tipress
CANTONE
02.03.20 - 20:530

La scuola sfida l'epidemia: a casa un allievo su dieci

Il direttore del Decs rassicura: «Assenteismo a livelli di una normale influenza». Ma i genitori si lamentano

BELLINZONA - Rientro delicato nelle scuole ticinesi. Nel complesso il sistema ha "retto" oggi, l'assenteismo si è attestato «entro i limiti della normalità» fanno sapere dal Decs. Nelle scuole medie e superiori il tasso di allievi che non si sono presentati a lezione era del 10-12 per cento, ossia «quello di una normale epidemia influenzale».

Qualche problemino - come abbiamo riferito - si è verificato invece nelle scuole d'infanzia ed elementari. Tra genitori che hanno preferito tenere i figli a casa «anche se stanno bene» per paura di un contagio.

Ma c'è anche chi all'opposto si lamenta per l'eccesso di rigore: in una scuola media (privata) del Luganese i genitori di tre allievi sono stati convocati questa mattina a seguito di un attacco di tosse "sospetto". «Ho portato via mio figlio e, curiosamente, una volta a casa ha smesso di tossire» racconta una mamma. «Mi è sembrato sinceramente un provvedimento esagerato».

Anche la mamma di una studentessa delle superiori, di 17 anni, si lancia in uno sfogo. «È stata allontanata da scuola perché ha tosse e raffreddore. Un mese fa ha preso l'influenza come tanti e ha dei residui. Ora fino a quando dovrà restare a casa? Il medico non può e non vuole farle un certificato». 

Il direttore del Decs Manuele Bertoli placa gli animi: «Le nostre indicazioni sono da leggere con buonsenso» avverte. «E da applicare in caso di febbre o tosse continuativa. Ci è stato segnalato qualche docente troppo zelante, ma parliamo di casi sporadici». Un appello al buonsenso che il consigliere di Stato rivolge anche ai genitori preoccupati. «Confido che le situazioni si risolveranno, con il dialogo». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CHIASSO
3 ore
Muore sul bus da Chiasso: ma non si sa chi è
Un 75enne di identità sconosciuta è deceduto ieri a causa di un malore. Le autorità italiane cercano in Ticino
FOTO
CANTONE
4 ore
«Quel fumo nero che usciva dal portale del San Gottardo»
Ha avuto luogo oggi a mezzogiorno il ricordo delle undici persone che morirono nella galleria il 24 ottobre 2001
LOCARNO
6 ore
Il 20enne che ha sparato resta in carcere
Convalidato l'arresto del giovane dopo i fatti di via Vallemaggia
FOTO
CHIASSO
7 ore
«Un fans club a Chiasso? Non me l'aspettavo proprio»
Miglior giovane all'ultima Vuelta, Gino Mäder è "tornato" nel Mendrisiotto accolto da un fans club nato un po' per caso.
LOCARNO
1 gior
Solduno, un giovane «psichicamente instabile»
Il 20enne che ha sparato alla ex fidanzata è accusato di tentato assassinio. Chiesta una perizia psichiatrica
SOLDUNO
1 gior
È salva la 22enne, giallo sul fucile
Sparatoria a Solduno: le condizioni della giovane sono stabili. Intanto riprendono gli interrogatori
MENDRISIO
1 gior
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
1 gior
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
1 gior
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
1 gior
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile