Facebook Lungolago Locarno
LOCARNO
01.03.20 - 19:330
Aggiornamento : 22:26

Monta la polemica sulla locandina «sessista»

L’evento organizzato al Lungolago di Locarno fa discutere.

Tamara Merlo non ci sta: «Bullismo nei confronti di un intero genere». Il titolare si difende: «Chi viene da noi non si è mai sentito offeso»

LOCARNO - Una semplice e goliardica strategia di marketing o una totale mancanza di rispetto nei confronti delle donne? Sta facendo discutere a Locarno un evento organizzato dal Bar Lungolago per la vigilia della Giornata internazionale della donna. 

C'è chi si porta a casa il menù - Si chiama “Festa della Gnocca” e propone una cena a base di tre portate i cui nomi alludono (nemmeno troppo velatamente) ad alcune pratiche sessuali. Il vino invece promette un... orgasmo femminile. «Si tratta di una vera Festa della Donna, che per noi è la Regina della serata», puntualizza però il titolare del locale, precisando che il modo in cui è stato impostato il menù «è semplicemente per istigare la curiosità della gente in modo scherzoso».

L’iniziativa non è comunque nuova e stando al nostro interlocutore riscuote sempre un ottimo successo: «Facciamo la stessa cosa da qualche anno e puntualmente qualcuno ci attacca - ammette -, ma le molte donne che vengono da noi non si sono mai sentite offese. Anzi alcune vogliono portarsi a casa il menù!».

Il sesso è un'esperienza condivisa - La trovata ha tuttavia lasciato sbigottite numerose persone. Fra queste c’è anche Tamara Merlo, fondatrice e deputata del Movimento "Più Donne" e da sempre in prima linea nel combattere le disparità di genere. Che non esita a parlare di «bullismo nei confronti di un intero genere» per un linguaggio che è decisamente «insultante, offensivo e denigrante». «Sono tutt’altro che bacchettona e il sesso non dev’essere tabù - aggiunge -, ma paragonarlo al porno è proprio triste».

Al di là dei termini usati, per Tamara Merlo la cosa peggiore è comunque un’altra: «Il menù veicola l'immagine di un sesso che viene "fatto" alla donna dall'uomo (o dagli uomini...), anziché di una piacevole esperienza condivisa».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 min
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
RIAZZINO
12 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
16 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
17 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
19 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
20 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
1 gior
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
1 gior
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
1 gior
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
FOCUS
1 gior
Che fine ha fatto l'AIDS?
Esiste da 40 anni. Un vaccino ancora non c'è. Perché? Intervista a Enos Bernasconi, viceprimario Malattie infettive ORL
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile