svizzero se viene “pizzicato” in Italia in questi giorni? Se lo stanno chiedendo in molti ticinesi che hanno rapporti, per un motivo o per l’altro, con la vicina penisola “bloccata” a causa del nuovo coronavirus. Il nostro corrispondente Davide Giordano lo ha chiesto ad Antonello Ghezzo, comandante della polizia locale di Como. «Al momento nel territorio italiano – spiega – c’è un divieto di spostamento (eccezion fatta per i residenti che devono recarsi a fare la spesa). Il divieto vale sia per gli svizzeri, sia per gli italiani. L’esigenza lavorativa o l’esigenza di salute sono le uniche due ragioni per cui un ticinese si può recare su suolo italiano».

Ecco le sanzioni – Per tutte le altre situazioni, si rischia grosso. «Ci sarebbe un illecito di rilevanza penale. Le sanzioni partono da una multa fino a 206 euro, ma si può arrivare anche a tre mesi di carcere, a seconda della gravità del caso. Al pari delle forze di polizia dello Stato, abbiamo disposto posti di controllo sui tre turni della giornata».

Ognuno faccia la sua parte – Ai conducenti dei veicoli fermati viene chiesto il motivo per cui ci si sposta. «Attraverso una dichiarazione scritta è possibile attestare la ragione per cui ci si sta spostando. Al di là di quelle che sono le disposizioni deve comunque sempre prevalere il buonsenso. Ognuno di noi deve fare la propria parte».

Servizio sanitario iper sollecitato – Intanto il servizio sanitario della zona di confine è iper sollecitato. Lo testimonia Vincenzo Falanga, segretario della UIL FPL (Unione Italiana del Lavoro, Federazione Poteri Locali) del Lario. «In questo momento siamo in una condizione di emergenza. Abbiamo avuto il blocco delle ferie proprio per aiutare tutte le persone che si stanno recando negli ospedali. Anteponiamo anche dinamiche di natura individuale per entrare in un sistema di emergenza nazionale».

Professionisti, ma anche esseri umani – Falanga applaude tutti coloro che stanno lavorando al fronte. «Non dimentichiamo che dietro a ogni operatore sanitario c’è una persona, che magari ha una famiglia. Di conseguenza ci sono anche delle preoccupazioni individuali. Stiamo facendo il massimo. È quello che tutti i cittadini faranno per uscire al più presto da questa situazione di emergenza».

Tio.ch/20minuti - D.Giordano
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
12 min
Le sardine con la mascherina (a metà)
Mezzi pubblici affollati: a Lugano la situazione più problematica. Un 17enne con l'asma: «Ho paura»
MENDRISIO
12 min
«Basta un codice QR e il cliente è tracciato»
Esercenti stufi di “perdere tempo” nel registrare gli avventori? Forse c’è una soluzione.
COMANO
8 ore
Caffè "scorretto" Covid
La gerente dell'esercizio pubblico critica i silenzi dell'azienda: «Un cliente aveva il Covid e l'ho saputo da altri»
LUGANO / BELLINZONA
12 ore
Covid, quarantena di classe al Liceo 1 e alla Commercio di Bellinzona
Diversi allievi contagiati dal virus. Seguiranno le lezioni da casa
BIOGGIO
12 ore
Chiude la TE Connectivity: in 106 perdono il posto
L'azienda chiuderà lo stabilimento produttivo sul piano del Vedeggio a causa delle difficoltà attuali del mercato
CANTONE
13 ore
In treno senza mascherina? Poche multe
Le Ffs vigilano sul rispetto delle regole in treno. Ma «la maggioranza dei passeggeri si comporta bene» assicurano
CANTONE
18 ore
«Scegliamo con chi avere contatti stretti»
Oggi nel nostro cantone sono stati segnalati altri 255 casi. Negli ospedali sono ricoverate 35 persone
CANTONE
19 ore
Ambrì-Losanna: processo rimandato a data da definire
Doveva tenersi domani, ma non avrà luogo. «La farsa continua», commenta la Gioventù Biancoblu
CANTONE
19 ore
Trafficanti di marijuana in manette
Si tratta di un 57enne e un 30enne. In uno stabile in Riviera sono stati trovati stupefacenti e una coltivazione indoor
CANTONE
20 ore
In Ticino raddoppiano i contagi, 255 in un giorno
Il bollettino del medico segna un aumento notevole. I dati aggiornati sulle ultime 24 ore
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile