Foto Davide Giordano
LUGANO
05.03.20 - 06:000
Aggiornamento : 08:14

Nei cassonetti luganesi ci sono ancora sacchi neri: sono scattate le multe

Nel frattempo negli ecocentri comunali aumenta il volume della raccolta differenziata

Molto apprezzata la possibilità di consegnare gli scarti di cucina. La Divisione spazi urbani: «I quantitativi sono del 30% superiori alle aspettative»

Sacchi neri

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Sono ormai passati poco più di due mesi da quando lo scorso 1. gennaio anche la Grande Lugano ha introdotto la tassa sui rifiuti. E dopo un’iniziale penuria di sacchi ufficiali rossi in alcuni punti vendita, ora li utilizzano praticamente tutti i cittadini. O quasi. Sì, perché ancora oggi nei cassonetti luganesi capita di trovare i vecchi sacchi neri.

E sono quindi scattate le multe, come ci confermano dalla Divisione spazi urbani: «Da pochi giorni abbiamo avviato le prime procedure di contravvenzione» ci dice infatti il direttore Roberto Bianchi, che aggiunge: «Al momento ne stimiamo una decina, per importi compresi tra duecento e quattrocento franchi». Si tratta di trasgressioni emerse soprattutto nei quartieri periferici, «in particolare quelli caratterizzati dalla presenza di attività artigianali e industriali».

Il rosso a quota 80% - Per quanto riguarda l’impiego dei sacchi ufficiali, attualmente i servizi comunali si dicono comunque «moderatamente soddisfatti». Nei cassonetti sarebbe infatti stata raggiunta una quota del 70-80%. «D’altra parte - afferma ancora Bianchi - pensiamo che sarà pressoché impossibile arrivare al 100%».

Cresce la differenziata - La tassa sui rifiuti è volta anche a stimolare ulteriormente la raccolta differenziata. Per questo motivo dall’inizio di quest’anno a Lugano sono state adottate alcune misure accompagnatorie, tra cui orari d’apertura più lunghi per gli ecocentri cittadini. E in effetti sempre meno materiale finisce nel sacco dei rifiuti: «Negli ecocentri abbiamo constatato un significativo aumento dell’affluenza e di conseguenza maggiori quantitativi di rifiuti riciclabili» conferma il direttore della divisione.

L'umido? «Va meglio del previsto» - E si parla anche della raccolta degli scarti di cucina (il cosiddetto umido), che è stata introdotta in via sperimentale in cinque ecocentri (Pregassona, Molino Nuovo, Cadro, Breganzona e Pambio Noranco). Una misura, questa, che ha suscitato un forte interesse nella popolazione, andando ben oltre le previsioni. «I quantitativi raccolti sono del 30% superiori alle aspettative».

Dall’inizio di quest’anno, negli ecocentri comunali è anche possibile consegnare i flaconi in plastica PE (per esempio le bottiglie del latte o dei detersivi). Anche questa opportunità viene sfruttata, anche se i quantitativi sono minori del previsto. Il servizio è infatti da tempo già disponibile nei supermercati. «La qualità del materiale - conclude comunque Bianchi - risulta ottima.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 12 mesi fa su tio
Praticamente riempio il sacco della spazzatura di plastica! Date la possibilità di riciclarla! Comunque i sacchi colorati non sono resistenti come quelli neri.
Simba96 12 mesi fa su tio
È vergognoso anche in via Soldati c’è gente maleducata che non rispetta le leggi, continua a buttare ogni genere di sacco di tutti i colori tranne rosso contenente di tutto , dalla carta al vetro.
francox 12 mesi fa su tio
Nel miei dintorni c'è un sacco di gente che accende il camino di notte...
luganikos 12 mesi fa su tio
I grandi temi dei ticinesi per il 2020: Il colore del sacco e il coronavirus!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
4 ore
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
6 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
8 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
CANTONE
12 ore
Denuncia "il malandazzo" in ufficio, parte la procedura di licenziamento
Sul caso avvenuto all'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS) l'MPS ha presentato un'interpellanza
FOTO E VIDEO
CANTONE
12 ore
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
15 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
15 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
16 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
17 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
17 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile