tipress
CANTONE
04.03.20 - 14:590
Aggiornamento : 16:44

VPOD: «Il Governo paghi i dipendenti in quarantena»

Analogo diritto, secondo il sindacato, va considerato per chi si deve occupare dei figli ammalati di Covid-19

Chiesto infine un comunicato che rassicuri il personale a rischio contagio

BELLINZONA - Il pagamento degli stipendi ai dipendenti in quarantena. A chiederlo al Governo è il sindacato VPOD in seguito alla quarantena decretata per alcuni allievi e docenti di una scuola cantonale.

Ai consiglieri di Stato Bertoli e Vitta, il sindacato chiede pure di emanare un comunicato che rassicuri il personale cantonale e docente, come pure il personale sociosanitario degli enti sussidiati e il personale comunale/parapubblico. «Queste categorie professionali a contatto con l’utenza - si legge nella nota stampa del VPOD - sono infatti sottoposte al rischio di contagio di coronavirus in queste settimane e quindi alcuni dipendenti potrebbero essere posti in quarantena, pur non essendo ammalati, come già avvenuto in una scuola cantonale».

Un impedimento per il lavoratore - Il Sindacato ritiene che «la chiusura di una classe, di una scuola, di un ufficio pubblico, di un reparto sociosanitario, di un servizio, ecc. per ordine dell’autorità configuri un impedimento per il lavoratore a svolgere l’attività. Pertanto in caso non sia possibile per il dipendente in quarantena effettuare il lavoro in altre forme e luoghi (ad es. da casa), al dipendente deve essere garantito il salario mensile, in quanto questa situazione di impedimento al lavoro è determinata dall’autorità pubblica sanitaria e non dalla volontà del dipendente. Questo tipo di casi rientra appieno nel rischio economico assunto dai datori di lavoro pubblici e privati».

Stesso diritto per chi si deve occupare dei figli - «Analogo diritto al salario - prosegue il VPOD - va di principio considerato nel caso il dipendente debba occuparsi dei figli al di sotto dei 15 anni, che rimanessero a casa per motivi di quarantena, e questo in tutti i casi il dipendente non possa ragionevolmente trovare altre risorse famigliari per la loro cura».

TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
«Uno come lei in sei mesi ritroverà il lavoro»
Troppo qualificati e costosi? Di sicuro la disoccupazione dopo 50 anni diventa un vicolo cieco per i bancari
LOCARNO
2 ore
I ladri alle terme: «Festa rovinata»
Armadietto svuotato, una coppia del Locarnese ha sporto denuncia
CANTONE
13 ore
«Sul vaccino tanta gente è stata lasciata sola»
La campagna anti Covid prosegue: le riflessioni di Marta Fadda, ricercatrice e docente, ospite di Piazza Ticino.
CANTONE
17 ore
Vaccini, si apre agli over 45
Segui live la conferenza stampa dal Palazzo delle Orsoline di Bellinzona con le autorità ticinesi
CANTONE
18 ore
Un'asta per gli appassionati di fitness
All'incanto vecchi attrezzi in uso presso alcune scuole del Cantone
CANOBBIO
21 ore
A 118 chilometri orari in via Sonvico
La velocità consentita è di cinquanta chilometri all'ora. Denunciato un ventiquattrenne
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
21 ore
Contro il muro con la bicicletta: un ferito grave
L'incidente si è verificato stamattina in via Industria e Mendrisio. Il protagonista è un 28enne
CANTONE
22 ore
In Ticino 31 contagi in 24 ore
Non si registra nessun nuovo decesso. Il bollettino giornaliero del medico cantonale
NOVAGGIO/ AU
23 ore
Con le vele da kitesurf, lancia una linea di moda
In tempo di pandemia c'è anche chi riesce a emergere. È il caso della 38enne Cristina Rickert.
CANTONE
1 gior
Biglietti omofobi in ufficio: «Non ti va? Dimettiti»
Discriminazioni in famiglia, sul lavoro, per strada. L'omofobia in Ticino esiste anche se non "fa statistica"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile