Tipress
CANTONE
28.02.20 - 11:010
Aggiornamento : 12:36

Nomina rappresentanti in case anziani. Scatta l’interpellanza

A chiedere delucidazioni in merito alla doppia rappresentanza è l’MPS

BELLINZONA - La nomina dei rappresentanti dello Stato nel CdA delle case anziani è un argomento complesso e dibattuto anche in Gran Consiglio.  Proprio nelle scorse sedute in Parlamento è stato l’MPS a interpellare a più riprese il Consiglio di Stato in merito alle modalità di nomina dei rappresentanti dello Stato negli enti sussidiati, e nel caso specifico nelle case per anziani.

«Di fatto - scrive in un’interpellanza dell’MPS -  i rappresentanti dello Stato non sono scelti dal consiglio di stato ma dall’ente che dovrebbero sorvegliare. Una situazione assurda e paradossale». In passato anche Manuele Bertoli, quando ricopriva la carica di presidente del Governo, aveva fatto notare che la questione della doppia rappresentanza doveva essere risolta. Sulla stessa lunghezza d’onda c’era anche il Vescovo Valerio Lazzari ai tempi della Casa San Donato.

«Alla luce di queste considerazioni chiediamo - scrive l’MPS nell’atto parlamentare -  a chi il Vescovo aveva sollevato la questione della doppia rappresentanza, e perché “la cosa è rimasta lì”?».

Inoltre l’MPS fa notare che «nel corso degli scorsi mesi il Consiglio di Stato ha proceduto al rinnovo generale delle nomine dei “suoi” rappresentanti nelle strutture amministrative delle case anziani. Il ministro Manuele Bertoli in quell’occasione ha segnalato al consesso che vi era una questione che andava risolta per ragioni di trasparenza, pulizia e chiarezza dei ruoli?»

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
33 min
Colpì la giornalista con una testata, identificata dalla polizia
Si tratta di una 20enne svizzera domiciliata nel Luganese che il 30 novembre manifestava contro le restrizioni Covid
LUGANO
39 min
La prima neve è arrivata
Da Chiasso a Mendrisio fino a parte del Luganese i primi timidi fiocchi stanno scendendo dal cielo
LUGANO
48 min
«Concreti indizi di un movente estremista»
La 28enne di Vezia resta in carcere. L'arresto è stato confermato dal giudice
BELLINZONA
1 ora
Picchiato e poi chiuso in casa dagli "amici"
Nuovi dettagli sulla lite di stamattina in un appartamento. I vicini: «C'erano già stati problemi»
CANTONE
5 ore
Affitti commerciali: «Il Cantone intervenga»
Se Berna non fa sconti, il Ps chiede a Bellinzona di aiutare le imprese
CANTONE
7 ore
Nuovo calo di pazienti negli ospedali
Nelle ultime 24 ore 18 persone sono state ricoverate nelle strutture sanitarie cantonali, mentre 26 le hanno lasciate.
FOTO
BELLINZONA
7 ore
Violenta lite in appartamento, la polizia cerca i responsabili
Un 25enne domiciliato nel Luganese ha riportato leggere ferite. Prima di andarsene, lo avrebbero chiuso dentro
BELLINZONA
10 ore
«Vado avanti a morfina, chiedo giustizia»
Continua la lotta di un 30enne contro il medico che lo ha operato alla schiena: «Io, danneggiato. E nessuno risponde».
SVIZZERA
10 ore
«È così difficile capire che il sesso senza consenso è uno stupro»?
Intervista a Roberta Schaller, criminologa di Zurigo, che accusa: «La legge svizzera è inadeguata per i reati sessuali»
FOTO
CANTONE
11 ore
In Ticino di cose da fare ce ne sono... almeno 104
Nicole e Mauro si sono inventati un metodo per rompere la routine. Per condividerlo hanno creato su IG "104things2do"
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile